Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Editoria

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

Referendum: Le ragioni del NO, un libro di Altreconomia

Guida al voto per il referendum sulla riforma della Carta Costituzionale: le proposte di modifica articolo per articolo.

3.835€
153% di 2.500€
29 lug 2016
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Referendum: Le ragioni del NO, un libro di Altreconomia

Guida al voto per il referendum sulla riforma della Carta Costituzionale: le proposte di modifica articolo per articolo.

3.835€
153% di 2.500€
29 lug 2016
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

3.500 grazie!

Con il vostro contributo abbiamo raggiunto e superato anche il secondo traguardo della nostra raccolta fondi: 3.500 euro. Il libro è già in stampa e sarà consegnato dopo la pausa estiva. A fine agosto invieremo le copie e le ricompense.

Come promesso, a tutti i donatori verrà inviata anche la ricompensa extra: un codice sconto del 20% per gli acquisti di libri attraverso il nostro sito.

Il nostro lavoro però non si ferma. Continuate a condividere "Le ragioni del NO" per garantire a tutti un’informazione indipendente in vista del referendum!

GRAZIE!


Le ragioni del NO spiegate passo per passo

Entro l’autunno del 2016, i cittadini italiani saranno chiamati alle urne per votare al referendum “confermativo” sulla revisione della Costituzione approvata nell'aprile 2016 da una maggioranza inferiore ai due terzi del Parlamento. Potranno cioè approvare (con il “sì”) o respingere (con il “no”) gli effetti di un disegno di legge costituzionale che non solo modifica la natura e l’operato del Senato della Repubblica, ma stravolge la Carta Costituzionale (cambiando 47 articoli su 139).

"Le ragioni del NO!" è un piccolo libro di Altreconomia edizioni - curato dal suo giornalista Duccio Facchini - che spiega in modo chiaro, sintetico ma completo, articolo per articolo, argomento per argomento - la "riforma" costituzionale, quali siano opportunità e problemi connessi alla sua entrata in vigore e quali i rischi per la democrazia e la sovranità popolare (connessi al sistema elettorale previsto dall'"Italicum") e tutti gli altri problemi, giuridici e sostanziali, che la riforma porta con sé. Uno strumento utile per i singoli cittadini, per i comitati per il NO, per associazioni e gruppi che vogliono ricevere - ma anche diffondere - un'informazione chiara e articolata sul tema.

Una risposta diretta e semplice alle domande sul tema. "Le ragioni del NO!" spiega che cos'è e da dove trae origine la "riforma costituzionale", illustrando e criticando - articolo per articolo - il DDL Boschi e affrontando dal punto di vista giuridico, politico e valoriale le più spinose questioni, tra cui: la nascita di un Senato di non eletti che non rappresenta né i cittadini né le Regioni, la complessità dei nuovi procedimenti legislativi, gli ostacoli posti alla partecipazione popolare, i tanti "pasticci" giuridici e soprattutto il "combinato disposto" con la legge elettorale Italicum, che permetterebbe a un partito (e a un "capo della forza politica") di governare a proprio piacimento, pur rappresentando solo una piccola minoranza degli elettori.

Il libro inoltre sfata i miti che la "narrazione" del Governo ha costruito: il cosiddetto superamento del bicameralismo paritario, la riduzione (scarsa) dei "costi" della politica, la retorica del nuovo e il ricatto del "plebiscito" sul Governo di Matteo Renzi. Completano il libro le autorevoli opinioni di illustri costituzionalisti e giuristi, tra cui Ferrajoli, Carlassare, Besostri, Angiolini e Pace. In appendice materiali per approfondire e contatti utili. Per dire NO, a ragion veduta.

Come verranno utilizzati i fondi

I fondi copriranno i costi di preparazione e di stampa del libro che Altreconomia promuoverà poi in tutti i propri canali diretti: le botteghe del commercio equo e solidale, le presentazioni, gli eventi e attraverso i suoi strumenti on line, il sito web altreconomia.it e i social network.

Chi c'è dietro al progetto

Altreconomia edizioni pubblica una rivista mensile e circa 20 libri all'anno, sui temi dell'economia solidale, degli stili di vita e dei diritti. La testata "Altreconomia" e la casa editrice sono "proprietà" di Altra Economia, una cooperativa composta da oltre 600 soci lettori, librerie, associazioni e altre cooperative e persone giuridiche. L’assoluta indipendenza dell’informazione di Altreconomia è garantita dal suo “assetto proprietario” e dal fatto che non beneficia di alcuna sovvenzione, ma vive grazie alle vendite dei propri prodotti e servizi.

A differenza dei media mainstream Altreconomia si prende la libertà di non dipendere dalla pubblicità, limitata e scelta con cura rispetto alla credibilità e al profilo etico degli inserzionisti.

Le collane dei libri comprendono saggi sui temi dell'altra economia, le guide al turismo e alle idee responsabili, i piccoli manuali di autoproduzione (Io lo so fare) e altri titoli fuori collana. I suoi libri sono distribuiti in libreria, nelle botteghe del commercio equo e online, attraverso il sito www.altreconomia.it

1466433543269378 ae contratto

Un progetto a cura di

Altreconomia

Altreconomia è una casa editrice indipendente che pubblica la rivista "Altreconomia" e libri dedicati ai temi dell'economia solidale, del consumo critico e degli stili di vita sostenibili.

Dal 1999, Altreconomia racconta le dinamiche della globalizzazione e le ingiustizie sociali, ma anche le proposte e le buone pratiche dell’economia “delle relazioni solidali”.

Società Cooperativa con oltre 600 soci, Altreconomia non riceve finanziamenti pubblici.