Avvocati in coworking solidale

Contribuisci
Icon close white 3f944adb9c9650063a8c1683e1d9c8ddfee10ac09af1a1b67c773197c39393aa
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Roma, Via Nomentana, 54
Solidarietà
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Avvocati in coworking solidale

MGA apre al coworking la propria sede a Roma: uno spazio di lavoro condiviso per abbattere le spese dell’affitto dello studio e molto altro

1.220€
-33 giorni
48%
2.500€
Contribuisci

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Avvocati in coworking solidale

MGA apre al coworking la propria sede a Roma: uno spazio di lavoro condiviso per abbattere le spese dell’affitto dello studio e molto altro

1.220€
-33 giorni
48%
2.500€
Contribuisci

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Il coworking solidale di MGA

In un momento di gravissima crisi economica per le fasce più deboli dell’avvocatura, alla difficoltà di aumentare i redditi con l’incremento delle entrate MGA risponde con il mutualismo.

Per ridurre al minimo le spese, come quelle relative l’affitto dello studio e alle utenze, che risultano certamente tra le più gravose, lo strumento migliore  è il coworking, e cioè la condivisione di spazi di lavoro e dei relativi costi con professionisti della stessa o diversa categoria. 

In verità non si tratta di una semplice scelta economica, o quantomeno non solo, ma di un nuovo modello che concepisce lo spazio lavorativo come un modo per entrare in contatto con altri professionisti, altri lavoratori, un luogo in cui tessere nuove relazioni personali e lavorative, far convergere competenze e talenti, e incubare nuove idee e progetti. 

Per tutti questi motivi il sindacato apre al coworking la propria sede romana, in un bellissimo, storico palazzo in via Nomentana n. 54, facilmente raggiungibile in autobus e in metropolitana. A un costo notevolmente inferiore a quello di mercato, comprensivo di spese per l’energia elettrica, servizi igienici, riscaldamento e pulizia, mettiamo a disposizione un luogo condiviso con scrivania in open space, da usare a tempo pieno o saltuariamente per un'ora, un giorno, una settimana, uno o più mesi. Un spazio di lavoro condiviso che fa leva sul concetto di community, e che nasce dalla volontà di creare un ambiente di lavoro dinamico, creativo e innovativo, che tragga beneficio dall’incontro tra professionisti anche diversi tra loro, favorendo, quindi uno scambio reciproco di idee e progetti. 

Infatti, nello stabile hanno sede moltissime altre associazioni di diverso genere, e questo lo rende un luogo straordinario frequentato da tantissime persone che interagiscono in spazi e eventi di contaminazione, un incubatore naturale di idee, progetti e collaborazioni. 

In un momento in cui gli studi professionali chiudono, noi vogliamo aprirne uno tutti insieme, vogliamo unire, connettere tutto ciò che la crisi sta dividendo, frantumando e cancellando, per l’attivazione di processi di soggettivazione politica e sindacale e per l’organizzazione di lotte per il miglioramento delle condizioni di lavoro, di reddito e di vita.

Come verranno utilizzati i fondi

Utilizzeremo i fondi raccolti per predisporre 4 postazioni di lavoro complete di tutto ciò che è necessario per uno studio professionale: 

- strutture di separazione fra le postazioni

- arredi (scrivanie, armadi, tavolini, sedie direzionali)

- complementi d'arredo (piante, quadri)

- linea wifi a disposizione degli utenti

- stampanti wifi

- materiali di consumo

Chi c'è dietro al progetto

Il coworking solidale è un progetto di MGA, il sindacato nazionale degli avvocati italiani, fondato da Cosimo Damiano Matteucci nel 2011, che oggi ha sedi diffuse su tutto il territorio nazionale. Il compito del sindacato, di natura mutualistica, è garantire tutela e solidarietà sindacale ai lavoratori che rientrano nelle fasce economicamente più deboli della categoria.  Il sindacato lotta contro ogni sfruttamento del lavoro e per la difesa dei diritti umani e di tutti i diritti riconosciuti dalla Costituzione e dalle convenzioni internazionali. 

MGA opera per unire le fasce piú deboli  del lavoro autonomo, professionale e a partita iva e per unirle a tutti gli altri lavoratori, in modo  da creare un blocco politico e sindacale unico, capace di difendere i diritti di tutti.  

MGA è un soggetto di riferimento nel mondo dei nuovi processi di sindacalizzazione e politicizzazione del lavoro autonomo, professionale e a partita iva, oltre ad esserne un importante elemento coagulatore. Infatti MGA è stata la promotrice della Coalizione 27 febbraio, una confederazione di associazioni e di movimenti di matrice sindacale che si occupano del lavoro autonomo in sofferenza. L’intersecazione di queste esperienze ha prodotto la Carta dei diritti del lavoro autonomo e indipendente 3.0: un’importante e avanzata piattaforma di rivendicazione di nuovi diritti, nuove garanzie e di un sistema fiscale e previdenziale più equo e compatibile con la vita; il cui valore aggiunto, al di là dei fondamentali contenuti, è il fatto di essere stata prodotta da lavoratori appartenenti a categorie assolutamente eterogenee, facendo leva sui bisogni comuni e valorizzando la solidarietà e il mutualismo intercategoriale e interprofessionale. 

1572199098069039 mga logo 2019

Un progetto a cura di

MGA - sindacato nazionale forense

MGA, il sindacato nazionale degli avvocati italiani, fondato da Cosimo Damiano Matteucci nel 2011, che oggi ha sedi diffuse su tutto il territorio nazionale.

Il compito del sindacato, di natura mutualistica, è garantire tutela e solidarietà sindacale ai lavoratori che rientrano nelle fasce economicamente più deboli della categoria.

Il sindacato lotta contro ogni sfruttamento del lavoro e per la difesa dei diritti umani e di tutti i diritti riconosciuti dalla Costituzione e dalle convenzioni internazionali. 


http://www.mgaassociazioneforense.it


Roma, Via Nomentana, 54