Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Torino
Solidarietà, Ambiente, Civico
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

F-Ortifichiamoci!

Agricoltura sociale per la cittadinanza attiva, l'intercultura e l'inclusione sociale in due aree verdi della città di Torino

10.004€
Chiuso il 27 apr 2019
Finanziato
Tutto o niente
Obiettivo: 10.000€

F-Ortifichiamoci!

Agricoltura sociale per la cittadinanza attiva, l'intercultura e l'inclusione sociale in due aree verdi della città di Torino

10.004€
Chiuso il 27 apr 2019
Finanziato
Tutto o niente
Obiettivo: 10.000€

Agricoltura sociale e intercultura per l'inclusione

Il progetto "F-ORTIfichiamoci!" vuole promuovere la socialità, l'inclusione ed il dialogo interculturale, responsabilizzando la cittadinanza verso la cura e la riappropriazione del verde comune, aumentando le conoscenze sull'alimentazione sana, l'agricoltura contadina e la sovranità alimentare per favorire il protagonismo dei consumatori di ogni età, facilitando l’incontro e il confronto tra culture differenti attraverso il cibo.

L’iniziativa, della durata di 5 mesi, si svolgerà in due aree verdi poco valorizzate delle circoscrizioni 6 (Bunker, Barriera di Milano) e 8 (Giardin8, San Salvario) della Città di Torino, dove verranno progressivamente attivati due orti urbani gestiti da gruppi di cittadini, impegnando soggetti di tutte le età con particolare attenzione al coinvolgimento di persone di origine straniera e/o in condizioni di fragilità (economica, fisica, psichica, cognitiva, relazionale, ecc.)

Nelle due aree verranno organizzati 2 corsi di orticoltura a cadenza settimanale dedicati a soggetti in carico ai servizi socio-assistenziali del comune, che verranno accompagnati da facilitatori esperti alla scoperta dell’agricoltura sociale, una pratica che promuove il benessere psicofisico della persona e potenzia le capacità e le risorse personali, incoraggiando il protagonismo e la responsabilizzazione. 

La partecipazione ai percorsi prevederà l’erogazione di voucher per i beneficiari a titolo di rimborso spese.

Verranno inoltre realizzati 12 laboratori ludico-didattici dedicati a bambini, giovani, adulti ed anziani con il coinvolgimento delle scuole e dei circoli ricreativi del territorio, riguardanti diverse tematiche agro-ecologiche in un’ottica interculturale (autoproduzione di saponi e cosmetici naturali, riciclo, coltivazione ed utilizzo delle piante aromatiche, orti in vaso, ecc.).

Per incuriosire e coinvolgere maggiormente la cittadinanza, verranno organizzati 3 aperitivi etnici all’aperto in collaborazione con le comunità vietnamita, peruviana e senegalese residenti sul territorio torinese che presenteranno le ricette tipiche di tre aree del mondo (Sud Est Asiatico: Vietnam, Sud America: Bolivia & Perù, Africa: Senegal).

Il progetto si chiuderà con grande evento finale durante il quale sarà possibile visitare i due orti urbani e acquistare piantine in vaso e oggettini realizzati con prodotti di riciclo dai beneficiari del progetto di ogni età, genere e provenienza.

Come verranno utilizzati i fondi?

Le realizzazione delle attività è prevista tra i mesi di aprile e settembre 2019.

I fondi verranno utilizzati per sostenere l’implementazione del progetto: 2 percorsi di agricoltura sociale con erogazione di voucher per i partecipanti, 12 laboratori ludico-didattici, 3 aperitivi etnici, assicurazione per i partecipanti, acquisto di materiali ed attrezzature e realizzazione di 1 evento finale.

Circa il 60% dei fondi sarà destinato ai 2 corsi di agricoltura sociale settimanale dedicati ai soggetti in carico ai servizi socio-assistenziali del comune per i quali è prevista l’erogazione di voucher di rimborso spese per la frequenza. I percorsi consisteranno di lezioni teoriche-pratiche su floricoltura e orticoltura e saranno condotti dai formatori esperti delle associazioni Amici di MAIS e MAIS con il supporto di RABADAN per le attività di riciclo creativo. 

Riguarderanno principalmente la preparazione del terreno alla semina, la gestione delle piante aromatiche, semina, piantumazione, rinvasi, trapianti, moltiplicazione per talea, tecniche di irrigazione a risparmio idrico, costruzione di compostiere, ecc.

Altre risorse verranno utilizzate per l’animazione dei laboratori ludico-didattici dedicati a bambini, giovani, adulti ed anziani e l’acquisto dei relativi materiali (11%), per la preparazione degli aperitivi etnici con il coinvolgimento delle comunità straniere torinesi (13%) e per l’organizzazione e gestione dell’evento finale di presentazione delle aree verdi riqualificate e dei prodotti realizzati (11,5%)

I fondi restanti saranno destinati alle spese di gestione del progetto e alla stipula di un’apposita assicurazione contro gli infortuni per tutelare i partecipanti nello svolgimento delle attività pratiche.

Chi c'è dietro al progetto?

Amici di MAIS è un’associazione di volontariato torinese che si occupa dal 2011 di sensibilizzazione a livello cittadino e regionale sui temi dei diritti umani e dello sviluppo sostenibile. Ha organizzato, in rete con altre associazioni, eventi pubblici rivolti a giovani e adulti. Negli anni l’associazione ha sviluppato numerose esperienze nell’elaborazione e conduzione di laboratori didattici nelle scuole di ogni ordine e grado, nella gestione di attività di supporto allo studio e di formazione sia per i giovani sia per gli adulti e nel facilitare percorsi di agricoltura sociale in alcune aree verdi di Torino.

MAISMovimento per l’Autosviluppo, l’Interscambio e la Solidarietà è una Ong torinese attiva dal 1990. Promuove la cooperazione tra i popoli e la costruzione di un mondo più giusto e solidale, sostenendo progetti di autosviluppo, difesa dei diritti umani e contro ogni forma di sfruttamento e di esclusione sociale, in particolar modo di quei settori più vulnerabili come i minori, le donne, i piccoli produttori e in generale tutti i soggetti ai quali non vengono riconosciuti libertà e diritti. MAIS promuove differenti forme di interscambio di esperienze, sia all’interno dei diversi paesi del Sud del mondo in cui opera, che tra il Nord e il Sud, con lo scopo di favorire l’informazione e la riflessione sulle cause dell’ingiustizia, dello sfruttamento e della disuguaglianza sociale ed economica.

RABADAN è un laboratorio di espressione artistica afferente alla Circoscrizione 8 che utilizza prevalentemente materiali di scarto con l'obiettivo di "cambiare faccia al rifiuto" in senso pratico e metaforico. Dal 1999 ad oggi ha coinvolto nelle sue attività utenti disabili delle Circoscrizioni 8, 1 e 9, adulti e bambini delle scuole, signore e signori del Centro d'Incontro Borgo Po. Amici di MAIS è un’associazione di volontariato che si occupa dal 2012 di sensibilizzazione a livello cittadino (Torino) e regionale sui temi dei diritti umani e dello sviluppo sostenibile.

1544789088328516 amici

Un progetto a cura di

Amici di MAIS

Amici di MAIS è un’associazione torinese di volontariato che si occupa dal 2011 di sensibilizzazione a livello cittadino e regionale sui temi dei diritti umani e dello sviluppo sostenibile.

Ha esperienza nell’elaborazione e conduzione di laboratori didattici nelle scuole di ogni ordine e grado, nella gestione di attività di supporto allo studio e di formazione sia per i giovani sia per gli adulti e nel facilitare percorsi di agricoltura sociale nelle aree verdi di Torino.

Seguici su

Torino