Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Italia
CULTURA, Formazione, Design
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Le Carlotte, Esploratori tattili

Realizza con le Carlotte nuovi libri tattili per la crescita dei nostri bambini

10.265€
102% di 10.000€
24 nov 2018
Data chiusura
Fondazione Carispezia
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Le Carlotte, Esploratori tattili

Realizza con le Carlotte nuovi libri tattili per la crescita dei nostri bambini

10.265€
102% di 10.000€
24 nov 2018
Data chiusura
Fondazione Carispezia
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Come è nato il progetto "Esploratori Tattili"

Un giorno abbiamo visto una bambina di 3 anni che guardava una rivista cartacea, invece di sfogliare le pagine, cercava di aprire una schermata col tipico gesto del touch screen.
Ci ha fatto riflettere e ci siamo rese conto che guardando il mondo col touch non si tocca realmente, specialmente una bambina che deve ancora conquistare il suo patrimonio di esperienze.

Il grande Bruno Munari ci ha lasciato un’eredità preziosa osservando acutamente che «La conoscenza del mondo, per un bambino, è di tipo plurisensoriale. E tra tutti i sensi, il tatto è quello maggiormente usato, il tatto completa una sensazione visiva e auditiva, dà altre informazioni utili alla conoscenza di tutto ciò che ci circonda. Il senso del tatto viene poi trascurato, come non importante, secondo gli adulti che sono stati a loro volta condizionati da un’educazione limitativa, orientata solo sulla vista e l’udito”.

Noi abbiamo fatto proprio questo principio, in fondo semplice e intuitivo, ma che spesso fatica ad entrare persino all’interno di percorsi didattici dedicati ai piccoli, raffinandolo e concentrando l’attenzione sulla ricerca di tessuti inusuali (a seconda del caso, di recupero o biologici e selezionatissimi), immagini dirette e curate, per produrre piccole opere d’arte di notevole impatto sensoriale (visivo e tattile) su bimbi anche molto piccoli.


Come verranno utilizzati i fondi

Creare libri tattili è una passione che tanti di voi condividono per i propri figli.

Per noi è diventata una vera e propria mission, che portiamo avanti quotidianamente, con non poche difficoltà. 

Investiamo la maggior parte delle nostre risorse per realizzare un progetto che cresce ogni giorno:

fino ad oggi abbiamo dovuto dire no a molte persone, perché non possiamo produrre più di un tot di libri con i mezzi a nostra disposizione.

Ci mancano macchine da cucire e altre attrezzature sartoriali professionali che riducono i tempi di produzione e di conseguenza i costi dei nostri libri, quindi una parte dei fondi sarà investita per rendere il laboratorio sartoriale più funzionale.

L’altra parte dei fondi sarà utilizzata per creare una rete di collaboratori che contribuiscano a migliorare ed espandere  “Esploratori tattili”

Pensiamo a: sarte, ricamatrici, magliaie,  educatori, psicologi, pedagogisti,  associazioni, asili, scuole, e tanti altri. 

Grazie al Vostro contributo possiamo dare un futuro meraviglioso a un progetto per il bene comune a partire dai bambini. 

Chi c'è dietro al progetto

Siamo un'associazione Culturale e ci chiamiamo le Carlotte. 

Ci adoperiamo per aiutare lo sviluppo della manualità e della capacità di espressione dei bambini,  per sviluppare la consapevolezza tattile e per avvicinare i bambini alla lettura fin dalla primissima infanzia coinvolgendo anche i genitori.

Svolgiamo attività associativa attraverso i laboratori tattili "Toccare per Apprendere" negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia, corsi di formazione per educatori, letture nelle biblioteche e librerie e collaborazioni con altre associazioni e con professionisti dell’educazione. 

La CRESCITA DELLA COLLETTIVITA’ è tra i primi obbiettivi dell’Associazione che mette in primo piano il “vivere bene e sano“ di tutta la comunità partendo proprio da coloro che saranno il futuro della comunità stessa: i bambini.

Per fare tutto questo l’Associazione utilizza libri tattili /sensoriali, letture tattili e laboratori tattili realizzati interamente in tessuto dal laboratorio sartoriale all’interno della sede.

Scheda tecnica delle ricompense e tempistiche:

La gestione degli ordini sarà fatta in base all’ordine cronologico dei sostegni su Eppela , prima fai l’offerta, prima ricevi la ricompensa quindi SBRIGATI!

Le ricompense sono a prezzo speciale, offerte riservate ai sostenitori del crowdfunding.

Libro cartaceo "Dove vai Signor Bo?":

racconto della storia di Signor Bo in italiano, inglese o tedesco.

n°pagine 10.

Libro componibile di stoffa *

misure: 20x20 cm

Composto da sei pagine, imbottitura in gomma piuma.

Componibile perchè si può scegliere il numero e le pagine.

Materiali: Stoffe dall'economia circolare, cotoni dipinti a mano, lavorazioni artigianali, alcune stoffe biologiche.

Libro di stoffa rilegato *

Misure 20x20 cm

Composto da 4 pagine fronte e retro, imbottitura in ovatta.

Materiali: Stoffe dall'economia circolare, cotoni dipinti a mano, lavorazioni artigianali, alcune stoffe biologiche.

Libro di stoffa rilegato grande *

35x45 cm

Composto da 4 pagine fronte e retro, imbottitura in fibra di mais.

Materiali: Stoffe dall'economia circolare, cotoni dipinti a mano, lavorazioni artigianali, alcune stoffe biologiche.

*: essendo un prodotto artigianale potrebbero esserci variazioni sulla scelta delle stoffe.

Carta d'identità di Signor Bo

Signor Bo è un po’ più grande di una formica e un po’ più piccolo di un orso.... 

Insomma quant’ è grande questo Signor Bo? ....

Non si sa. Si sa di certo che è molto simpatico, un po’ buffo e sicuramente non è un supereroe. Lui ha i suoi limiti. Come tutti noi d’altronde.

Tuttavia in una cosa rassomiglia ad un supereroe: non si scoraggia mai.

Quando parte per un viaggio non sa mai che scoperte e nuovi amici l’aspettano. Non cammina solo con le gambe, ma anche con gli occhi.

Avere un amico come Signor Bo può fare la differenza. Ti fa entrare nel suo piccolo mondo e conoscere i suoi amici. Ogni ostacolo che gli si presenta lo entusiasma e lui passa da una scoperta all’altra. La sua curiosità lo porta a desiderare il non desiderabile. Come per esempio giocare sull' arcobaleno.

Poco importa che la sua meta non sia raggiungibile, importa che il nostro piccolo eroe trova vie e modi per superare le difficoltà. Con la sua simpatia riesce a trovare sempre il lato positivo in ogni situazione.

Ci diverte, fa riflettere e ritrovare i ritmi della giornata. Un piccolo rituale prima di andare a dormire per elaborare il vissuto quotidiano e con “Buonanotte Signor Bo” si conclude la giornata.


Dicono di noi: articolo di "Milkbook"

https://www.milkbook.it/libri-... 

libri di stoffa  rientrano in una specifica categoria di libri indirizzati a bambini di pochi mesi, non ancora pronti a stringere tra le mani un libro vero, ma già curiosi verso tutto ciò che può essere toccato, sfiorato con le dita, afferrato, tirato, sollevato.

Bambini che hanno sviluppato il senso del tatto, che tutto conoscono e scoprono grazie alla manipolazione e al gioco, all’esperienza del toccare e “sentire” con le mani.

libri di stoffa possono quindi essere considerati dei libri che precedono e introducono ai libri veri, di carta; sono libri tattili il cui primo e più importante messaggio risiede nella forma e nei materiali di cui sono composti. Offrendoli ai bambini si intende sviluppare la loro manualità e consapevolezza tattile, stimolarne la curiosità.

Sono costituiti da poche pagine da sfogliare e riportano al loro interno immagini di animali, oggetti quotidiani, elementi naturali, forme e figure familiari o fantasiose che in alcuni casi già prevedono un nucleo di storia, una primissima bozza di narrazione, una breve successione di eventi concatenati. Proprio per queste caratteristiche possono essere utili per familiarizzare con l’oggetto libro, per mostrare cioè ai bambini che un libro è composto di pagine, immagini, segni che qualcuno legge e che hanno un significato preciso.

Un’altra peculiarità dei libri di stoffa è quella di essere “innocui”, ovvero leggeri, morbidi e dunque non si corre il rischio che il bambino piccolo si faccia male mentre li manipola e prende confidenza con essi.

Scegliere i libri di stoffa artigianali:

Tornando ai libri di stoffa, in commercio ne esistono tanti che hanno un prezzo contenuto ma che non brillano per originalità, cura e ricerca. I più validi e interessanti sono sicuramente i manufatti artigianali, prodotti assemblando stoffe e materiali con metodo, passione, attenzione. Oggetti creati interamente a mano, cuciti a uno a uno, imperfetti e diversi l’uno dall’altro proprio perché frutto del lavoro umano e non di una macchina.


Recensione dell'ostetrica Franca Fronte

"Mi sono imbattuta ne LeCarlotte Associazione culturale attraverso un casuale post, che mostrava un bellissimo “libro sensoriale” del tutto originale: curato nella progettazione dell’immagine ma anche nei materiali, con il non scontato obiettivo di stimolare il tatto, quel senso così bistrattato eppure così fondamentale per la stessa sopravvivenza umana…non è il tatto che si sviluppa per primo durante la fase della vita intrauterina? E non è attraverso di esso che il cucciolo umano inizia la sua esplorazione del mondo esterno, trova rassicurazione e consolazione, conosce e apprende? 
Il grande Bruno Munari ci ha lasciato un’eredità preziosa osservando acutamente che «La conoscenza del mondo, per un bambino, è di tipo plurisensoriale. E tra tutti i sensi, il tatto è quello maggiormente usato, il tatto completa una sensazione visiva e auditiva, dà altre informazioni utili alla conoscenza di tutto ciò che ci circonda. Il senso del tatto viene poi trascurato, come non importante, secondo gli adulti che sono stati a loro volta condizionati da un’educazione limitativa, orientata solo sulla vista e l’udito”.
Sembra che Le Carlotte abbiano fatto proprio questo principio in fondo semplice e intuitivo, ma che spesso fatica ad entrare persino all’interno di percorsi didattici dedicati ai piccoli, raffinandolo e concentrando l’attenzione sulla ricerca di materiali inusuali (a seconda del caso, di recupero o biologici e selezionatissimi), immagini dirette e curate, per produrre piccole opere d’arte di notevole impatto sensoriale (visivo e tattile) su bimbi anche molto piccoli. ❤️

p.s. modello di eccezione, il mio nuovo amore Pietro, nipotino spupazzevole e curioso... "

Dicono di noi: intervista su "TIXE"​​

Dicono di noi: intervista su "TIXE"

" Sono tre abili artigiane dalla cui smisurata creatività e abilità nel cucito nascono meravigliosi libri tattili fatti di morbide stoffe colorate. Tre donne diverse le cui vite sono state tessute insieme come la trama e l’ordito di una pregiata stoffa, creando un intreccio di differenti patrimoni culturali e professionali. Tre amiche accomunate dall’amore per la sartoria e dal piacere di produrre opere handmade con amore e dedizione. LeCarlotte sono tutto questo e anche di più.Antonella VeggiottiDaniele Baumgartner e Sara Castaldo oggi vivono e lavorano in Liguria, per la precisione a Sarzana provincia di La Spezia, ma le loro origini sono rispettivamente Lomellina, Germania e Roma. Dopo diverse esperienze professionali (Antonella nasce come designer, Daniele ha lavorato per oltre 20 anni come graphic designer, mentre Sara ha una vasta esperienza nel sociale e nella comunicazione) le loro strade si sono unite nel 2011, quando si sono incontrate nel laboratorio dello stilista sarzanese Carlo Costa, che le ha aiutate a trasformare l’eterna passione per il cucito in una vera professione. Dall’iniziale collaborazione è nata una sincera amicizia che ha portato a chiamare il gruppo “leCarlotte”, in onore del loro maestro."

Libri di stoffa per bambini intervista di Pour Femme

Libri di stoffa ma non solo: personalizzati, interattivi, con tessuti naturali e riciclo creativo. I progetti e i laboratori dell'associazione culturale LeCarlotte sono questo e molto di più. L'idea è partita per poter ricreare, anche nelle nuove generazioni, sempre più improntate al digitale, delle esperienze sensoriali e tattili legate alla nostra tradizione. I libri sono creati infatti con gli scampoli dei tessuti dei vecchi corredi, di vecchi vestiti che riprendono vita e forma. Non sono solo libri ma vere e proprie storie che i bambini possono inventare ogni giorno, staccando e incollando i tessuti, giocando con il personaggio principale, il signor Bo: "Con i nostri libri non guardiamo solo al lato estetico ma anche a quello educativo - ci racconta Antonella Veggiotti dell'associazione - i bambini attraverso la storia del signor Bo capiscono che il bello non è tanto il fine, cioè arrivare a toccare l'arcobaleno, ma il viaggio e i nuovi amici che incontri sul tuo cammino". Ogni pezzo prodotto è unico nel suo genere e si possono fare esplicite richieste per lavori personalizzati.

le Carlotte su Tele Liguria Sud

le Carlotte intervistate su Tele Liguria Sud.
Presentazione della mostra "Storie cucite-Story sewing" a Sarzana.


1539099710905332 carlotte con signor bo x pinterest

Un progetto a cura di

LeCarlotte Associazione Culturale

Siamo Antonella, Daniele e Sara, conosciute nel 2011 durante un corso di cucito dal sarto Carlo Costa, da questo le Carlotte.Applichiamo gli insegnamenti di Carlo alle nostre creazioni: libri in tessuto cuciti artigianalmente e fatti su misura, come si fa per un abito.Nel 2015 abbiamo fondato l'associazione culturale leCarlotte, un'opportunità di scambio reciproco tra noi e la comunità sia del territorio che globale.Sognamo di ingrandirci, creare lavoro, migliorare il mondo.

Italia