Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Campagna
Formazione, Food, Ambiente
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Agricoltura Sociale tra bellezza di storia e natura

In un ex Convento dei frati Camaldolesi, l'agricoltura diventa un lavoro sociale ed il luogo uno scambio di conoscenze socio-culturali per la comunità

274€
100% di 274€
22 ago 2018
Data chiusura
Finanziato

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato
indipendentemente dal raggiungimento del traguardo.

Agricoltura Sociale tra bellezza di storia e natura

In un ex Convento dei frati Camaldolesi, l'agricoltura diventa un lavoro sociale ed il luogo uno scambio di conoscenze socio-culturali per la comunità

274€
100% di 274€
22 ago 2018
Data chiusura
Finanziato

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato
indipendentemente dal raggiungimento del traguardo.

Agricoltura Sociale: il nuovo Welfare Sostenibile

L' Agricoltura Sociale mira a riunificare bisogni, identità, tutele di libertà per tutti i cittadini, indipendentemente dalle loro più o meno elevate abilità, razza o cultura, essa crea relazioni sociali attraverso il mezzo che è la TERRA. In questo si ritrova il valore del lavoro non solo come fonte di reddito individuale, ma anche come elemento fondante di una società più giusta, più coesa e sostenibile. L’agricoltura sociale è quell’ attività che impiega le risorse materiali e immateriali dell’agricoltura per promuovere o accompagnare azioni terapeutiche, di riabilitazione, di inclusione sociale e lavorativa di persone svantaggiate o a rischio di esclusione. Essa crea comunità prima ancora di produrre cibo, creando condizioni d’inclusione per fare in modo che attraverso l’attività agricola ed il contesto ci possa essere un miglioramento, un benessere della propria condizione. 

Pensiamo che l’Agricoltura Sociale sia una chiave sociale innovativa ed importante, la quale può permettere un vero modello d’ integrazione sociale in risposta al disagio giovanile sempre più dilagante ed alla corrente “emergenziale” del fenomeno migratorio. R-Accogliamo vuole fornire al soggetto svantaggiato strumenti di crescita, formazione individuale e possibilità d’inserimento lavorativo. Percorsi adatti a rendere una persona autonoma e socialmente inserita nella comunità territoriale. La nostra sede è un Convento risalente al 1.600 d.C., in parte ristrutturato dalla Coop. R-Accogliamo, il quale apparteneva all'ordine dei frati Camaldolesi e che ospita l'eremo camaldolese di S. Maria Domenica. Un luogo paesaggistico composto da due ettari e mezzo di terreno seminativo, con piante d'ulivo centenarie, un orto ed un grazioso boschetto che accoglie diverse specie di piante autoctone e molte tipologie di uccelli. 

Ad ogni nostra attività riserviamo una particolare attenzione alla Sostenibilità Ambientale.

Per questo i nostri laboratori sono stati pensati sul riutilizzo di materiali da scarto come la Riciclofficina con la quale saranno realizzati oggetti e manufatti, o l'auto-produzione di humus di lombrico che viene utilizzato come fertilizzante naturale per la nostra terra.

Tutti i nostri prodotti agricoli sono quindi coltivati tramite Agricoltura Biologica ed a Km 0.

R-Accogliamo: chi siamo e cosa facciamo?

L'idea progettuale nasce nel 2016 dalla Pres. della Coop. R-Accogliamo, Dott.ssa Teresa Di Giuseppe, che dopo aver conseguito la Laurea in Cooperazione Internazionale alla Facoltà la Sapienza ed aver vissuto e lavorato per 18 anni nella città di Roma, ha deciso di ritornare nel suo paese d'origine, Campagna  (Salerno), ed investire in questo progetto assieme ad altri due soci fondatori, anch'essi competenti nel loro settore, arricchendo così la comunità locale e favorendo lo sviluppo del territorio con nuove sinergie e sviluppo sociale. Inoltre si è voluto rivalorizzare un antico Convento dei frati Camaldolesi con l'obiettivo di riportarlo alla comunità tutta, in quanto luogo di tradizione, cultura e religione. In seguito si sono aggiunti sei giovani collaboratori ed attualmente R-Accogliamo è formata da: agricoltori professionali, insegnanti di lingua italiana per stranieri, educatori, psicologi, formatori ed operatori sociali.

Tutti gli operatori hanno anni di esperienza di lavoro socio-educativo e di formazione verso soggetti svantaggiati, ossia:

  • Minori a rischio esclusione sociale (casi italiani civili e penali con messa alla prova e minori stranieri non accompagnati).

  • Rifugiati/Migranti;

L’idea è quella di rafforzare le conoscenze pregresse dei beneficiari, quale l’agricoltura, l’allevamento, il mestiere sartoriale ed artigianale e potenziarli con nuove nozioni, tali da sviluppare maggiormente la loro conoscenza e specializzarsi individualmente. 

Attualmente le attività ed i servizi attivati sono:

Produzione agricola di:  Zafferano (Crocus Sativus) e dei suoi bulbi; Ortaggi di stagione; Miele; Olio d'oliva.

Attività formative di: Scuola d’italiano per stranieri Livelli di Alfabetizzazione, A1, A2; Educazione Civica; Sportelli informativi, di assistenza in materia sanitaria, legale, psicologica.

Lavoro di rete sociale: Rapporto di partnership con le istituzioni pubbliche ed amministrative del territorio, i servizi sociali, le strutture di accoglienza dei migranti/rifugiati, le case famiglia, ASL, etc.; Incontri con le realtà territoriali artigianali ed agricole tramite i Partenar del progetto, Confagricoltura SA e Legambiente Campania.

Bed and Breakfast: ospitalità e pernottamento a turisti e visitatori del territorio.

Eventi: Intercultura, arte, cucina genuina, musica, laboratori per bambini, condivisione

In Agricoltura occorrono poche cose ma essenziali!!Support!

I tre soci fondatori della Cooperativa R-Accogliamo hanno affrontato le spese di ammodernamento e messa a norma del dell'immobile preso in locazione (come sopra descritto) quale sede operativa della cooperativa. Tutto questo si è realizzato chiedendo ed ottenendo un prestito bancario grazie all'Arcidiocesi di Cava de'Tirreni-Amalfi, che ci ha permesso di affrontare le spese iniziali dei lavori e di acquisto di qualche materiale. 

La speranza della Cooperativa R-Accogliamo è poter reperire grazie al Crowdfunding  Eppela la strumentazione necessaria per il sostegno delle attività produttive ed agricole.

Qui di seguito saranno elencate infatti le voci ed il motivo del Crowdfunding:

- acquisto di 25x25 m. di rete metallica per recintare il terreno dedicato alla coltivazione di zafferano. Motivazione: a causa dello stato di abbandono in cui abbiamo trovato il fondo agricolo e dell'alta concentrazione di cinghiali nella zona è necessario recintare la zonain quanto i cinghiali sono ghiotti di bulbi, in particolare quelli di zafferano;

- acquisto essiccatore Biosec Deluxe. Motivazione: serve per l'essiccatura dei pistilli di zafferano e la sua lavorazione;

- acquisto di N° 20 teli per olivicoltura, rastrelli per raccolta olive, pale, carriole. Motivazione: attualmente la scarsità e la mala conservazione degli strumenti che già erano presenti non permette un lavoro di raccolta facile e meno faticoso;

- acquisto di N° 3 scuotitori elettrici per l'olivicoltura. Motivazione: l'alto numero di piante di ulivo (80) necessità di una strumentazione base per accellerare i tempi di raccolta e la buona riuscita del prodotto;

- acquisto di un lavandino in acciaio inox 1,20X0,60. Motivazione: rimozione durante i lavori di ammodernamento e necessario per la lavorazione dei prodotti;

- acquisto di un arnia per l'apicoltura. Motivazione: Al momento le nostre api sono state posizionate in una casetta provvisoria ma necessitano al più presto di essere trasferite in una casetta più grande (arnia).


1529588867316222 img 20180522 194433

Un progetto a cura di

R-Accogliamo Cooperativa Agricola Sociale

"Il mondo non cambia con le tue opinioni, ma con il tuo esempio". Cit. P. Choelio

Questo è il nostro motto ed il nostro obiettivo!!

Aiutaci a sostenere il nostro progetto perchè solo insieme a TE possiamo migliorare e farcela insieme!!

Il Team R-Accogliamo

GRAZIE DI CUORE !!

Campagna