9Seconds,l'app che combatte la d...

Contribuisci
Icon close white 3f944adb9c9650063a8c1683e1d9c8ddfee10ac09af1a1b67c773197c39393aa
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Italia
Games, Formazione, Tecnologia
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

9Seconds,l'app che combatte la dipendenza da smartphone

Sfida i tuoi amici e mettiti alla prova: chi riuscirà a stare più tempo senza usare lo smartphone? 9 seconds è l'app che ti premia per stare offline

1.895€
37%
|
-24 giorni
+ 5.000€
Postepay Crowd
Contribuisci

9Seconds,l'app che combatte la dipendenza da smartphone

Sfida i tuoi amici e mettiti alla prova: chi riuscirà a stare più tempo senza usare lo smartphone? 9 seconds è l'app che ti premia per stare offline

1.895€
37%
|
-24 giorni
+ 5.000€
Postepay Crowd
Contribuisci

9 Seconds: l'app per combattere la dipendenza da smartphone

Secondo uno studio condotto da Microsoft, l'uso eccessivo dello smartphone ha abbassato la nostra soglia di attenzione ad appena 8 secondi. Uno in meno rispetto a quella dei pesci rossi. Che è quindi di 9 secondi.

“9 Seconds” parte proprio da questa ricerca. Essa è un’applicazione che si propone di raggiungere un ambizioso obiettivo: quello di cambiare il rapporto con il nostro cellulare e quindi le nostre abitudini di vita, sociali e lavorative. L'app nasce dalla voglia di risolvere un problema sempre più comune: la dipendenza da smartphone e tutto ciò che ne deriva. E lo fa attraverso un gioco basato su un meccanismo di “rinuncia-ricompensa” in grado di premiare i giocatori per il tempo passato offline. Un sistema innovativo che mira a creare consapevolezza verso l’uso del proprio cellulare, la cui unità di misura è scandita proprio dal tempo.

Alla base del meccanismo dell’applicazione vi sarà, infatti, un timer, che, una volta azionato, permetterà di accumulare progressivamente un certo punteggio. Tale score aumenterà di minuto in minuto, in base al tempo che il giocatore deciderà di dedicare al di fuori del suo cellulare. Alcune regole del gioco permetteranno all’utente di usare il cellulare anche in corso d’opera, ma tutto ciò genererà, di volta in volta, una progressiva diminuzione del punteggio complessivo.

Chi vince? Chi resisterà più dei suoi avversario! La vittoria ti permetterà di conservare il bottino di punti raccolto. 

Ogni utente avrà infatti a disposizione tre modalità di gioco: “Sfida Singola”, che permetterà di lanciare una sfida ad un altro giocatore online e provare a resistere più del suo avversario; “Sfida di gruppo”, nella quale si potrà competere con una lista di amici; e “Sfida in Locale”: qui l’utente potrà accumulare un punteggio non usando il cellulare in un locale commerciale convenzionato con l’app.

Una volta aperta, l'app promette, infatti, di segnalarti in tempo reale, attraverso una mappa geolocalizzata, alcuni locali denominati “Partners”. Si tratta di attività commerciali nelle quali sarà possibile raccogliere punti, azionando il timer, e mettendo semplicemente da parte il vostro cellulare.

Alla fine di ogni settimana, l’utente che avrà accumulato un punteggio maggiore, dato dalla somma dei punti delle tre modalità, (i punti raccolti nei locali avranno un peso maggiore) avrà la possibilità di ricevere in cambio dei premi, offerti proprio dalle aziende partners


I nostri ambiziosi obiettivi

Il meccanismo di 9 Seconds permette di individuare diversi vantaggi, sia per gli utenti che per le aziende.

Il primo obiettivo nei confronti dell’utente sarà quello di contrastare la dipendenza da smartphone, attraverso un sistema unico ed innovativo che permette di premiarti per il tuo periodo offline; l’app vuole inoltre incidere sull’aumento della concentrazione, con la possibilità di mettere il telefono in pausa nei momenti di maggior produttività, come lo studio o il lavoro; ma soprattutto, il progetto vuole incoraggiare la socializzazione: 9 Seconds incentiva lo scambio sociale, favorendo l’aggregazione nei locali commerciali e “costringendo” lo stesso utente a partecipare ad un confronto vis à vis senza interruzioni e pause telefoniche (è concessa solo la chiamata).

Per quanto concerne l’azienda, 9 Seconds aiuta ad aumentare la clientela in un modo pratico ed intelligente, che permette ai sottoscrittori di sposare un valore etico importante ed ottenere un profitto evidente. Oltre ad incoraggiare la clientela, l’app consente inoltre di avere accesso a mirati dati statistici, provenienti dal flusso di gente accorso nel locale stesso. Senza dimenticare la buona dose di pubblicità offerta dalla stessa piattaforma.

Ogni azienda, tramite qualsiasi mezzo di pagamento online, come PostePay, potrà comprare un pacchetto di Coins, che permetteranno di usufruire di vari servizi all’interno della piattaforma.

I Coins permetteranno alle attività commerciali di essere visualizzate all’interno della mappa geolocalizzata per un certo periodo di tempo. Essi consentiranno alle aziende di essere attive nella piattaforma, ma saranno le stesse a determinare la durata di permanenza. E quindi di decidere, quanto, quando e come rimanerci.  

E’ bene sottolineare che 9 Seconds non vuole essere uno strumento di contrasto nei confronti dello smartphone, mezzo utile e indispensabile in molte situazioni quotidiane, ma soltanto un supporto per combattere il suo abuso nei momenti in cui non è strettamente necessario ed il suo utilizzo diventa quasi superficiale.  

La forza dell’applicazione è data infatti dalla tipologia di problematiche che vuole affrontare. Si tratta di problematiche reali, identificate, universali e ormai sotto gli occhi di tutti. Ma spesso considerate un tabù. Un tabù che 9 Seconds vuole riuscire a superare con una soluzione semplice, utile e completamente nuova.  

Come verranno utilizzati i fondi

Il vostro supporto ed il vostro sostegno sarà fondamentale per dare vita al nostro progetto. I fondi racconti da questa campagna verranno infatti utilizzati per:

- Costituzione della la start-up

- Produzione dei portatelefono

- Sviluppo dell'app

- Costi di pubblicità e marketing

Chi c'è dietro al progetto

Quattro ragazzi salentini con la voglia di cambiare in meglio il mondo in cui vivono:

- Luca Podo, Laureato in Ingegneria dell'Informazione

- Alessandro Colonna, Laureato in Scienze della Comunicazione

- Benito Taccardi, Laureato in Ingegneria dell'Informazione

Davide Margarito, Grafico Pubblicitario

Il gruppo salentino ha maturato la propria idea d'impresa nell'ambito del Contamination Lab dell'Università del Salento, un laboratorio in cui si sviluppano:

- processi virtuosi di contaminazione al fine di accrescere spirito d’iniziativa, creatività e cultura imprenditoriale, 

- capacità di saper tradurre idee in azioni, per realizzare progetti di innovazione a vocazione sociale ed imprenditoriale in linea con le specificità dell’Università del Salento e del territorio.

Mentor e coach del gruppo sono stati Valentina Ndou, Pasquale Stefanizzi e Luigi Patrono, rispettivamente Professore Aggregato del Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione dell'Università del Salento, facilitatore della comunicazione del Contamination Lab e Professore del Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione dell'Università del Salento .

1552067749622995 52498840 553870295094071 2777850466116042752 n

Un progetto a cura di

9 Seconds

Siamo quattro ragazzi di 22/23 anni con differenti percorsi di studio, che hanno sentito il bisogno di rispondere ad una problematica reale: quella della dipendenza da smartphone e tutto ciò che ne deriva. Durante un momento di riflessione, ci siamo accorti di passare troppo tempo sugli schermi dei cellulari, e così abbiamo deciso di dar vita a questo progetto, con l'ambizione di riuscire a portarlo avanti in ogni parte del mondo. 

Italia