Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Italia
Solidarietà, Tecnologia
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Amelie: la prima app italiana per la salute mentale

Amelie offre supporto tra pari, linea di ascolto, counseling invalidità/lavoro, terapia psicologica cognitiva e corsi online.

20€
Chiuso il 04 mag 2019
0%
6.000€
Concluso

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Amelie: la prima app italiana per la salute mentale

Amelie offre supporto tra pari, linea di ascolto, counseling invalidità/lavoro, terapia psicologica cognitiva e corsi online.

20€
Chiuso il 04 mag 2019
0%
6.000€
Concluso

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Non ti sentirai solo, mai.

Amelie è una app che cerca di rendere il tuo mondo favoloso...come il film da cui prende il nome, a colori. 

Offre:

  • CONNESSIONE H 24 CON ESPERTI TRA PARI, persone che come te hanno vissuto momenti down e ne sono usciti, sia via chat che in videochiamata;
  • LINEA di ASCOLTO a te dedicata che ti informa su a chi rivolgerti nel territorio per avere aiuto immediato; 
  • SEDUTE DI PSICOTERAPIA ON LINE con uno psicologo sempre disponibile e a un costo molto accessibile; 
  • COUNSELING SU l'INVALIDITA', lavoro e diritti, con esperti che ti consigliano come muoverti per essere tutelato nella società;
  • MIND MONITOR: ti aiuta a monitorare il tuo umore, registrare cosa ti fa star bene e male, come reagisti...come se tu avessi un diario.

Amelie verrà collegata al sito Bipolari.it, fondato nel 2008 da  Marcello Gambetti e Serena Peccianti, ideatori dell'app. Sul sito potrai trovare tutte le informazioni che ti servono per sapere cos'è la depressione e il disturbo bipolare e come si può curare, e avrai l'accesso a Moduli di E LEARNING a te dedicati su varie tematiche, dalla formazione dei peers ,delle famiglie, degli operatori,  moduli specifici per l'auto miglioramento e l'auto realizzazione, minduflness. e tanti altri . 

Amelie si basa sul modello del Peer support -supporto tra pari,  diffuso in America e promosso dal prof.Marcello Maviglia, membro del team di progetto psichiatra italiano che lavora da molti anni in america con pratiche di recovery- recupero dello stato di salute prima dei sintomi della malattia.

La prima funzionalità PEER SUPPORT è appositamente studiata per favorire l'assistenza da parte di pari, i peers, persone che hanno percorso la strada della recovery, ossia guarigione e recupero di uno stato prima dei primi sintomi, e con la loro esperienza "supportano" le persone che vivono un momento di disagio.

Il progetto infine, cosa fondamentale, si propone nel sottofondo di fondare la PRIMA ASSOCIAZIONE A CARATTERE NAZIONALE formata da UTENTI DELLA SALUTE MENTALE.POTRAI CONTRIBUIRE, SE VUOI, ALLA SUA FONDAZIONE E FARNE PARTE. 

La filosofia del recovery e il Peer support

Per recovery si intende una serie di  servizi di salute mentale innovativi si focalizzati su forme integrate di sostegno psicologico e psicoeducativo finalizzato al recupero del  benessere della persona  e assenza di sintomi, grazie all'aiuto delle famiglie,dei peers support,l'assistenza mirata anche con l'ausilio delle nuove tecnologie.

Esperto in Supporto tra Pari (Peer support ), è  individuo, che ha esperienza vissuta di un disturbo mentale importante, ma che ora si trova in una fase avanzata di recovery e che, in virtù della propria esperienza personale, ben conosce le difficoltà connesse al paradigma 'malattia mentale' e allo stigma. 

I Peer supporter sono persone il cui sapere è basato sull’esperienza e imparano a valorizzare e riconoscere questa risorsa.L’ESP è la prova che dal disagio si può uscire e/o comunque, nonostante esso, si può avere una buona qualità della vita.

L'efficacia del modello è dimostrato da diverse ricerche condotte in questo campo,le quali mostrano che il supporto tra pari porta dei benefici sia al Peer Supporter che ai soggetti in fase di recovery meno avanzate, infatti:i Peer Supporter hanno una riduzione del ricorso al ricovero ospedaliero, crescita personale, maggior fiducia nelle proprie possibilità, maggior senso di auto-efficacia e migliore autostima, capacità di far fronte ai disturbi, empowerment e speranza;I pari, che hanno potuto far conto sul Peer Supporter, migliorano la sintomatologia, aumentano la loro rete sociale e la loro qualità di vita

Come verranno utilizzati i fondi

Il nostro primo obiettivo è di 6000 euro, che verranno utilizzati per lo  sviluppo dell'app e l'attivazione funzione PEER SUPPORT e pubblicazione su ANDROID

Se la campagna dovesse superare questa cifra, ogni 2200 euro in più verrà sviluppata dal punto di vista software una delle altre funzionalità della app: la Linea di ascolto, la Video terapia, il Counseling su invalidità e lavoro e contemporaneamente verrà implementato un modulo-corso in e learnig sul sito bipolari.it.

LE PERSONE CHE AVRANNO CONTRIBUITO  RICEVERANNO COME RICOMPENSA IL DOWNLOAD GRATIS DI CIASCUNA FUNZIONE CHE VERRA' VIA VIA ATTIVATA A SECONDA DELLA SOMMA ACCANTONATA.

In parole povere... più sono i contributori e maggiore è il valore della ricompensa! :-)

Il costo maggiore del progetto di Amelie è rappresentato dallo staff, che è composto dai Peer supporter per la prima funzionalità, che si metteranno a disposizione h 24, gli psicologi  per la linea d'ascolto e le video sedute, gli esperti si invalidità e lavoro, che apparterranno ai sindacati di categoria. Per sostenerlo stiamo attuando una campagna di fundraising su fondi regionali per la sanità, fondazioni e Asl, per u totale da raccogliere di 100.000 euro. 

Chi c'è dietro al progetto

Il progetto nasce dall'idea condivisa di Marcello Gambetti, informatico di professione ed ex utente psichiatrico, fondatore del sito www.bipolari.it e numerosi gruppi Facebook e yahoo, e Serena Peccianti, ex utente e di lavoro project manager sui finanziamenti comunitari . Per il sito internet, primo sito tematico su google sul disturbo bipolare e per l'idea di creare l'Associazione Optimamente, prima associazionea carattere nazionale tra utenti psichiatrici, siamo stati invitati nel 2012 in Rai alla Trasmissione £Cominciamo Bene" dove abbiamo potuto esprimere le nostre idee  https://www.youtube.com/watch?v=xGxhjTwiAYc&t=339s

La parte scientifica-medica della app è stata sviluppata sotto la consulenza del prof. Marcello Maviglia , che lavora nel New Mexico da molti anni praticando tecniche di recovery basate sull'ipiego dei Peer Supporter in affiancamento ai pazienti, e  del dott. Giovanni Placidi, psichiatra e psicoterapeuta di ampia fama in  Italia.

L'importanza della rete nel mutuo aiuto il ruolo di Amelie

Nella rete si vanno diffondendo negli ultimi anni  decine di  forme di interazione sociale in area sanitaria che , che vanno dall'utilizzazione di blog personali, all'uso di forum aperti o di gruppi di discussione chiusi. Si tratta di strumenti che molto si avvicinano ai gruppi di auto mutuo aiuto: forniscono informazioni e strategie di fronteggiamento di situazioni problematiche, incoraggiano la costruzione di un senso di comunità solidale, sviluppano la pratica della condivisione,
riducono il senso di isolamento, permettono l'attivazione delle risorse degli individui e promuovono, indirettamente, la salute ed il benessere. 

Nell'ambito della salute mentale, queste pratiche nascono dall'esigenza di promuovere e diffondere forme di mutuoaiuto che altrimenti non potrebbero raggiungere le persone in disagio emotivo che spesso tendono ad isolarsi nella vita quotidiana,mentre trovano più facile interagire grazie alla rete, spesso anche grazie all'anonimato, con utenti che condividono le solite problematiche, parlano “la stessa lingua”.

Dalle discussioni sorte su internet emergono importanti suggerimenti e riflessioni sui bisogni di assistenza integrata delle persone in disagio sui quali si fonda il progetto di Amelie. In primis l'importanza del supporto tra pari nei processi di miglioramento dello stato di salute dei pazienti e recupero-recovery . In secundis, l'importanza di coordinare questi strumenti di mutuo aiuto con l'affiancamento come moderatori o supervisori di personale sanitario, a garanzia della sicurezza di chat, forum, gruppi etc.

La mission di Ameliè sperimentare nella cura della depressione e del disturbo bipolare un modello integrato di assistenza da parte di psicologi e personale sanitario, mutuo aiuto, supporto online,assistenza telefonica, con il supporto di nuove tecnologie di mobile healt e vedere concretamente sul campo i risultati in termine di miglioramento della qualità di vita dei pazienti. Lo sviluppo della App consentirà contestualmente un risparmio considerevole nell'erogazione dei servizi di assistenza, in quanto numerose ricerche americane dimostrano come il Supporto Tra pari, affiancato alle cure tradizionali, consente una diminuzione della durata dei ricoveri ospedalieri e una minore re-ospedalizzazione, accellera la guarigione e contestuale dismissione da farmaci(Recovery), migliora l'empowerment dei Peers Supporter.

1541928256110107 logo optimamente

Un progetto a cura di

Associazione Optimamente

Amelie è gestita  da un team multidisciplinare L'ideatore, Marcello Gambetti è un informatico  di esperienza e inserisce l'app nella fitta rete di contatti con siti e gruppi di mutuo aiuto e informazione psichiatrica. Il Coordinatore, Serena Peccianti, è Project Manager cert. ISIPM  

Il prof. Marcello Maviglia garantisce il continuo aggiornamento dei moduli della app, con le novità in materia di recovery che vengono dagli USA .Il dott. Giovanni Placidi curerà la formazione dello staff in Italia


Italia