Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Italia ed Europa
Civico, Viaggi, Tecnologia
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

car4school

Facilitare la vita a studenti e genitori. Più tempo e meno inquinamento !

15€
0% di 9.500€
18 giu 2018
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

car4school

Facilitare la vita a studenti e genitori. Più tempo e meno inquinamento !

15€
0% di 9.500€
18 giu 2018
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Piattaforma innovativa per il trasporto scolastico

VI PRESENTIAMO

IL PROGETTO

L'idea di Car4School è, oltre ad un servizio di car-pooling un social che unisce e mette in comunicazione genitori e studenti che necessitano di aiuto negli spostamenti. Il progetto nasce dalla necessità di un genitore o di uno studente stesso di organizzare al meglio il suo tempo per il tragitto casa-scuola o viceversa, e nella fondata speranza di ridurre sensibilmente il flusso di traffico in determinati orari con conseguente diminuzione dell’inquinamento atmosferico.

Ci sarà anche un risparmio diretto per il nucleo famigliare che ridurrà le spese per il trasporto pubblico e quelle per il carburante.

LE NECESSITÀ

Molte volte, portando i miei figli a scuola, mi è capitato di incrociare, durante il tragitto, persone conosciute o addirittura vicini di casa, anch’ esse in auto con a bordo il proprio figlio, che effettuavano alla stessa ora, il mio stesso percorso per arrivare alla stessa destinazione.

Se pensiamo a questa situazione, moltiplicata per le migliaia di studenti Italiani che vengono ogni giorno accompagnati a scuola dai genitori ci rendiamo conto di quanto questo possa influire sulla gran mole di traffico che si concentra negli orari di ingresso e uscita dai luoghi di studio, creando code, ingorghi, nervosismo e tanto, tanto smog.

La situazione per gli studenti che invece utilizzano i mezzi pubblici non è migliore. In quante occasioni abbiamo visto gruppi di ragazzi aspettare il bus, ammassati come sardine sotto pensiline quasi inesistenti, al freddo, con la pioggia e in orari impossibili, senza contare i ritardi o le coincidenze mancate che spesso si verificano sulle linee urbane e non.

Nel nostro paese le lezioni iniziano presto al mattino e questo crea seri problemi ai ragazzi che devono affrontare lunghi tragitti, costretti ad alzarsi all’alba perdendo ore di riposo e saltando spesso la colazione, per subire un’ ora o più di viaggio in pullman, magari stando anche in piedi, dovendo spesso effettuare un cambio di mezzo per arrivare a destinazione, effettuando un percorso che con tutta probabilità in auto necessiterebbe della metà del tempo. Ultimo ma non meno importante il peso del costo degli abbonamenti ai mezzi, peraltro in costante aumento, che grava non poco sulle spese della famiglia.

LO SCOPO

Proprio avendo vissuto in prima persona le situazioni descritte, io e i miei figli (Filippo laureando in informatica e Francesca in scienze linguistiche) abbiamo pensato, elaborato e messo in produzione Car4School nella speranza di ottimizzare e migliorare la vita di tutte le persone che vorranno utilizzarlo.

Il nostro progetto vuole aiutare genitori e studenti di tutto il territorio nazionale a dare o trovare un passaggio per recarsi da casa ad ogni genere di istituto comprensivo, scuole primarie, secondarie o facoltà universitarie e per il successivo rientro al luogo di partenza.

Utilizzando la nostra applicazione, un genitore, che per accompagnare suo figlio a scuola si trova ad avere limiti  di tempo, difficoltà organizzative, spesso deviazioni o allungamenti di percorso da affrontare per raggiungere l’ istituto e successivamente recarsi sul posto di lavoro o rientrare a casa, potrà cercare ed appoggiarsi ad un altro genitore che, magari perché libero o, solo perché effettuando lo stesso percorso, si rende disponibile al trasporto di più ragazzi, permettendo così, a chi usufruisce del servizio una maggiore libertà ed una migliore organizzazione. Sarà possibile anche organizzare il viaggio in modo che lo studente degli istituti primari sia accompagnato da un genitore, il quale ricercherà la disponibilità di due posti, ottimizzando così l'utilizzo di un solo mezzo. A sua volta, chi ha chiesto ed ottenuto aiuto, quando ne avrà la possibilità, si metterà a disposizione di altri, e così via fino a creare un sistema di spostamenti organizzato. Questo potrà avvenire gratuitamente, dietro compenso stabilito o tramite offerta libera.

Il discorso vale anche per gli studenti maggiorenni che frequentano l’ ultimo anno delle scuole superiori o gli atenei universitari i quali, già in possesso di patente e mezzo proprio, potranno trasportare altri studenti al loro stesso istituto.

COME FUNZIONA

Il funzionamento è semplice!

Chi è interessato, si dovrà registrare sul sito Car4School fornendo una serie di dati di sicurezza quali : un indirizzo mail, nome e cognome, residenza, luogo e data di nascita, codice fiscale, numero di cellulare, targa del veicolo e password. Per un maggiore controllo i dati inseriti verranno verificati, e solo successivamente sarà autorizzato l’ accesso al sito.

A questo punto, l’ iscritto potrà accedere al database di tutti gli istituti scolastici sul territorio, divisi per regione e provincia, potrà creare un annuncio o visionare gli annunci degli altri utenti, iniziando così a richiedere o fornire il servizio di trasporto.

Gli annunci verranno memorizzati su un database remoto. All’ utente verranno mostrati solo gli annunci ricercati per una determinata zona geografica o per uno specifico istituto e per ogni singola offerta i posti a disposizione saranno limitati in base alla capienza massima del veicolo.

Una volta terminati i posti disponibili l’ offerta non sarà più visibile ad altri utenti che effettuano ricerche, ma solo a quelli che hanno inoltrato la richiesta di prenotazione. Per evitare difficoltà e ritardi al fornitore del servizio, le offerte di trasporto saranno inoltre visibili solo entro un limite di tempo dall’ orario di partenza, evitando così problemi come la prenotazione istantanea di un posto auto poco prima della messa in marcia del veicolo.

Gli utenti potranno però prenotare ed usufruire del servizio in più fasce orarie e giorni differenti. 

Come verranno utilizzati i fondi

Con i fondi raccolti grazie alla campagna di Crowdfunding vogliamo sviluppare al meglio il nostro progetto. Siamo una piccola realtà, con fondi limitati che spera di evolversi grazie al vostro aiuto. I soldi saranno utilizzati per la terminare la piattaforma e lo sviluppo del software, il sito avrà poi bisogno di essere indicizzato sui principali motori di ricerca, c'è da perfezionare lo sviluppo dell' app e altri fondi serviranno per azioni di marketing e promozione. Vi sono poi altre spese come la gestione del marchio presso UIBM e EUIPO, le consulenze e le utenze. Per ultimo ma non per importanza le risorse umane necessarie per lo svolgimento del lavoro.Ci saranno inoltre le commissioni sulle ricompense e la percentuale Eppela


Chi c'è dietro al progetto

Il progetto nasce nel 2017 da un'idea di un padre approvata dai figli. Siamo Gianluca, Filippo e Francesca Caser e abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti per poter realizzare la nostra idea. Noi ci abbiamo creduto subito, seguiti a ruota dal resto della famiglia,  abbiamo quindi deciso di buttarci in questa sfida. Ho accompagnato per anni i miei figli a scuola, affrontando intenperie, orari impossibili, code e rallentamenti e sfidando continuamente il codice stradale. Proprio provando questi piaceri dell'esser genitore mi sono guardato intorno chiedendomi come si potessero risolvere, per quanto possibile, alcuni di questi problemi. E così ho notato giorno dopo giorno che migliorare la vita di studenti e genitori non è impossibile, contribuendo inoltre alla riduzione dei veicoli in circolazione e  alle immissioni di CO2.

Se ne parla su

1525276664832297 logo1 circle

Un progetto a cura di

Filippo, Francesca & Gianluca Caser

Nato nel 67 dopo gli studi ho lavorato nell'attività di famiglia per poi proseguire tra commercio e artigianato, Filippo, mio figlio ha frequentato con successo l'università Bicocca di Milano ed è in procinto di laurearsi in Informatica, mentre Francesca frequenta la facoltà di scienze linguistiche . Lavoriamo e siamo residenti in provincia di Biella. Con i fondi possiamo dare il via alla piattaforma per poi fondare una startup innovativa.

Italia ed Europa