SINTOMI IN CAMMINO

Contribuisci
Icon close white 3f944adb9c9650063a8c1683e1d9c8ddfee10ac09af1a1b67c773197c39393aa
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Solidarietà, Civico, Viaggi

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

SINTOMI IN CAMMINO

I bisogni dell'altro sono solo questione di percezione. Se puoi fare anche una sola cosa bene, allora sei necessario a qualcuno.

2.285€
7% di 30.000€
-14 giorni
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato
indipendentemente dal raggiungimento del traguardo.

SINTOMI IN CAMMINO

I bisogni dell'altro sono solo questione di percezione. Se puoi fare anche una sola cosa bene, allora sei necessario a qualcuno.

2.285€
7% di 30.000€
-14 giorni
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato
indipendentemente dal raggiungimento del traguardo.

Sintomi in Cammino: contaminiamo il mondo di felicità!

Un viaggio
A piedi da Lucca a Santiago de Compostela, attraversando Italia, Francia e Spagna.

2400 km
Per sensibilizzare sul tema della sclerosi multipla e della vita di persone con esigenze specifiche, raccontando la storia di Marco, dell’Associazione Sintomi di Felicità e di quei "sintomi" che, attraverso la musica e il nostro messaggio, intendiamo diffondere.

2 Concerti
Il primo si terrà presso il Teatro del Giglio di Lucca, città da cui partirà il viaggio, dove andrà in scena una tappa del Sintomi di Felicità Tour.
L'altro si svolgerà a fine cammino, ovvero il 3 ottobre all'arrivo a Santiago de Compostela, nella Chiesa di San Francesco.

1 raccolta fondi
Finalizzata a rendere accessibile l'accoglienza di pellegrini con esigenze specifiche, "la Casa di Lazzaro" struttura a donazione sulla Via Francigena. La raccolta è promossa in collaborazione con Free Wheels Onlus

90 giorni di cammino
Per raccontarvi, attraverso il blog,  i Sintomi di Felicità che si incontrano lungo il cammino e nei vari paesini.
Un viaggio nell’umanità che si sposta sulle Vie di pellegrinaggio verso Santiago, un viaggio fatto di condivisione, di storie di racconti.

Sintomi in Cammino: il tuo contributo è fondamentale!!

Il ricavato della campagna di crowdfunding di Sintomi di Felicità sarà devoluta all'associazione Free Wheels Onlus, con lo scopo di rendere agibile a persone con esigenze specifiche la Casa di San Lazzaro di Acquapendente, struttura di ospitalità a donativo lungo la Via Francigena.

Dopo i primi sopralluoghi abbiamo potuto stimare la portata dell'intervento che risulta essere molto ingente: circa 30.000 euro.

Abbiamo pensato di scorporare il budget, dando una sequenza logica ai lavori da fare, in modo da poter agire per gradi e cercare la collaborazione del Comune di Acquapendente e di altri soggetti e aziende locali.

Per la realizzazione del progetto che comprende la nuova copertura del tetto e la realizzazione della stanza e le relative rampe per l'accesso alla struttura. 

E' evidente che il progetto avrà una sua prosecuzione anche in una fase successiva al crowdfunding e terminerà solo al momento dell'inaugurazione della nuova stanza.

Associazione Sintomi di Felicità: una Francigena x Tutti

L’Associazione di Promozione Sociale “Sintomi di Felicità”, presieduta da Marco Voleri, trova la sua ragione di esistere nella realizzazione, organizzazione e gestione di iniziative finalizzate alla promozione della cultura e della educazione in ambito artistico in territorio italiano ed estero. In particolare, gli obbiettivi sono quelli di favorire e promuovere la sensibilizzazione riguardo al tema Sclerosi Multipla. Il fine principale è comunicare come attraverso la debolezza della malattia si possa trasmettere la forza di poter vivere pienamente la vita, la volontà di nutrire una speranza, di riuscire a realizzare comunque un sogno. Tutto questo attraverso il veicolo della musica classica e lirica, fortemente empatica per vocazione, con il duplice risultato di sensibilizzare il pubblico sia sul piano artistico – culturale che sulla conoscenza del mondo SM. 

Nel 2013 dopo la pubblicazione del libro “Sintomi di felicità” (Sperling&Kupfer), è iniziato un lungo viaggio fatto di emozioni, racconti, incontri e musica. Sono state fatte oltre 60 presentazioni, dalla Sicilia alla Val D’Aosta, dalla Cina al Parlamento Europeo di Bruxelles. Marco Voleri ha incontrato tante persone, con SM e non, e ha cercato di riunire tutta l’energia ricevuta in una idea ambiziosa: creare un tour musicale per raccontare attraverso l’arte una storia nuova, positiva. Nonostante la sclerosi multipla. Nello stesso anno è iniziato il “Sintomi di Felicità Tour”.

Marco Voleri - La vera malattia è la musica

Marco Voleri, tenore, livornese doc, classe 1975, vanta un curriculum ed una carriera professionale di altissimo livello. Ha deciso di inseguire il suo “sogno incosciente” come lui lo definisce, lasciando il suo lavoro a tempo indeterminato in un negozio di materiale elettrico e dedicando tutto se stesso alla passione della sua vita, il canto e la musica classica. Nel 2013  Marco decide di alzare il sipario sulla sua vita privata, scrivendo il libro autobiografico Sintomi di Felicità La mia passione per il canto contro la malattia (Sperling & Kupfer editore).

Diplomato al conservatorio “G. Verdi” di Milano, ha frequentato l’ Accademia del Teatro alla Scala di Milano e preso parte all’ Accademia Lirica del Rotary International. Si è perfezionato presso l’ Accademia del Belcanto di Modena sotto la guida di Mirella Freni. Nel 2011 ha conseguito la Laurea Specialistica in Canto Lirico presso il Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia.

Più di 40 ruoli operistici in Italia e all’estero e di più di 100 programmi concertistici in Italia, Europa, Sudamerica, Sudafrica ed Oriente in 5 lingue, con repertori sacri, operistici, liederistici, operettistici, da camera e contemporanei.

Nel 2006 ha vinto il Premio Speciale “Pagliacci” al XII Concorso Internazionale “R. Zandonai” di Riva del Garda ed il ruolo di Bardolfo nel Falstaff di R. Bruson al XVI Concorso Internazionale “Rocca delle Macìe”. Nel 2008 ha debuttato al Teatro la Fenice di Venezia di con “Death in Venice” di B. Britten e nel 2011 ha cantato “La Traviata” di G. Verdi al Seul Centre Arts accanto al soprano Mariella Devia. 

Il 27 Dicembre 2014 è stato insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica italiana dal Presidente Giorgio Napolitano, per i risultati ottenuti in campo sociale e letterario con la pubblicazione della sua autobiografia. 

Da Marzo 2015 scrive per il quotidiano Avvenire. 

Il 21 Giugno 2015  è stato scelto come tenore solista per cantare L' Ave Maria di Vavilov davanti a Papa Francesco nella Basilica di Maria Ausiliatrice a Torino, durante le celebrazioni mondiali del bicentenario di Don Bosco.

Nel 2016 ha interpretato il ruolo dell' Imperatore Altoum in "Turandot" di G. Puccini e nello stesso anno ha interpretato il ruolo di Spoletta. Nell' autunno 2017 ha interpretato il ruolo di  Harry ne "La Fanciulla del West".

Free Wheels Onlus per cammini sempre più per tutti

Free Wheels onlus nasce nel cuore di Pietro Scidurlo durante un lungo percorso di crescita personale avvenuto sul Cammino di Santiago, il famoso pellegrinaggio.

In realtà Free Wheels scorreva nelle sue vene da tutta la vita, perché è la base del suo modo di vivere: il non arrendersi mai a quella quotidianità ad ostacoli.

Fonda cosi, assieme ad un gruppo di amici che tuttora collaborano come volontari, Free Wheels onlus. Proprio da questa esperienza nasce lo scopo dell’associazione: aiutare persone con esigenze specifiche ad affrontare le loro paure e la vita, con quella fiducia in sé stessi che può portarli a vivere qualsiasi esperienza, più o meno difficoltosa, come il vivere il mondo a piedi con la serenità alla quale tutti hanno diritto. Perché questo è quello che il Cammino ha insegnato a Pietro. Come intende farlo?

  • Organizzando seminari informativi per persone in cammino
  • Mappando percorsi e itinerari rilevando indicazioni di accessibilità
  • Fornendo gli strumenti necessari per intraprendere queste esperienze
  • Accompagnando le persone lungo questi itinerari

Free Wheels intende divulgare, sensibilizzare e dare vita ad iniziative in grado di abbattere le barriere mentali e fisiche verso le persone con esigenze specifiche. Free Wheels vuole far cambiare la cultura: per formare bisogna informare. Aver un esigenza specifica, non significa smettere di vivere, ma ricominciare a farlo da un punto di vista diverso.

Free Wheels è dotata di un parco ausili che è a disposizione di tutti coloro che ne necessitano per vivere l’esperienza del cammino con lentezza.

Free Wheels accompagna lungo questi itinerari persone che non hanno il coraggio di fare da soli quel “primo passo”.

Free Wheels vuole sensibilizzare i giovani, attraverso l’esperienza diretta di Pietro, a principi come Determinazione, Solidarietà e Condivisione.

Free Wheels collabora con Istituti tecnici, Accademie Universitarie e Professionisti, Enti ed Istituzioni Europee per sensibilizzare i futuri progettisti verso un mondo senza barriere.

Il sogno di questo gruppo di amici, il loro “camminare per mondi”, vuole essere in assoluto il mezzo di Free Wheels onlus per diventare un punto di riferimento per persone con esigenze specifiche verso una nuova vita, sapendo che esistono tutta una serie di strutture ed opportunità che consentono a tutti di rientrare a pieno titolo nella società, e che una esigenza specifica (o una disabilità) rappresenterà un grande limite solo se lo sarà nelle loro menti. 

Pietro Scidurlo: camminando la vita con quella lucida follia

Pietro Scidurlo, classe 1978, a causa di un errata valutazione medica al parto, non camminerà più. Cresce come tanti con un pessimo rapporto con la sua disabilità e con la forte esigenza di fare qualcosa di straordinario per lui e per le persone che vivono la sua stessa situazione.

Un giorno la sorella Chiara gli regala un libro che parla del Cammino di Santiago e qualche anno più tardi l'amico Giovanni, skipper professionista che nel 2013 condivide con lui la discesa del fiume fino a Venezia, l'ho convince del potere spirituale che il Cammino spagnolo ha avuto su di lui.

Nel 2012 compie quindi il Cammino di Santiago, itinerario dichiarato Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Lungo questo cammino si rende conto ancora di più di quanti ostacoli per le persone con difficoltà motorie siano ancora presenti. Matura così l'idea di fare qualcosa per aiutare chi come lui voglia mettersi alla prova: oggi sul Cammino di Santiago, domani nel mondo. Per questo al suo ritorno, con alcuni amici, fonda Free Wheels onlus.

Grazie alla vicinanza dell'amico Andrea Stella, scopre che mettendo una persona nelle condizioni giuste nulla è impossibile e per dare forza e credibilità al messaggio di Free Wheels, 8 giorni pagaia sul fiume da casa fino a Venezia.

Nel 2015, grazie alla mappatura fatta da Free Wheels pochi mesi prima, firma la prima guida al mondo accessibile per il Cammino francese verso Santiago De Compostela: "Santiago per tutti" (che presenterà in Spagna nel 2017).

Nel 2016 viene insignito dell’Agnesino – massima onorificenza cittadina di Somma Lombardo e ,il lunedì dell'Angelo assieme ad altri esponenti della Free Wheels percorre la Via Francigena in bicicletta per un primo viaggio esplorativo. A Roma incontra il MIBACT D. Franceschini e Papa Francesco.
Ripercorre poi per Legambiente il percorso del G.R.A.B. - Grande Raccordo Anulare delle Bici per un primo test e assieme all'associazione partecipa alla promozione del progetto a garanzia della sua fruibilità universale.
Grazie ad un bando COSME vinto da Free Wheels, partecipa alla mappatura del Cammino di San Benedetto per creare una cammino fruibile a tutti.
Grazie a A.E.V.F. collabora per la fruibilità universale degli Itinerari Culturali presso le Cultural Routes del Consiglio d'Europa a Strasburgo.

Nel 2017 ripercorre a piedi la Via Francigena della Val Susa per promuovere il turismo lento per tutti in Piemonte. A settembre solca la Magna Via Francigena.

Samantha Cesaretti - 2400 km verso la felicità

Samantha Cesaretti, co-ideatrice del progetto Sintomi in cammino e promoter dell'Associazione, sarà anche colei farà fisicamente il cammino fino a Santiago de Compostela. Un viaggio attraverso l'Italia, la Francia e la Spagna per raccontare una storia, quella di un amicizia nata Teatro che ha avuto un suo proseguo nella vita reale. La storia di Marco che ha fatto della debolezza un suo punto di forza ma anche quella di tanti altri che ogni giorno affrontano la vita a testa alta.

1530701397968879 sintomi in cammino

Un progetto a cura di

Sintomi in Cammino

Un viaggio a piedi di 2400 km nel quale Samantha Cesaretti incontrerà persone, e proverà a raccogliere fondi per un progetto davvero importante, che Sintomi di Felicità tenterà di realizzare con la Free Wheels Onlus: rendere agibile a persone con esigenze specifiche una struttura di accoglienza per pellegrini sella via Francigena toscana. 

Abbiamo un progetto ambizioso e vogliamo realizzarlo insieme a voi camminando insieme.