Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Italia
Musica, Cinema
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Un film targato In Tormentata Quiete

Proviamo a unire musica e cinema con l'aiuto dei ragazzi del Felkar studio (guardate il video di R136a1). Dipende anche da voi!

1.030€
Chiuso il 15 giu 2019
6%
15.000€
Concluso

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Un film targato In Tormentata Quiete

Proviamo a unire musica e cinema con l'aiuto dei ragazzi del Felkar studio (guardate il video di R136a1). Dipende anche da voi!

1.030€
Chiuso il 15 giu 2019
6%
15.000€
Concluso

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

“Una necessità artistica”.

Quante volte abbiamo sentito dire questa frase da parte di chi usa l’arte come mezzo di comunicazione.

Chi segue gli InTormentataQuiete sa perfettamente che ogni passo fatto da noi è sempre stato dettato da una necessità comunicativa.

Non abbiamo mai scelto vie “paracule”, siamo stati sempre noi stessi, fin dal lontano 1998.

Abbiamo scelto il metal come radice della nostra musica senza però porci mai limiti risultando per molti non catalogabili e di difficile ascolto.

Abbiamo scelto di utilizzare 3 voci, abbiamo scelto di cantare SOLO in Italiano (con piccole parti in latino) in un mercato musicale (quello metal) dove tale scelta sembrava un suicidio.

Le partiture da noi fatte sono prettamente italiane. Abbiamo cantato del sole, del mare, della nebbia, della notte, della morte e della vita. Abbiamo sempre cantato dell’uomo. I nostri testi non sono mai stati banali (a detta di molti) e spesso siamo stati accusati di “emeticità”.

Ma la musica non è mai stata sufficiente! Le vie comunicative sono tante e molteplici in quanto le sfumature dell’uomo sono tante e molteplici.

E così nacquero i nostri 4 album

Il primo “InTormentataQuiete” che racconta i pensieri dell’uomo quando questo è solo e costretto ad ascoltare se stesso. Rendere vivi questi pensieri oltre la musica era necessario. Così contattammo Alex Mercatali che unì alla nostra arte la sua arte. La fotografia.

Il secondo fu “Teatroelementale” che racconta le azioni dell’uomo che susseguono ai pensieri fatti in “InTormentataQuiete”. Qui era necessario interpretare, e così, oltre alle fotografie delle sempre artistiche visioni di Alex Mercatali fu “necessario” usare il teatro per mettere in scena la mutazione del “non uomo” in “uomo”

Il terzo fu “Cromagia” che racconta le creazioni dell’uomo risvegliato o, in altre parole, Il perché della necessità dell’arte. Si narra di colori e di disegni da essi presi. Si parla di pittura. Fu naturale chiedere ad Eugenia Trotta di mettere le mani alle nostre parole per creare quadri. Si unì la musica alla pittura.

Il quarto fu “Finestatico” che racconta le emozioni dell’uomo di fronte alle sue opere. Le opere hanno la stessa forza dell’universo in quanto la luce di esso esiste solo se ci sono occhi in grado di decodificare i segnali da esso inviato. L’emozione dello scrutar l’infinito ci porta a nuove esigenze creative. Per esprimere tale ciclo chiedemmo a Giovanna Pugliano di disegnare l’universo usando le visioni che la nostra musica faceva nascere in lei!

L’unione di tutte queste forze hanno fatto nascere diversi booklet fondamentali per l’arte In Tormentata Quiete. Booklet sapientemente cuciti dalle mani di Luca Antoniazzi.

Ora siamo al quinto capitolo. L’uomo si ferma per mettere ordine al suo cammino, si ferma per piegare il tempo a proprio piacimento. I testi si fanno più descrittivi e le immagini corrono come in un film.

ED ECCO LA NUOVA NECESSITA’ COMUNICATIVA.

Un film, la settima arte! Questa volta, per comunicare il viaggio personale di un uomo nei propri ricordi abbiamo bisogno di qualcosa che vada oltre lo statico. Abbiamo bisogno di immagini in movimento, oniriche, VIVE!

Le parole e la musica di questo nuovo capitolo sono state ascoltate di nuovo da Alex Mercatali ed Eugenia Trotta che hanno creato i Felkar Studio (studio con il quale hanno girato il nostro unico video ufficiale del brano R136a1) e tali parole hanno fatto nascere una storia, un soggetto e una sceneggiatura. E’ tempo ora di mettersi a girare.

Ma il cinema è probabilmente l’arte più costosa. Da soli non abbiamo la forza economica per riuscire. La richiesta è alta ma se 1000 di voi crederanno in noi e compreranno anticipatamente il cd il traguardo diventa raggiungibile.

Noi ci prefiggiamo di rendere CD e FILM disponibile entro settembre 2020.

Ora sta a voi. Se volete accompagnarci in questo nuovo viaggio sapete cosa fare.

Utilizzo dei fondi raccolti

Attori, sala di posa, scenografie, truccatrice, riprese in esterna, riprese aeree,  video in 4k, registrazione, mixaggio, mastering, promozione e distribuzione del nuovo album

Chi c'è dietro al progetto: In Tormentata Quiete

In Tormentata Quiete viene alla luce nel 1998 dall'idea di fondere la passione e la melodia, tipiche della tradizione popolare italiana, alla forza espressiva del metal estremo, per fare da colonna sonora al viaggio dell'Uomo nel mondo delle sue Emozioni. Il viaggio inizia con il promo-CD "I Tre Attimi del Silenzio" (1999, autoprodotto), che descrive i tre momenti in cui l'uomo si trova veramente solo (Nascita, Morte, Masturbazione): un concept al tempo stesso affascinante e provocatorio in cui sono presenti i semi primordiali del sound che distinguerà il profilo musicale degli ITQ. Il primo full lenght "In Tormentata Quiete" arriva nel 2003 (Dawn of Sadness) per narrare un Uomo che nella sua solitudine si pone domande sulla sua esistenza ("L'idea. Che nasce. E scava. In me"); le sonorità sono tipiche di un black metal sinfonico con venature neo-folk. La successiva tappa del cammino prende forma con "TeatroElementale" (2009, MyKingdomMusic): finalmente l'Uomo prende coscienza/conoscenza di sè, ritrovando la voglia di tornare a vivere smettendo di sopravvivere ("Io sono l'Uomo che vive la vita, coltiva l'Anima e viene spinto dal Cuore. Per Sempre), dove la narrazione è accompagnata da una musicalità che si evolve verso uno stile più progressivo e d'avanguardia. Vivere è provare emozioni e la voglia di raccontare emozioni. Ciascuna emozione sarà rappresentata da un colore: il Blu, colore dell'Ispirazione, viene raccontato nel singolo "Il Profumo del Blu" (2011, autoprodotto), che anticipa l'album "Cromagia" che verrà alla luce nell'autunno 2014. Mai fermarsi, finito un viaggio ne parte un altro: Finestatico (2017, My Kingdom Music), un cammino attraverso il cosmo racchiuso dentro di noi, dove ciascun punto vitale diventa una parte del cosmo. Musiche che si originano dal buio ancestrale che tornano a risplendere in nuove e articolate armonie, come astri che illuminano ed oscurano le umane Scienza, Coscienza e Conoscenza. Ora un nuovo viaggio è alle porte. Un viaggio che porterà l’uomo a rivivere la propria vita scandendo il proprio tempo tramite i ricordi!

Chi c'è dietro al progetto: Felkar Studio

Lo studio è stato fondato nel 2017 quando io, Eugenia Trotta, e mio marito Alex Mercatali (fotografo ed esperto di immagine) si trovano a lavorare per la prima volta insieme al video R136a1 degli In Tormentata Quiete.

Entrambi amanti del bianco e nero in fotografia, pittura ed arte-video, abbiamo segnato il nostro primo lavoro con il nostro stile. 

Il nuovo progetto, questo film e che accompagna tutto il nuovo album ITQ è per noi del Felkar una sfida e non vediamo l'ora di metterci alla prova. 

Abbiamo un'idea che riflette molto il nostro stile, ma ci saranno scenari sorprendenti e richiami al futurismo. 

Già chiara nella nostra visione è la fotografia e le scenografie per ottenere un prodotto che rispecchi appieno le musiche e la poetica degli ITQ, con i quali abbiamo trovato una grande sintonia artistica.   

I felkar sono composti da:

Eugenia Trotta, docente di arte, pittrice.

Alex Mercatali, fotografo, colorist.

1551807070387892 15102017 photo at sector 11644416

Un progetto a cura di

Antonio ITQ

In Tormentata Quiete è una realtà artistica viva dal 1998. Da quando siamo nati abbiamo sempre risposto ad esigenze comunicative precise. Noi abbiamo bisogno di raccontare e raccontarci tramite la musica...ma non solo.

Abbiamo sempre legato il nome In Tormentata Quiete ad artisti e piccole realtà per unire forme diverse di Arte, questo nostro crescere ci fa credere fortemente nella realizzazione di questo nuovo entusiasmante e ambizioso progetto artistico. 

Siamo In Tormentata Quiete!

Seguici su

Italia