Tempi Morti

Contribuisci
Icon close white 3f944adb9c9650063a8c1683e1d9c8ddfee10ac09af1a1b67c773197c39393aa
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Italia
Cultura, Civico, Cinema
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Tempi Morti

Un progetto sperimentale inedito, crossmediale ed interdisciplinare per produrre un cortometraggio e uno spettacolo teatrale

Tutto o niente
Obiettivo: 10.000€

Tempi Morti

Un progetto sperimentale inedito, crossmediale ed interdisciplinare per produrre un cortometraggio e uno spettacolo teatrale

Tutto o niente
Obiettivo: 10.000€

Di cosa si tratta

Tempi Morti è un progetto sperimentale inedito, crossmediale ed interdisciplinare che ha come obiettivo quello di sensibilizzare una cittadinanza consapevole attraverso una riflessione partecipativa e inclusiva su temi attuali, a partire dal legame tra ‘900 e contemporaneità, usando la partecipazione culturale come leva di innovazione civica.
È quindi un progetto completo, atto a rappresentare un'unica storia, adattata ai diversi generi di trasposizione (l’arte cinematografica e quella teatrale) che produrrà un cortometraggio di fiction uno spettacolo teatrale con il coinvolgimento di una rete di partner del territorio piemontese e nazionale.

Tempi Morti gioca con ironia, per affrontare contenuti profondi. A partire da un testo comune, il cortometraggio e lo spettacolo teatrale si svilupperanno con contaminazioni e sinergia sui temi degli IMI (Internati Militari Italiani) e della perdita della memoria, intesa come forma patologica dell’essere umano. 

Entrambi i gruppi creativi percorreranno lo stesso lavoro di ricerca e di formazione grazie all'apporto di giornalisti, psicologi, storici e di ex Internati Militari Italiani. Alcune scene del cortometraggio saranno utilizzate in modo originale all’interno dello spettacolo teatrale ed alcuni attori, che faranno parte della performance, saranno protagonisti del film. La cittadinanza sarà inoltre invitata a esprimere e a raccontare la propria esperienza, i propri ricordi, le proprie riflessioni grazie ad un forum presente sul portale www.tempimorti.itTali testimonianze verranno poi rielaborate e inserite all’interno dello spettacolo teatrale al fine di rendere più vicina e diretta la performance al pubblico. Particolare focus sarà dedicato alla diffusione del progetto nelle scuole, in occasione di tre ricorrenze specifiche:

27 gennaio (Giornata della Memoria), 25 Aprile (Festa della Liberazione) e 8 Settembre (Armistizio). 

Durante gli incontri scolastici saranno incoraggiati dibattiti e approfondimenti sui temi in questione al fine di favorire una maggiore presa di coscienza civica. 

Attraverso alcuni questionari e le risposte degli studenti, sarà possibile comprendere il grado di sensibilizzazione promosso delle opere presentate. 

Il progetto partirà produttivamente a maggio 2019 e terminerà a gennaio 2020.

Come verranno utilizzati i fondi

I fondi che verranno ricavati dalla raccolta fondi saranno utilizzati per la creazione della piattaforma www.tempimorti.it e per adempiere a parte delle spese relative alla produzione del cortometraggio.

In un mondo fatto sempre più sovente di pubblico “passivo”, ci siamo chiesti come far sentire le persone parte di un progetto che, in fondo, essendo Storia accaduta, li riguarda. 

È nata così l’idea di creare un Forum dedicato a campi di internamento degli Imi, in cui dare voce a tutti quelli che hanno qualcosa da raccontare sull’argomento. 

Questo forum sarà un’ottima occasione per trovare nuovi spunti e suggestioni per il progetto stesso, coinvolgendo attivamente tutti coloro che hanno qualche piccola storia da raccontare, diretta o indiretta, o qualche riflessione sulla più grande Storia

Crediamo che un invito a ricordare e raccontare sia quanto mai urgente oggi, in un momento storico che sembra invece dirci che si debba guardare al futuro voltando le spalle al passato. Le storie e le suggestioni verranno raccolte durante il processo di stesura dello spettacolo teatrale e alcune verranno propriamente inserite all’interno della drammaturgia, rendendo coautori le persone che avranno avuto voglia di “dire la loro”. 

Sarà quindi attivato uno spazio (forum) apposito del sito www.tempimorti.it, sito dedicato anche alla descrizione del funzionamento del progetto e delle sue relative news; oltre a questo le pagine dedicate dei canali social (Facebook e Instagram), attraverso alcune brevi campagne, inviteranno a visitare il portale.

Chi c'è dietro al progetto

I promotori del progetto sono l’Associazione Culturale H12 e l’Associazione Onda Larsen che, già a partire da febbraio 2018, hanno iniziato un lavoro di ricerca, di scrittura e di coinvolgimento con enti che hanno dato il loro apporto significativo al progetto come il Polo del ‘900, ANEIANRP, ANPI e ARCI.

La casa di produzione H12 FILM ha da poco festeggiato i suoi primi 10 anni di attivi, 10 candeline come le 10 opere che ha realizzato fino ad oggi principalmente incentrate sulla valorizzazione del patrimonio artistico, storico e culturale italiano

Tra cortometraggi, installazioni multimediali, eventi culturali, documentari storici e laboratori didattici nelle scuole, H12 ha lavorato sempre a stretto contatto con le diverse anime del territorio, proponendo un approccio inclusivo alla creatività che coinvolga la collettività

L’ultima opera in corso di post-produzione, finanziata con fondi europei, è Debo-Bamtare, un documentario che mostra il ruolo della donna all’interno della società senegalese.
Le opere di H12 FILM sono state selezionate e premiate a diversi festival internazionali oltre ad essere distribuite su canali TV e Pay-TV come SKY e RAI (info su www.h12.it).

La compagnia Onda Larsen dal 2008 produce e distribuisce spettacoli teatrali occupandosi inoltre di didattica e di organizzazione di eventi culturali come, ad esempio, il TORINO FRINGE FESTIVAL (in collaborazione con altre compagnie del territorio). 

Dal 2008 ad oggi la compagnia allestisce spettacoli spaziando in tutti i generi, fino a focalizzarsi e specializzarsi nella commedia inedita contemporanea. 

Peculiarità di Onda Larsen, infatti, è di avere al suo interno la drammaturga Lia Tomatis, vincitrice di una borsa di studio assegnatale da Sergio Rubini, ideatrice di molti degli spettacoli prodotti dalla compagnia. 

Onda Larsen, oltre allo sviluppo della ricerca artistica, organizza laboratori per professionisti tenuti da personalità di spicco del teatro italiano e internazionale, come i registi Emiliano Bronzino, Daniele Salvo, Mauro Avogadro, Marco Lorenzi, Jurij Ferrini, Michele De Vita Conti. (info su http://ondalarsen.org)

1545042403009471 27459492 10156270786589448 2993227753973113734 n

Un progetto a cura di

Damiano Monaco

Damiano Monaco è un videomaker, regista e produttore esecutivo piemontese. 

Nel 2007 fonda la casa di produzione cinematografica Associazione Culturale H12, con la quale produce 10 opere tra cortometraggi, documentari e film premiati a diversi festival internazionali e distribuiti su canali TV come SKY e RAI

Oro Bianco” il suo ultimo documentario è stato distribuito su RAI STORIA.

Italia