Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Una bibliomediateca per Montefranco

Contribuisci
Icon close white 3f944adb9c9650063a8c1683e1d9c8ddfee10ac09af1a1b67c773197c39393aa
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Una bibliomediateca per Montefranco

Dal terremoto alla socialità

10€
0% di 15.938€
-28 giorni
Anci Crowd
Contribuisci

Una bibliomediateca per Montefranco

Dal terremoto alla socialità

10€
0% di 15.938€
-28 giorni
Anci Crowd
Contribuisci

Di cosa si tratta

Una bibliomediateca è un luogo che costituisce occasione di aggregazione, crescita culturale e può far tornare gli abitanti di Montefranco a frequentare il centro storico e I locali dell'antico Ospedale dei Pellegrini, che saranno ristrutturati e valorizzati.

Lo spazio è composto di due ambienti separati che possono essere destinati a sala studio e a spazio collettivo con angolo infanzia e sarà arredato con scaffalature per l’esposizione di libri e materiali multimediali, tavoli per  i laboratori, computer, televisore, collegamento wi-fi.

L’angolo infanzia sarà uno spazio ludoteca per bambini e bambine, arredato con tavoli e sedie adatti ad un’età 2-10 anni, con libri, video, materiale audio, scelti appositamente per questo tipo di pubblico e che saranno messi a disposizione sia per la consultazione libera, che in occasione di iniziative di animazione destinate all’infanzia.

In uno dei due ambienti, che costituisce una saletta separata, sarà ricavato uno spazio studio che possa essere silenzioso e non interessato da passaggio e attività collettive, dove cittadinanza e studenti possano accedere a internet e trovare un ambiente tranquillo per lo studio autonomo, mentre la sala attigua sarà attrezzata con sedie, schermo multimediale, materiali per la lettura, audio e video in uno spazio destinato ad attività collettive.

Lo spazio infanzia sarà ricavato circoscrivendo un angolo dell’ambiente principale con del mobilio e ponendo al suo interno un tappeto, un cesto con libricini e giochi  e alcuni cuscini per facilitare l’approccio a bimbi e bimbe, oltre ad alcuni tavolini bassi con seggioline, per le attività dei/delle più grandi.

Nello spazio  potranno essere realizzate conferenze, cineforum, incontri di lettura e ascolto musicale , oltre a  vari tipi di animazione culturale rivolti alla popolazione giovane ed adulta.

La bibliomediateca effettuerà anche operazioni di prestito del materiale.

Come verranno utilizzati i fondi

Il finanziamento tramite la piattaforma di crowdfunding e la quota ANCI sarà utlizzato per:

Attrezzatura: Illuminazione, Sedie, Schermo, Amplificazione, Microfono, 2 Tavoli grandi, Scaffali, Scrivania per l’addetta/o al prestito, Tappeto e Cuscini per lo spazio infanzia, Tavolini-seggioline per lo spazio infanzia, 5 computers, Fotocopiatrice-stampante-scanner, connessione wireless.

Materiale: - Saggistica di base con particolare attenzione a Storia e Sezione locale, Cucina, Arte, Musica, Cinema e Teatro - Letteratura e narrativa - Libri per ragazzi per fasce d'età - Film in DVD e videocassette

- Materiale audiovisivo sottotitolato per non udenti

-Materiale con descrizione audio per non vedenti - Cd musicali - Cd rom - Periodici e quotidiani - Sezioni speciali: spazio genitori, - Libri tattili/Libri a grandi caratteri - Audiolibri

Il materiale sarà in parte reperito chiedendo l’intervento solidale della cittadinanza e quindi facendo appello a risorse private che possano essere messe in comune attraverso la realizzazione della bibliomediateca, che favorirà anche la partecipazione alle attività.

Una parte del materiale sarà invece acquistato, per disporre di opere aggiornate e adatte a tutte le esigenze della popolazione.

Il Comune di Montefranco, quale quota di cofinanziamento,  metterà a disposizione del progetto- locali, personale del servizio civile, corrente elettrica, riscaldamento,  wi-fi e personale per l’allestimento degli spazi.

La formazione per la gestione dello spazio infanzia sarà realizzata presso la biblioteca di Ferentillo, in collaborazione con il progetto “Nati per Leggere”.


Chi c'è dietro al progetto

Il personale del Comune di Montefranco, in particolare la Sindaco Rachele Taccalozzi che l'ha fortemente voluto per costituire uno spazio di socialità e un’occasione di crescita culturale per la popolazione, per la frequentazione e l’animazione del centro storico.

Servirà inoltre a favorire lo scambio di esperienze di studio per studenti e l’educazione alla lettura per l’infanzia, essendo un ausilio per la riscoperta del libro, in un contesto in cui le giovani generazioni sono sempre più spinte all’uso esclusivo delle tecnologie.

Accessibilità

Accessibilità: I locali destinati alla biblioteca si trovano a piano terra e disposti su un unico piano, l’unica barriera architettonica è costituita da due scalini che dividono lo spazio collettivo dalla sala studio e che possono essere superati con uno scivolo. La struttura è direttamente raggiungibile dalle autovetture, quindi la fruibilità dello spazio è assicurata anche alle persone con disabilità motorie. La porta è completamente apribile in modo da rendere possibile l’accesso alle carrozzelle.

I materiali audiovisivi saranno scelti in modo che una parte di essi sia sottotitolata o dotata di commenti audio, in modo da essere direttamente fruibili anche alle persone con disabilità visiva e uditiva.

La possibilità di accedere per le disabilità di tipo psicologico o cognitivo sono comunque garantite attraverso l’intermediazione di personale adeguatamente formato, che attualmente non è previsto nel progetto, ma che potrà essere introdotto in un secondo momento. 

1513339081628622 montefranco

Un progetto a cura di

Comune di Montefranco

Il Comune di Montefranco affaccia sulla Valnerina, su ripidi rilievi collinari che permettono una panoramica vista mozzafiato che va da Ferentillo alla Cascata delle Marmore.

Ha una popolazione di circa 1.200 abitanti ed è sviluppato anche nella valle del Nera, con l'abitato di Fontechiaruccia dove sono dislocate attività economiche e servizi.