Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Monte Rocciamelone, Valle di Susa
Salute, Civico
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Abbiamo a CUORE il ROCCIAMELONE

Vogliamo cardioproteggere il Monte Rocciamelone (Valle di Susa) attraverso l'installazione di 2 defibrillatori presso i Rifugi Ca d'Asti e La Riposa

1.458€
Chiuso il 31 ago 2019
100%
1.458€
Finanziato

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Abbiamo a CUORE il ROCCIAMELONE

Vogliamo cardioproteggere il Monte Rocciamelone (Valle di Susa) attraverso l'installazione di 2 defibrillatori presso i Rifugi Ca d'Asti e La Riposa

1.458€
Chiuso il 31 ago 2019
100%
1.458€
Finanziato

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Di cosa si tratta

A 120 anni dalla posa della statua in vetta al Monte Rocciamelone (3.538 metri) vogliamo cardioproteggere la montagna più conosciuta della Valle di Susa, frequentata ogni anno da migliaia di escursionisti e pellegrini, attraverso l’installazione di 2 Defibrillatori presso i Rifugi Ca d’Asti e La Riposa. L’iniziativa, patrocinata da ASLTO3, Diocesi di Susa e dai Comuni di Susa, Mompantero e Novalesa è realizzata nell’ambito del progetto #MyProtection che ha l’obiettivo di lottare contro la morte cardiaca improvvisa diffondendo i Defibrillatori Automatici Esterni (DAE) e formando la popolazione al loro utilizzo. Dal 2017 ad oggi sono state installate 13 postazioni salvavita in media Valle di Susa formando oltre 1.800 persone; tra le location prioritarie identificate per la copertura dell’intero territorio vi sono le zone di montagna che, per loro natura, presentano una notevole distanza dai principali centri di assistenza sanitaria e tempistiche di intervento dilatate rispetto all’ambito cittadino.

Come verranno utilizzati i fondi

I fondi raccolti (3.000,00 €) saranno utilizzati per acquistare e installare n° 2 Defibrillatori Automatici Esterni (DAE) da posizionare presso i Rifugi Ca d'Asti e La Riposa, sul Monte Rocciamelone.

Per ogni DAE sarà installato un pannello informativo e una teca che ospiterà il Defibrillatore.

Il Comitato CRI di Susa si occuperà di formare gratuitamente al BLSD (defibrillazione precoce) un congruo numero di operatori per ciascuna postazione.

Chi c'è dietro al progetto

Il progetto è sviluppato dalla Croce Rossa Italiana - Comitato di Susa

L'Associazione opera sul territorio valsusino da oltre 20 anni occupandosi prioritariamente di tematiche sanitarie, sociali e di risposta alle emergenze.

Sul sito internet www.cri-susa.it o sui nostri canali social si possono scoprire nel dettaglio tutte le attività e i servizi svolti sul territorio.

Il Progetto #MyProtection in Valle di Susa

Il Comitato CRI di Susa è impegnato in prima persona nella promozione della salute ed in particolar modo nella lotta alla morte cardiaca improvvisa sin dalla sua fondazione, nel 1998. In Italia, ogni anno, ben 70mila persone vengono colpite da questa grave situazione di emergenza caratterizzata dalla repentina cessazione dell'attività di pompa del cuore, dalla perdita di coscienza e dall'assenza di respiro. 
Alla base di questo problema vi è un alterazione del ritmo cardiaco che i soccorritori, spesso non professionisti ma semplici persone che assistono all’evento, dovranno trattare con immediatezza e lucidità. 

Allo scopo di incidere in maniera rilevante sulla mortalità sono fondamentali due condizioni:
- Numero di persone formate sul territorio;
- Diffusione capillare dei Defibrillatori Semi Automatici (DAE).

Attraverso il progetto #MyProtection Croce Rossa Italiana si propone dunque di raggiungere i seguenti obiettivi:
Educare la popolazione ai gesti di primo soccorso e all’utilizzo del DAE;
Aumentare il numero di defibrillatori presenti sul territorio con particolare riferimento ai luoghi pubblici.

Dal 2017 ad oggi sono state installate 13 postazioni salvavita in media Valle di Susa formando oltre 1.800 persone

Patrocini

"Abbiamo a cuore il Rocciamelone" è un'iniziativa patrocinata da:

ASL TO3;

Diocesi di Susa;

Città di Susa;

Comune di Mompantero;

Comune di Novalesa.

1562138877783112 logotipo susa 1

Un progetto a cura di

Croce Rossa Italiana - Comitato di Susa

Croce Rossa Italiana è un'Organizzazione di Volontariato attiva sul territorio valsusino da oltre 20 anni, estende la sua attività all'ambito sanitario, sociale e di risposta alle emergenza.
Notevole importanza è rivestita dalle attività volte a tutelare la salute e a promuovere stili di vita sani e corretti, in questo senso il progetto #MyProtection vuole aumentare la presenza di Defibrillatori sul territorio e la formazione delle persone comuni al loro utilizzo.

Monte Rocciamelone, Valle di Susa