Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Arezzo, Italia
Civico, Arte, Formazione
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

AREZZO CROWD FESTIVAL

Un Festival per avvicinare i giovani al mondo del teatro coinvolgendoli attivamente e per promuovere le eccellenze professionali U35 del settore.

5.805€
116% di 5.000€
03 nov 2018
Data chiusura
6.000€
2° traguardo
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

AREZZO CROWD FESTIVAL

Un Festival per avvicinare i giovani al mondo del teatro coinvolgendoli attivamente e per promuovere le eccellenze professionali U35 del settore.

5.805€
116% di 5.000€
03 nov 2018
Data chiusura
6.000€
2° traguardo
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Di cosa si tratta


L’Arezzo Crowd Festival è un festival teatrale che si svolgerà nel giugno 2019, ideato dall’associazione culturale Officine Montecristo, per avvicinare i giovani al mondo del teatro e allo stesso tempo per valorizzare compagnie di professionisti emergenti.

  • L'idea è quella di ribaltare il concetto tradizionale di Festival teatrale, coinvolgendo il pubblico prima degli artisti,  
  • attraverso una grande partecipazione e il principio di condivisione dei contenuti.
  • Grazie al principio di Crowd (folla), infatti, l'Arezzo Crowd Festival vuole mettere in evidenza l’importanza della costruzione di un interesse dal basso, direttamente dalle esigenze delle nuove generazioni, attivando un percorso di sensibilizzazione, partecipazione, valorizzazione e aggregazione.
  •  
  • La base del Festival è il coinvolgimento attivo di ragazzi tra i 18 e i 30 anni nell'organizzazione e ideazione di un festival teatrale. Per questo è stato creato un Comitato Artistico dove, con la supervisione di esperti delle Officine Montecristo, i ragazzi decidono direttamente tutti gli aspetti principali dell’evento come il tema, le grafiche e le compagnie che parteciperanno al contest.
  •  
    L’altro principio importante della manifestazione è la valorizzazione di giovani professionisti del mondo del teatro, eccellenze emergenti, a cui verrà data possibilità di farsi conoscere. Per questo il Festival aprirà le porte ad artisti e compagnie teatrali Under 35, che verranno selezionati tramite un bando pubblico, con la possibilità di essere ospitati durante la rassegna e di vincere il premio in palio di 1.000 euro, assegnato da una giuria sia popolare che di esperti.

    Il Comitato Artistico


    Il Comitato Artistico è formato da 70 giovani, tra i 18 e i 30 anni, provenienti da tutta Italia, che sono venuti a conoscenza del Festival grazie a incontri nelle scuole, nelle università, nei circoli culturali e ovviamente col passaparola e le pubblicazioni online. Tutti gli interessati si sono potuti iscrivere rispondendo a una call pubblica sulla pagina Facebook del Festival entro il 31 maggio 2018. Ed è proprio grazie ai canali social del Festival, e in particolare alla pagina Facebook, che i ragazzi si organizzano per gli incontri e le attività ed esprimono le loro preferenze di volta in volta andando a modellare direttamente il volto della manifestazione


    Formazione e Attività del Comitato Artistico


    Le attività del Comitato Artistico si dividono in due macro aree: la scelta della linea artistica del Festival (scelta del tema, della locandina, selezione delle compagnie teatrali partecipanti) e la partecipazione ad attività creative collegate al Festival (WebTv, Blog, Gruppo Teatrale, Social Storytelling). 


    Scelta della linea artistica: 

    Non appena chiuse le iscrizioni al Comitato Artistico, i membri sono stati subito chiamati a dover compiere la prima scelta, ovvero il tema del Festival. Il tema scelto per il 2019 è stato “Contaminazioni”. I prossimi step saranno la scelta della locandina (Settembre/Ottobre) e la selezione delle compagnie teatrali U35 che parteciperanno al Festival (Novembre/Dicembre), per cui verranno indetti dei bandi pubblici di selezione.


    Per poter svolgere queste attività con piena cognizione di causa è stato avviato un percorso di formazione di grammatica teatrale per i membri del Comitato. Il percorso prevede una parte di formazione teorica che è già stata avviata, divisa in due blocchi di incontri (5 week-end a Giugno/Luglio e 5 week-end a Settembre/Ottobre), con possibilità di partecipare dal vivo o tramite video e dispense degli incontri caricati sul gruppo Facebook dedicato al Comitato Artistico, con l'obbiettivo di fornire strumenti essenziali per leggere la grammatica dell’evento teatrale attraverso i punti della scheda di valutazione che viene fornita ai partecipanti. Inoltre è previsto anche un percorso di visione di spettacoli teatrali (Ottobre/Novembre 2018) con lo scopo di acquisire confidenza col giudizio critico in preparazione alla selezione delle compagnie teatrali partecipanti al Festival.


    Attività creative:

    Concepite con lo scopo di coinvolgere maggiormente i membri del Comitato, e al tempo stesso anche per offrirgli la possibilità di apprendere nuove competenze e specializzazioni, si dividono in quattro gruppi cui i ragazzi del Comitato Artistico hanno aderito, e per cui ricevono assistenza e formazione da professionisti di Officine Montecristo: 

    • Web Tv: Ospitata da un portale dedicato online (www.kipleo.it) , raccoglierà interviste, programmi, documentari
    • Blog: Contenitore aggiornato sulle attività del Festival, con rubriche e approfondimenti
    • Gruppo Teatrale: Percorso di approfondimento sul Teatro con professionisti
    • Social Storytelling: Narrazione sperimentale utilizzando i social del Festival

    Cosa abbiamo già fatto


    L'idea del Festival nasce i primi giorni di Aprile 2018 dalla volontà di riportare ad Arezzo un grande evento teatrale coinvolgendo giovani e associazioni del territorio. Guardando a ritroso, possiamo esser soddisfatti di quanto fatto fin’ora. Soltanto nel primo mese abbiamo ideato il concept del Festival, creato il logo, lanciato il sito internet e i canali social e fatto tantissimi incontri (con enti, associazioni giovanili, scuole, teatri ecc…) con un'accoglienza ottima, che ci hanno permesso di crescere e far conoscere l'idea.

    A Maggio eravamo già pronti a mettere in moto la macchina del Festival e così abbiamo aperto ufficialmente le iscrizioni al Comitato Artistico, dando a tutti gli interessati la possibilità di iscriversi entro il 31 maggio; nel frattempo ogni domenica organizzavamo dei pranzi nella sede delle Officine Montecristo, aperti a chiunque volesse sapere di più sulla nostra iniziativa. A fine Maggio erano ben 70 i ragazzi che da tutta Italia avevano scelto di aderire al nostro progetto, oltre a numerose compagnie teatrali che volevano informazioni riguardo al bando per partecipare al Festival. Questi primi importanti risultati ci hanno dato ancora più voglia e carica per portare avanti quanto iniziato.

    A Giugno sono iniziate le attività del Comitato Artistico con un Open Day di orientamento per il Comitato Artistico, e come prima cosa è stato scelto il tema del Festival: “Contaminazioni”, votato a maggioranza tra una rosa di temi più ampi attraverso il gruppo Facebook dedicato che è la cabina di comando e di incontro dei partecipanti da tutta Italia. Ai pranzi della domenica si sono aggiunti i sabati di lavoro per i membri del Comitato, che hanno visto le mattinate impegnate con il percorso di formazione teatrale, e i pomeriggi con le attività dei 4 gruppi di lavoro (Web Tv, Blog, Social Storytelling e Gruppo Teatrale). Sono stati un Giugno e un Luglio davvero densi di lavoro e ispirazione!

    Nel frattempo abbiamo continuato a far conoscere il nostro progetto sul territorio ottenendo molti riscontri positivi,  e riuscendo anche ad organizzare una cena di sostegno all’Arezzo Crowd Festival, per poter sostenere parte delle spese vive in attesa del crowdfunding. La cena è stata un successo, con più di 90 persone che vi hanno preso parte e molte attività commerciali di Arezzo e provincia che hanno collaborato alla realizzazione dell'evento.


    Adesso manca solo il tuo aiuto!

    Perché un festival di Teatro ad Arezzo?


    Il Festival nasce dall'esigenza di un gruppo di giovani aretini di accrescere l'interesse sul teatro e le arti performative ad Arezzo, città che vanta una grande tradizione culturale e di eventi nazionali e internazionali. L'obbiettivo è quello di coinvolgere a tutti i livelli la città: commercianti, istituzioni, aziende e cittadini, sviluppando un tema in rinascita sia per numero di iscrizioni a livello scolastico che professionale, per fare di Arezzo un nuovo polo di turismo e di eccellenza in ambito teatrale, con un evento che possa crescere nel tempo e costituirsi come un appuntamento fisso nel panorama italiano.

    In più le attività, la formazione e la fruizione del Festival avranno carattere gratuito!


    Per fare questo, puntiamo forte sulla comunicazione e abbiamo avuto una grande adesione per una realtà emergente e una strategia di utilizzo dei social e dei media che rende l'evento che stiamo organizzando una grande cassa di risonanza a livello nazionale, per attrarre investitori virtuosi che si propongano come mecenati di un evento culturale con grandi prospettive di crescita ed arricchire domanda e offerta del mercato culturale.

    Come verranno utilizzati i fondi


    Le attività del Festival che verranno finanziate tramite crowdfunding:


    • AFFITTO TEATRO: 2.000/3000 € (dipendente dall'assegnazione di Patrocinio Comunale)
    • SPESE SIAE PER SPETTACOLI: 500 € (in caso di raggiungimento dell'obbiettivo minimo del Crowdfunding)
    • AFFITTO SEDE E UTENZE: 3000 € (la sede di Officine Montecristo verrà messa a disposizione per tutto un anno                                                                           come ufficio e sala per le attività dell'Arezzo Crowd Festival)
    • COMUNICAZIONE: 3000 € (social media manager professionista per 1 anno)
    • RICOMPENSE: 1000 € (compresivo di costi dei materiali + spese di spedizione delle ricompense) 
    • COMMISSIONE EPPELA: 1000 circa (5% del totale + IVA  + 1,2%+0,15 per ogni transazione)


    Queste spese ci permetteranno di coprire un anno di attività per il Comitato Artistico e per l'organizzazione del Festival:

    • Laboratori gratuiti aperti al Comitato Artistico: livelli base di recitazione e teatro per metterli in condizione di essere giudici consapevoli nella scelta degli artisti
    • Organizzazione della redazione di una tv e un blog dedicata al Festival: formazione e rudimenti per creare una redazione che seguirà l'andamento della rassegna.
    • Gestione quotidiana dei canali social e del sito: per tenere la comunicazione sull'evento costantemente aggiornata.
    • Incontri pubblici: dedicati al dibattito e alla raccolta di idee, oppure con ospiti professionisti di teatro e tv.
    • Selezioni tramite bandi pubblici: per locandina e artisti, aprendo il Festival oltre i confini della città.
    • Organizzazione e gestione del Festival: garantire la massima partecipazione e il maggior numero di eventi durante i giorni della rassegna.
    • Organizzazione di eventi collaterali al Festival: grazie a partners che ci aiuteranno a riempire la programmazione intorno agli spettacoli teatrali con concerti, feste ed eventi.


    Altri costi stimati per cui cercheremo sponsor tecnici saranno:

    • PREMIO PER COMPAGNIA VINCITRICE DEL FESTIVAL: 1000 €
    • ALLOGGIO COMPAGNIE PARTECIPANTI AL FESTIVAL: 2000 €
    • PROMOZIONE: 500 €  (volantini, locandine, contenuti sponsorizzati sui social)


    Grazie per il tuo supporto!

    1523938703690855 logo

    Un progetto a cura di

    Officine Montecristo

    Officine Montecristo è un’associazione culturale e compagnia teatrale di
    Arezzo fondata nel 2016. Si occupa della produzione di spettacoli ed eventi
    teatrali e musicali, e della promozione di eventi culturali legati alle arti
    performative, con attenzione particolare ai professionisti emergenti e al
    dialogo europeo delle nuove generazioni di artisti.

    I soci fondatori di Officine Montecristo sono Giovanni Firpo (Regista),
    Giuliana Rienzi (Direttore Tecnico) e Mariangela Mazza (Legale).


    Arezzo, Italia