CHI SONO IO? UNO NESSUNO CENTOMILA

Contribuisci
Icon close white 3f944adb9c9650063a8c1683e1d9c8ddfee10ac09af1a1b67c773197c39393aa
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Francia
Arte
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

CHI SONO IO? UNO NESSUNO CENTOMILA

Chi siamo realmente? Chi crediamo di essere? Chi siamo noi per gli altri?

0€
-35 giorni
0%
3.500€
Contribuisci

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

CHI SONO IO? UNO NESSUNO CENTOMILA

Chi siamo realmente? Chi crediamo di essere? Chi siamo noi per gli altri?

0€
-35 giorni
0%
3.500€
Contribuisci

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Il progetto "Chi sono io? Uno, nessuno, centomila"

Ciao a tutti, sono Elisabeta Mastrello, artista di arte contemporanea, e vi parlerò del mio progetto "Chi sono io? Uno, nessuno, centomila".

Un' idea di mostra, che avrà come location due fiere di art3f in Francia, per indurre lo spettatore a prendere coscienza di un tema ancestrale: le innumerevoli maschere che chiunque di noi può indossare nel quotidiano. 

Mi sono ispirata al romanzo di Luigi Pirandello: “Uno, nessuno, centomila”. La domanda da porsi è semplice: “chi sono io”?
Non ha mai fatto male a nessuno d’altronde, eppure è così tremendamente complesso rispondere.

Io, come artista, parlerò attraverso i miei dipinti. Le opere raffigurano volti per poter condurre lo spettatore a mettersi in discussione con se stesso.
Voglio creare una sorta di crisi indotta: quando osserverà il mio lavoro dovrà pensare di trovarsi davanti al suo specchio di casa.
Ci sarà una sorpresa inaspettata: non ritroverà la sua immagine riflessa, troverà altro, ben altro.
I miei volti sono in realtà anime, stati d’animo, situazioni complesse che possono rappresentare chiunque di noi.

La mostra sarà quindi un percorso di introspezione diretto e misterioso. Non ci saranno dogmi finali da abbracciare, verità assolute a cui credere, bensì delle consapevolezze che dovremmo assumere. 

Si tratta di un’esibizione che ha un retroscena sociologico: scuotere le persone che mi visiteranno, turbarle in senso positivo, creare un’evoluzione di pensiero. Quello a cui tendo è il concetto di vestire una maschera in modo consapevole senza però doversi in questa identificare. Il mio è un invito all’autenticità, un modo di essere sostanziale che non può farsi corrodere e corrompere da influssi esterni, un’integrità rispettosa del proprio stato di natura, alla propria reale interiorità. 

Ma per attuare questo metodo, bisogna per forza di cose porsi una semplice domanda: CHI SONO IO? E una risposta, seppure fugace, seppure fluida, seppure liquida, la potremmo trovare solo nella dimensione del presente, proprio perché la nostra personalità è da intendersi come cosa mutevole, in evoluzione continua. 

Come verranno utilizzati i fondi

La raccolta fondi ha lo scopo di contribuire:

- all'acquisto del materiale per la realizzazione delle opere

- alle spese di trasporto delle opere dallo studio dell'artista,  alla sala esposizioni Expo - Papillon 5 Porte de Versailles 1 Place de la Porte de Versailles - 75015 Paris e a 10, Circuit de la Foire Internationale L-1347 Luxembourg-Kirchberg, e ritorno;

- all'allestimento scenografico della sala e al posizionamento definitivo delle opere, che resteranno in esposizione fino al termine dell'evento;

- spese per pubblicizzare l'evento.

Elisabetta Maistrello

Sono un'artista di arte contemporanea e le mostre le organizzo personalmente, sono la curatrice di me stessa. Collaboro comunque con diverse gallerie italiane, Fondazione Mazzoleni di Bergamo, Galleria Ess&rre di Roma e Expart di Arezzo. Ho fatto molte personali in Italia, ho partecipato anche a numerose collettive e concorsi vari in Italia che all'estero.

La mia idea trae spunto dalla situazione in cui viviamo, dove non sappiamo chi siamo. L'intento è quello di accompagnare l'appassionato dell'arte pittorica ad entrare nel mondo della pittura, perchè l'arte non può avere confini, non può essere classificata. L'arte deve spaziare, per trarre nuovi stimoli e crescere.


1572968346371841 15220156 10211833085451478 4064628633697080875 n1

Un progetto a cura di

EM Elisabetta Maistrello

Figlia d'arte del mondo orafo. Ho frequentato studi di pittura figurativa , iperrealista e scultura. Sono un' artista autodidatta. Voglio parlare attraverso i miei volti per poter condurre lo spettatore a mettersi in discussione. I miei volti sono in realtà anime, stati d’animo. La mostra sarà un percorso di introspezione. I miei volti,  saranno di aiuto a tutte le persone che vogliono trovare la loro vera identità..sempre che ce ne sia una sola.



Francia