Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Food, Ambiente

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

SALVIAMO LA PIZZA CON VINNI

Finalmente la pizza a casa tua, calda e fragrante come al ristorante.

10.055€
100% di 10.000€
26 giu 2018
Data chiusura
Nastro Azzurro Crowd
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

SALVIAMO LA PIZZA CON VINNI

Finalmente la pizza a casa tua, calda e fragrante come al ristorante.

10.055€
100% di 10.000€
26 giu 2018
Data chiusura
Nastro Azzurro Crowd
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Aiutaci a salvare le Pizze di tutto il Mondo!

Ebbene sì.

Se anche tu ami la Pizza - orgoglio e vanto italiano nel Mondo - hai finalmente l’occasione per mettere la parola FINE a questa inaccettabile violenza.

Ogni giorno circa 15 milioni di Pizze vengono crudelmente maltrattate e deturpate.

Tantissime persone e intere famiglie innocenti ordinano fiduciose la Pizza a domicilio o la prendono d’asporto.

Si riuniscono intorno alla tavola e i loro cuori sono colmi di gioia e gratitudine.

Ma quando arriva il momento di mangiarla, la felicità si spegne e tutti i loro sogni vengono infranti.

Quelle che in origine erano delle gustose e fragranti Pizze sono diventate un ammasso molliccio – un vero e proprio straccio gelido e bagnato - inguardabile e immangiabile.

La pizza unisce e crea subito aria di festa…

Vero.

Ma quando la si ordina a casa, bisogna sempre fare i conti con un terribile “Serial Killer”.

Uno spietato assassino che, come un subdolo virus, uccide ogni volta quel piacere e ti fa pentire di non averla consumata al ristorante. 

Sono oltre 40 anni che questo “Pizzicidio” va avanti

Il colpevole è noto a tutti, ma continua a circolare indisturbato e le persone si sono ormai rassegnate a subire in silenzio questo crimine ricorrente.

Tranne una.

Per fortuna un Pizzaiolo italiano non si è voluto arrendere a questa assurda angheria.

Era stufo di vedere i suoi “capolavori” brutalmente aggrediti e rovinati durante il trasporto e ha creduto che ci dovesse essere una soluzione migliore.

Tutto è iniziato così!

E alcuni anni e diverse centinaia di prove e tentativi dopo, eccoci qui su Eppela.

Se ti stai chiedendo:

  • chi è l’Assassino (eh no, questa volta il Maggiordomo non c’entra… ;)
  • in cosa consiste la Soluzione Magica trovata dal Pizzaiolo-Inventore pazzo
  • e soprattutto, che cosa c’entri tu?

Non devi far altro che continuare a leggere qui sotto per avere tutte le risposte.

Chi è l’Assassino (Attenzione: contiene Spoiler)

Un romanzo giallo che si rispetti dovrebbe svelare il nome dell’omicida solo alla fine della storia.

Ma in questo caso è diverso.

Non c'è più tempo da perdere. 

E’ ora che anche tu sappia di chi è la colpa e che, insieme a tutti gli altri amanti della buona Pizza, alzi la testa per urlare con fermezza: “B A S T A !”

Per cui, al diavolo la suspence, tra poco scoprirai CHI È o meglio COS'È.

Come detto, il colpevole è noto a tutti.

Non c’è bisogno di chiamare sul luogo del delitto i RIS e tanto meno CSI.

La colpa è tutta e solamente di quelle orribili scatole di cartone porta pizza.

Se tu fossi al ristorante e ti portassero gli spaghetti allo scoglio che hai ordinato su un foglio di cartone, come reagiresti?

E se fossero pure freddi e quello strano piatto fosse tutto unto e bisunto?

Penso che probabilmente sarebbe uno shock per te, dopodiché ti alzeresti per andartene o quanto meno chiederesti spiegazioni.

E allora perché quando ti portano la Pizza nel cartone non protesti e lo accetti come se fosse normale, anche quando ti arriva in questo stato? 

Bagno Turco per Pizze

L’imballaggio in cartone nasce in origine solo per gli alimenti freddi e secchi.

Senonché negli anni ’70 qualcuno ha iniziato a usarlo impropriamente anche per la Pizza, che, come sai, invece è calda e umida.

Non si sa perché, forse solo per risparmiare qualche centesimo o per pigrizia mentale.

Ma è così che è iniziata questa assurda e ormai consolidata usanza, sebbene sia terribile sotto ogni punto di vista.

Innanzitutto funzionale perché le scatole hanno solo due fori laterali, per cui il vapore, che essendo caldo va verso l’alto, non riesce a fuoriuscire.

Così al suo interno si forma la condensa e la Pizza si bagna, raffredda e rammollisce.

Senza contare che, per effetto dell’umidità, il cartone si impregna d’acqua, cede e diventa un tutt'uno con la tua Pizza.

Minacciano la Salute e (per i maschi) la loro Virilità

Ma c’è di peggio!

Non le puoi vedere a occhio nudo, ma le puoi sentire con il naso e con il gusto. 

Hai presente quella puzza che senti ogni volta che apri una di queste scatole? 

Non sono altro che le schifezze chimiche con cui vengono realizzate o trattate,  per esempio sbiancanti, lavorazioni anti-unto o collanti. 

Il bello è che vengono rilasciate con il calore e assorbite dalle sostanze grasse, come per esempio, guarda un po', la mozzarella della tua pizza.

Se la scatola è stata realizzata con cellulosa riciclata, sebbene sarebbe vietato in Italia, il pericolo aumenta ulteriormente.

In questo caso la presenza di Ftalati, BPA e DIBP è molto forte e le conseguenze estremamente pericolose.

Come testimoniato anche dal Biologo Eugenio Luigi Iorio al minuto 1:04 di questa intervista - rilasciata per la trasmissione “Di Martedì” di La7, intitolata “Pizza attenti al cartone!”:

Queste sostanze, chimicamente, sono simili a degli ormoni femminili.

Un maschietto, un bambino, in età adolescenziale potrebbe avere problemi di disformismo sessuale.

Quindi un viraggio della connotazione maschile verso la connotazione femminile.

La donna potrebbe anche aumentare il rischio di processi proliferativi, cioè tumori neoplastici a livello della mammella.

Se consideriamo che noi siamo tra i massimi consumatori di pizza, il rischio potrebbe essere importante”.

Un grave danno per l’Ambiente

Come se non bastasse, i cartoni sono tutt’altro che ecologici, perché una volta unti e sporchi, non sono più riciclabili.

In tal caso, se li getti nella raccolta della carta, in realtà stai per compromettere l’intera partita che entrerà in contatto con il tuo contenitore usato.

Quindi sono destinati alla raccolta indifferenziata e così ogni anno, solo in Italia, finiscono in discarica la bellezza di 700 milioni di queste odiose e pericolose scatole.

Moltiplica questo dato per il resto del Mondo e ti puoi fare un’idea più chiara di quanto siano dannosi.

Ma magari stai pensando:

Sì, però se qualcuno li abbandona in giro,  dopo un po’ di tempo si degradano e si sbriciolano”.

Sarà, ma ti ricordi quando prima abbiamo visto che contengono o sono trattati con pericolose sostanze chimiche?

Bene, quando i cartoni si disperdono e non li vedi più, significa che quelle sostanze sono state assorbite e hanno inquinato il terreno o le falde acquifere.

Lo stesso se li buttassi nell’umido o se decidessi di compostarli per riutilizzarli come concime per il tuo orto.

In entrambi i casi, sarebbe una pessima idea.

Così come mettere queste scatole nel forno elettrico per riscaldarle, perché vorrebbe dire liberare tutte le sostanze chimiche in essi presenti e trasferirle alla tua Pizza. 

La Fine dell’incubo

Ma per fortuna tutti questi pericoli e ingiusti maltrattamenti alla tua amata Pizza stanno per finire.

Dicevamo prima del pizzaiolo che non si è arreso e si è ribellato al Potere dei cartoni.

Il suo nome è Armando Rizzo.

Non è stato facile, ma dopo alcuni anni e centinaia di prove e prototipi, alla fine ha trovato la soluzione.

Un nuovo tipo di contenitore che risolve tutti i problemi del cartone e protegge la Pizza da quando viene sfornata, sino all’arrivo a casa. 

VINNI PIZZA BOX

L’abbiamo chiamato VINNI, per l’esattezza VINNI PIZZA BOX.

Realizzato in polistirene alimentare, è impilabile e consente a ogni Pizza di avere la giusta areazione, impedendo così la formazione della terribile “condensa”, la causa principale per cui le Pizze si bagnano, raffreddano e rammolliscono durante il trasporto nel cartone.

Per questo motivo la Pizza si mantiene più calda e bella fragrante anche per lungo tempo.

Inoltre, grazie al tipo di materiale utilizzato e ai rilievi alla sua base, non si attacca al fondo come succede nel cartone e rimane integra e ben conservata. 

Senza rischi per la Salute e per l’Ambiente

VINNI è certificato a uso alimentare secondo la normativa italiana ed europea e non comporta alcun rischio per la salute.

Il materiale con cui è realizzato è riciclabile al 100% nel ciclo della plastica, per cui molto più ecologico dei box in cartone, che invece abbiamo visto vanno a finire in discarica, e non comporta il rilascio di alcuna sostanza nociva per l’ambiente.

Volendo, dopo aver consumato la Pizza, può essere lavato e tenuto in casa per essere riutilizzato alla prima occasione utile.

Per esempio abbiamo visto che si presta benissimo per pietanze, affettati, dolci e altri piatti cucinati a casa da portare ad amici e parenti.

Infatti, essendo impilabili, puoi trasportare tutto con estrema facilità, eventualmente facendo due pile distinte, una per i piatti freddi e una per quelli caldi, mantenendo bene in questo caso la loro temperatura e grado di umidità.

In generale, mangiare la pizza con VINNI è un’esperienza estremamente più piacevole rispetto al cartone. 

Da Sogno a Realtà

Ma trasformare un’idea in un Brevetto e quindi in un prodotto vero e proprio per iniziare la sua distribuzione sul mercato è stato tutt'altro che semplice.

Per cui, nonostante la sua validità, questa idea sarebbe rimasta il classico “sogno nel cassetto”, se Armando Rizzo non avesse incontrato nel luglio 2015 due imprenditori esperti di innovazione e startup: Mario Menzio e Jonny Lo Piscopo.

Da questo incontro è nata quasi un anno dopo la società FOOD DELIVERY PACKAGING srl, guidata da Mario Menzio, quale Amministratore Unico, con lo scopo di produrre, far conoscere e distribuire nelle migliori Pizzerie italiane e del Mondo questo prodotto.

Grazie a una successiva raccolta di fondi privati, che ha visto coinvolti una ventina di giovani imprenditori e professionisti entusiasti di questa iniziativa, il sistema VINNI è ora pronto a diventare realtà.

Pluripremiato

Nel frattempo questo progetto ha già ricevuto diversi e importanti riconoscimenti.

  • INTESA SANPAOLO START UP INITIATIVE – Aprile 2017
  • Partecipazione su invito a TUTTOFOOD – Seeds&Chips - Fiera di Milano – 8-11 Maggio 2017
  • Presentazione del progetto agli investitori internazionali della Investor Arena di Banca Intesa Sanpaolo – Fiera di Milano, 10 Maggio 2017
  • Certificato di Eccellenza - Bando europeo Sme Instrument Horizon2020 – Giugno 2017
  • Premio Cambiamenti CNA di Milano - Milano, 30 Ottobre 2017
  • Partecipazione su invito a “Beer Attraction” nell’area dedicata alle Startup organizzata da Seeds&Chips – Fiera di Rimini, 17-20 Febbraio 2017
  • Selezionato da Nastro Azzurro ed Eppela per partecipare a questa campagna di Crowdfunding.

A questo punto, manca solo il Premio più importante, vale a dire il tuo Gradimento e Sostegno!

Il tuo aiuto è fondamentale

Adesso manca veramente poco.

La soluzione tecnologica è stata brevettata in Italia, in Europa, Stati Uniti, Canada e Brasile.

Sono state fatte tutte le prove e certificazioni necessarie e realizzato lo stampo definitivo.

Siamo pronti a produrlo e a distribuirlo nelle migliori Pizzerie.

Ma per riuscirci manca ancora un ultimo passo.

E il tuo aiuto sarà decisivo.

Serve che questa novità venga conosciuta, capita e apprezzata dal grande pubblico.

In questo modo sarà più facile per le Pizzerie adottarla e utilizzarla, perché le persone la conosceranno già e saranno loro stesse a chiedere di poter avere le loro Pizze con VINNI, anziché nel cartone.

Insomma, serve che VINNI diventi famoso! ;)))

Festeggia con noi

E quale modo migliore per farlo conoscere a tutti, se non quello di organizzare un Lancio Nazionale in grande stile?

Una bella festa a Milano in cui invitare tanti giornalisti, le migliori Pizzerie e tutti i fan della buona Pizza e di questo progetto.

SE RAGGIUNGEREMO L'OBIETTIVO PREVISTO, INVESTIREMO QUANTO RACCOLTO PER ORGANIZZARE QUESTO EVENTO DI LANCIO!

Per aiutarci, accaparrati subito una delle ricompense previste, prima che si esauriscano.

E se vuoi essere tra gli ospiti speciali di questa festa, assicurati una di quelle (da 27€ in su) in cui è compreso anche l’Invito Ufficiale al VINNI PIZZA PARTY!

In questo modo potrai darci una mano fondamentale e allo stesso tempo divertirti e festeggiare con noi.

Prevediamo Pizza, birra, cocktails, tante cose buone da mangiare, tanta bella gente e, se vorrai, balli scatenati in pista per tutta la notte.

Nell'occasione ti consegneremo personalmente le ricompense che hai selezionato e prenotato. 

Ci vediamo a Milano

Abbiamo scelto Milano perché è facilmente raggiungibile dalla maggior parte delle città italiane e per dare la massima risonanza mediatica a questa iniziativa.

Ma se non fosse possibile per te venire all’evento, puoi acquistare comunque una delle ricompense comprendenti l’ingresso all’evento.

Ti spediremo a casa quanto avrai scelto e l’Invito potrai girarlo a un tuo amico o amica più vicini a Milano, regalando loro la possibilità di partecipare a questa bellissima festa.

In ogni caso, se ti piace questo progetto, fallo conoscere a tutti, segnala questa iniziativa, condividila sui tuoi profili social.

E se hai qualche amico giornalista o blogger o conosci qualcuno che li conosce, chiedigli di scrivere di noi e far conoscere a tutti questa campagna di Crowdfunding.

Per noi sarà altrettanto importante, quanto l’acquisto delle ricompense previste, e io ti ringrazierò personalmente con una dedica personalizzata sul mio libro. 

Clicca sul pulsante [CONTRIBUISCI] qui in alto

Oppure

Sì, ma chi sono io?

Che maleducato, ho parlato sino ad ora e non mi sono ancora presentato. 

Io sono Mario Menzio, il CEO di Food Delivery Packaging Srl – VINNI PIZZA BOX.

Sono un imprenditore, esperto di marketing per la Ristorazione, e autore del libro “PIZZERIA RICCA, PIZZERIA POVERA”.

Armando Rizzo mi ha presentato questo progetto circa 3 anni fa e, sebbene fosse ancora un’idea grezza e confusa, ho intuito che potesse avere un alto potenziale.

Quando poi, qualche mese dopo, ho provato per la prima volta VINNI, gustando una pizza ancora calda e fragrante - nonostante fosse uscita dal forno da più 15 minuti in una fredda giornata d’inverno - è stato “Amore a prima vista” ;)

Dopo di me si sono “innamorate” di VINNI molte altre persone, a partire dal mio socio, Jonny Lo Piscopo.

Insieme abbiamo coinvolto nuovi investitori e sostenitori, un gruppo di giovani imprenditori e professionisti che stanno vivendo con noi questa entusiasmante avventura.

Ci entusiasma l’idea di rivoluzionare un intero settore e di portare questo prodotto nel giro di pochi anni in tutte le migliori Pizzerie italiane e del Mondo.

La nostra Visione è che, ovunque verrà sfornata una buona Pizza (prodotto italiano), ci sarà VINNI (prodotto italiano) a proteggerla e preservare la gioia di gustarla a casa.

Arrivati a questo punto, spero di essere riuscito a trasferire questa passione anche a te.

Diventa anche tu un nostro VINNER (supporter di VINNI)!

Ma attenzione, perché non esiste l’antidoto, per cui questo innamoramento è destinato a crescere e a durare per sempre….

Ti aspetto a Milano per la festa di VINNI e aprire insieme una nuova Era per la Pizza d’Asporto.

Unisciti a noi, partecipa al Lancio Ufficiale e un giorno potrai dire “C’ERO ANCH'IO!”. 

Se vuoi che tutte le Pizzerie abbiano VINNI allora contribuisci anche tu...

1525644991334108 team

Un progetto a cura di

FOOD DELIVERY PACKAGING Srl

È la società, creata appositamente per lo sviluppo, produzione e distribuzione di VINNI, formata da: 

- Mario Menzio e Jonny Lo Piscopo, esperti di Business, Innovazione e Marketing

- Armando Rizzo, l'inventore di VINNI

E sostenuta ad oggi da:

Luca, Alessandro, Ettore, Riccardo, Roberto, Carlo, Guglielmo, Greg, Fabio, Francesco, Stefano, Nini, Michele, Anna, Dario, Fabrizio, Ilaria, Davide, Armando, Federico, Marco, Igor, Gionata e tanti altri VINNER entusiasti.