Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Musica, Arte, Civico

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

CreOut - L'arte di creare fuori contesto

Un evento multidisciplinare con musica, fotografia e artigianato per la valorizzazione dell’uso non convenzionale di oggetti, immagini e suoni.

700€
140% di 500€
21 mar 2018
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

CreOut - L'arte di creare fuori contesto

Un evento multidisciplinare con musica, fotografia e artigianato per la valorizzazione dell’uso non convenzionale di oggetti, immagini e suoni.

700€
140% di 500€
21 mar 2018
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

CreOut - L'arte di creare fuori contesto

CreOut-l’arte di creare  fuori contesto è un progetto artistico-musicale ideato da noi allievi del Master in
Management degli Eventi dello Spettacolo di Palazzo Spinelli, istituto per l'arte e il restauro in Firenze. 

CreOut si impegna a valorizzare le diverse attività artigianali, lo spettacolo dal vivo e le attività ad esso connesse
sul territorio. Si muove nell'ambito dell’eco-sostenibilità concentrandosi prevalentemente sul concetto di
riciclo, laddove l’inutilità diviene nuova opportunità e la “spazzatura” una risorsa.

Gli oggetti sui cui si focalizza il progetto sono per la maggior parte materiali di scarto. La scelta nasce per
andare incontro a due esigenze in rapporto dialogico tra loro: la prima è rivolta alla tutela ambientale, alla
valorizzazione dei rifiuti per il recupero di materie prime importanti e alla necessaria sensibilizzazione
verso queste tematiche. La seconda, più astratta, è rivolta alle nuove invenzioni, alle menti creative e alle
nuove sperimentazioni artigiane.

CreOut, inoltre, desidera essere un omaggio a tutte le persone che creano fuori contesto e che si trovano a
vivere ambienti diversi da quello di appartenenza. È questo il caso di noi studenti di Palazzo Spinelli, tutti
provenienti da diverse zone d’Italia e coinvolti nella creazione di un progetto in uno spazio comune a noi
poco familiare.

L'evento Creout- l'arte di creare fuori contesto si terrà venerdì 23 marzo 2018 dalle ore 19.30 al Vecchio Conventino-Officina Creativa in Firenze. Si compone di una mostra fotografica con gli scatti vincitrici del concorso Altri Contesti, le proiezioni delle interviste ad artigiani e street artists e la visita performativa alle botteghe artigiane. I Citofoni allieteranno la serata con il loro repertorio in chiave swing della grande canzone italiana e francese. 



Ci presentiamo!

CRISTINA viene da Jesi ed è laureata in Progettazione e Gestione di Eventi e Imprese dell’Arte e dello Spettacolo presso l’Università di Firenze.

ELENA viene da Trento ed è laureata in Mediazione Linguistica presso l’Università degli studi di Trento.

FEDERICA viene da Cascina ed è laureata in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione presso l’Università di Pisa.

FLAVIA viene da Roma ed è laureata in Arti e Scienze dello Spettacolo presso l’Università La Sapienza di Roma.

GIULIA viene da Roma ed è laureata in Attività Culturali del Turismo e dello Spettacolo presso l’Università degli Studi della Tuscia.

MARCO viene da Castel del Piano ed è laureato magistrale in Scienze Filosofiche presso l’Università degli studi di Firenze.

RAFFAELE viene da Napoli ed è laureato magistrale in Organizzazione e Gestione del Patrimonio Culturale e Ambientale presso l’Università degli studi di Napoli.

SARA viene da Roma ed è laureata magistrale in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche Diagnostiche presso l’Università La Sapienza di Roma.

SIMONA viene da Turzovka e si è diplomata presso l’Accademia di Design & Comunicazione Leonetto Capiello di Firenze.

VALENTINA viene da Bergamo ed è laureata in Scienze dei Beni Culturali presso l'Università degli Studi di Milano.

VIOLETTA viene da Roma ed è laureata magistrale in Scienze della Politica presso l’Università La Sapienza di Roma. 

Come utilizzeremo i fondi?

I fondi raccolti attraverso il crowdfunding serviranno a realizzare il nostro evento e in particolare a pagare il cachet della band I Citofoni, un trio fiorentino che interpreta in chiave swing la grande canzone italiana e francese.

Inoltre verranno investiti per il pagamento della SIAE e della comunicazione. 


Palazzo Spinelli

L’Associazione No Profit Palazzo Spinelli nasce nel 1998 con l’obiettivo di contribuire alla difesa del patrimonio culturale mondiale tramite la promozione, l’organizzazione e la gestione di iniziative finalizzate allo studio, alla conservazione, al restauro, alla valorizzazione e alla fruizione dei beni storico e artistici.

Ad oggi opera in oltre 30 Paesi sia tramite azioni dirette alla formazione e all’aggiornamento di figure professionali attive nel settore della gestione dei beni culturali, nella conservazione e nel restauro, nel turismo culturale ed ambientale, nell’organizzazione di eventi, sia attraverso progetti realizzati in collaborazione con Enti pubblici e privati, con la Commissione Europea, l’Unesco e il Ministero degli Affari Esteri italiano; in quest’ultimo caso nel quadro degli accordi di Cooperazione Scientifica, Tecnologica e Culturale sottoscritti con oltre 60 governi nel mondo.

L'esperienza accumulata in oltre 15 anni di attività, con più di 300 master attivati, oltre 1.700 studenti diplomati riconosce Palazzo Spinelli come centro di riferimento formativo, a livello nazionale e internazionale, capace di offrire  una formazione pratica, progettuale ed operativa, attenta alle esigenze del mondo del lavoro e costantemente aggiornata sui cambiamenti del settore. 

1519299120987286 logo senza macchie png senza sfondo

Un progetto a cura di

CreOut- L'arte di creare fuori contesto

CreOut-l’arte di creare fuori contesto è un progetto artistico-musicale nato osservando il lavoro degli studenti di restauro dell'Istituto che ridanno nuova vita opere del passato e il quartiere dell’Oltrarno dove si collocano le botteghe artigiane della tradizione. Viverlo ogni giorno, ci ha coinvolto con il fascino dell’oggetto, dell’artista che lo rappresenta e della materia che lo compone che può essere rimodellata e ricombinata all'infinito.