Una notte al mulino

Contribuisci
Icon close white 3f944adb9c9650063a8c1683e1d9c8ddfee10ac09af1a1b67c773197c39393aa
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Piemonte
Design
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Una notte al mulino

Riattivare il Mulino Sambuy per tornare a macinare a pietra grani a km zero e per dare una possibilità a persone svantaggiate

10€
-29 giorni
0%
5.000€
Contribuisci

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Tutto o niente

Una notte al mulino

Riattivare il Mulino Sambuy per tornare a macinare a pietra grani a km zero e per dare una possibilità a persone svantaggiate

10€
-29 giorni
0%
5.000€
Contribuisci

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Tutto o niente

Riattivare il Mulino Sambuy per una filiera corta del grano

Il mulino di Sambuy è un antico mulino a pietra che esisteva già nel medioevo come mulino natante sul Po, e nel 1867 è diventato un mulino di terraferma per opera dell’architetto Amedeo Peyron, il famoso progettista del primo parlamento italiano a Torino, uno che faceva le cose per bene, e infatti nel mulino è ancora tutto perfettamente conservato.


La ruota dell'antico mulino di Sambuy. Foto Geraci-Fattori


Certo, nel tempo la voce del mulino si è un po’ affievolita, il suo canto è un po’ rauco e i suoi ingranaggi necessitano di una bella oliata. Non solo gli ingranaggi, ma soprattutto lei: la ruota, ferma da oltre cinquant’anni è un po’ arrugginita, è lì a mollo da oltre 150 anni nel suo bel canale.

Abbiamo un sogno, come diceva uno più famoso di noi: far rinascere il mulino. Un tempo il mulino era un luogo di aggregazione, dove si producevano farine per sfamare tutta la comunità, ma anche un luogo dove ci si incontrava, ci si raccontava, e sulle pareti del mulino troviamo scritte e disegni che lo testimoniano.

Un polo di innovazione sociale, culturale e agricola viene ospitato all'interno di un antico mulino ad acqua di fine ottocento. Il canale attiguo al mulino si presta a ospitare una turbina microidroelettrica per generare corrente elettrica per l'impianto del mulino e per le abitazioni attigue, offrendo un servizio elettrico per la comunità. Le ampie e ben esposte superfici dei tetti della cascina del mulino ospiteranno un impianto fotovoltaico di ultima generazione, riducendo le emissioni di anidride carbonica  e permettendo l'indipendenza energetica dell'impianto delle serre dell'orto sinergico e delle piccole vasche per l'acqua coltura/acquaponica. Verrà favorita la fitodepurazione naturale delle vasche e si utilizzerà acqua piovana e del corso d'acqua attiguo, eliminando gli apporti dalla rete idrica. Le antiche macine del mulino vengono rimesse in funzione per macinare a pietra e con esse la ruota nel canale attiguo, simbolo di una rinascita e della rivalsa delle piccolo comunità, una “globalizzazione al contrario”.


Le nostre macine. Per ora maciniamo idee, ma presto...


Le attività saranno correlate a una filiera corta agricola biologica con la coltivazione di antiche varietà di cereali, sostenuti da energie rinnovabili e tecnologie agricole innovative (acquaponica)

Le attività sono finalizzate per favorire l’inserimento lavorativo di giovani e persone con fragilità. Si realizzerà all’interno del mulino un teatro di comunità ed eventi musicali per raccontare ciò che accade nel mulino.



I fondi verranno utilizzati per riattivare il vecchio mulino

Gli ingranaggi del mulino necessitano di una bella oliata e di un restauro accurato: vuoi darci una mano?

Nel dettaglio sistemeremo:

-ingranaggi

-componenti di legno

-ruota in ferro

-macine

-motore elettrico

Inoltre allestiremo dei pannelli solari sul tetto per alimentare una serra riscaldata per agricoltura sociale (attività di orto con scuole e disabili) e per alimentare un piccolo depuratore per il riuso dell'acqua.

L’associazione Mulino Sambuy ONLUS

L'associazione Mulino Sambuy è nata nel 2015 con l’intento di valorizzare la cultura e la socialità mediante la condivisione degli spazi del mulino. Attiva sul territorio con passeggiate, attività di inclusione sociale, concerti benefici, caccia al Tesoro,eventi di animazione ed eventi informativi sulla disabilità, l’associazione, da ormai quattro anni, organizza la Mangialonga Fragole e mulini. La manifestazione, a cui aderiscono centinaia di persone, è patrocinata da Fondazione ECM, Ecomuseo del Freidano, e dai comuni di San Mauro e Settimo Torinese, con un territorio popolato da oltre 50 mila persone, anche in collaborazione con Legambiente Settimo, Pro Loco San Mauro e Pro Loco Settimo e Associazione Italiana Amici dei Mulini Storici. Il mulino si trova sul percorso della via Francigena e il Mulino Sambuy verrà a breve inserito nei punti tappa del cammino di interesse  nazionale; inoltre si trova  a un centinaio di metri dal tracciato della ciclovia Vento ed è situate nel territorio del Parco Collina Po, sito MAB Unesco.

Valorizziamo l'antico mulino di Sambuy in un polo di innovazione sociale e culturale: maciniamo idee per la trasmissione di antichi mestieri e l‘inclusione sociale di persone con autismo, ridiamo voce ad una comunità

1547911354468521 copertina pdb

Un progetto a cura di

Mulino Sambuy ONLUS

L'associazione nasce nel 2015 da un gruppo di amici esperti nel sociale e in tematiche ambientali. Da cosa nasce cosa e infatti abbiamo già realizzato una quindicina di iniziative di animazione sul territorio della provincia di Torino, tra cui passeggiate, polentate, laboratori di orto e serate divulgative per parlare di disabilità, integrazione e nuovi modi per progettare una società più sostenibile per le persone e per l'ambiente. Seguici sui social per le news e sul nostro sito mulinosambuy

Piemonte