Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Solidarietà, Civico

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

Binario Donna

Con questo progetto vorremmo aprire uno sportello di ascolto e prima accoglienza alla Stazione Fs di Castelfiorentino per le donne vittime di violenza

19.810€
198% di 10.000€
05 mar 2018
Data chiusura
15.000€
2° traguardo
Fondazione Il Cuore si Scioglie
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Binario Donna

Con questo progetto vorremmo aprire uno sportello di ascolto e prima accoglienza alla Stazione Fs di Castelfiorentino per le donne vittime di violenza

19.810€
198% di 10.000€
05 mar 2018
Data chiusura
15.000€
2° traguardo
Fondazione Il Cuore si Scioglie
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Cos'è Binario Donna

Binario Donna si propone di aprire un nuovo sportello di ascolto e prima accoglienza presso la stazione ferroviaria di Castelfiorentino, per le donne vittime di violenza. 

L'obiettivo generale del progetto è riuscire ad entrare in contatto, seguire ed aiutare le donne che subiscono violenza di genere e/o domestica con il consolidamento e l'ampliamento sia strutturale che come ore di apertura del Centro di Ascolto Lilith nel comune di Castelfiorentino.

All'interno dello sportello di ascolto saranno effettuati primi accessi delle donne, colloqui psicologici, percorsi psicologici e consulenze informative relative a questioni legali e di orientamento, per donne che hanno subito violenza. In questo luogo, saranno svolte altre iniziative di varia natura, correlate alle tematiche suddette. Le operatrici presenti saranno psicologhe, psicoterapeute, operatrici e avvocati del Centro Aiuto Donna Lilith

Importante anche la possibilità di ampliare questo servizio presso la stazione di Castelfiorentino, in un'ottica di rivalutazione del territorio. Il luogo nel quale verrà ubicato lo sportello appare infatti connotato da elementi di rischio dal punto di vista sociale e delle marginalità, pertanto questo servizio ha lo scopo ulteriore di strutturarsi come luogo di aggregazione e come punto di riferimento per le donne. 

Lo sportello, rimarrà aperto tre giorni a settimana e le nostre operatrici avranno comunque una reperibilità telefonica h24. Oltre all'attività di ascolto psicologico, di assistenza legale e di orientamento, avrà come obiettivo quello di realizzare interventi di sensibilizzazione, corsi di formazione ed eventi per promuovere occasioni di confronto e discussione riguardanti le tematiche della violenza e degli stereotipi di genere.

Ecco, in un breve elenco, gli obiettivi specifici del progetto:

  • Accoglienza e ascolto delle donne che subiscono violenza
  • Costituzione di un punto di aggregazione
  • Assistenza legale
  • Orientamento e informazioni
  • Primo approccio per inserimenti in case-rifugio
  • Offerta formativa riguardanti corsi di formazione per le utenti
  • Offerta formativa corsi per le nuove volontarie e operatrici di centri antiviolenza
  • Eventi di sensibilizzazione sulle tematiche della violenza di genere, gli stereotipi di genere e le pari opportunità.

Come verranno utilizzati i fondi

I fondi saranno utilizzati, per ampliare il servizio, arredando la stanza ed elargendo l'adeguato compenso alle professioniste che si occuperanno della gestione dello sportello. La nostra idea, oltre al servizio che andiamo ad offrire, è anche quella di una rivalutazione dell'area e di una crescita del territorio, come da sempre nello spirito della nostra associazione.

Qualora dovessimo raggiungere l'eventuale traguardo extra di 15000 euro, utilizzeremo i fondi in più per corsi di formazione per nuove operatrici, corsi di sensibilizzazione, prevenzione ed informazione per la popolazione.

Il Centro Aiuto Donna Lilith

Il Centro Aiuto Donna Lilith delle Pubbliche Assistenze Riunite, è nato nel 2002 in risposta alle numerose richieste di aiuto da parte di donne che vivono situazioni violente di varia natura all'interno delle mura domestiche. Il centro è operante su tutto il territorio dell'Empolese-Valdelsa, si occupa di offrire sostegno psicologico, assistenza legale e accoglienza.

Pertanto, sono state sistematizzate tre case rifugio ad indirizzo segreto ed un piccolo alloggio per inserimenti in casi di emergenza, al fine di rispondere in maniera concreta di fronte a situazioni per le quali è necessario provvedere nell'immediatezza, sia a breve che a lungo termine, ed un allontanamento dall'ambiente violento della donna insieme ai figli, qualora ve ne siano.

Il Centro Lilith ha come obiettivo quello di sostenere la donna e i figli durante tutto il percorso, fino al momento in cui la stessa si è resa autonoma sia dal punto di vista economico che abitativo. Il percorso necessita di un lavoro di rete da parte delle operatrici del centro insieme agli assistenti sociali e alle forze dell'ordine, al fine di organizzare un progetto individualizzato realisticamente aderente e sostenibile alle caratteristiche, ai limiti e alle risorse di ciascuno specifico caso. Offre alle donne servizi gratuiti di ascolto, accoglienza, consulenza psicologica e legale civile e penale, accompagnamento ai servizi e orientamento al lavoro, garantendo una reperibilità h24.

Lilith, nel 2010, ha dato vita alla Cooperativa SOS Luna, nata da un progetto europeo, per il reinserimento socio-lavorativo delle donne vittime di violenza. Dal 2012 coordina 13 sportelli di ascolto sul territorio. Il Centro Aiuto Donna è inoltre inserito nella Rete Nazionale Antiviolenza e nella mappatura nazionale del numero di pubblica utilità 1522.

Lilith attua inoltre attività di formazione per operatori e interventi educativi di prevenzione nelle scuole di ogni ordine e grado.

1516021121502591 lilith

Un progetto a cura di

Centro Aiuto Donna Lilith

Il Centro Aiuto Donna Lilith delle Pubbliche Assistenze Riunite nasce nel 2002 in seguito alle richieste di aiuto da parte di donne presentatesi presso la sede della nostra Associazione.

Unico e progettualmente innovativo, nel territorio dell’Empolese-Valdelsa, fornisce alle donne che subiscono violenza un supporto psicologico, assistenza legale ed accoglienza quando l’incolumità della donna è fortemente a rischio.