Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Cinema

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

15 gennaio 2018, il Belice a mezzo secolo dal terremoto

Il documentario che attraverso il racconto di giornalisti e sopravvissuti racconta il Belice nei giorni del terremoto e cosa sia adesso, 50 anni dopo.

276€
34% di 800€
29 gen 2018
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

15 gennaio 2018, il Belice a mezzo secolo dal terremoto

Il documentario che attraverso il racconto di giornalisti e sopravvissuti racconta il Belice nei giorni del terremoto e cosa sia adesso, 50 anni dopo.

276€
34% di 800€
29 gen 2018
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Documentario sul Belice 50 anni dopo il terremoto del 1968

Sono partito dalla ricerca di un bambino di Gibellina salvato dalle macerie da un vigile del fuoco milanese la cui storia è raccontata in un libro dell'ex direttore della Gazzetta dello Sport Candido Cannavò. I due si rincontrarono 10 anni dopo durante la trasmissione televisiva Portobello, e nell'occasione, grazie a una petizione, al bambino rimasto orfano fu comprata una casa. Ci andò a vivere con l'anziana nonna ma, il suo destino...

La storia di "Cudduredda", la bimba tirata fuori viva dalle macerie a 54 ore dalla scossa ma che morì dopo tre giorni in ospedale. Interviste ai parenti che raccontano questa tragedia e al vigile del fuoco emiliano che la tirò fuori davanti alle telecamere di Sergio Zavoli.  

Durante il documentario si susseguono gli interventi dei protagonisti dell'epoca: il giornalista RAI Piero Angela che condusse i telegiornali in quei giorni, l'editore Ottavio Navarra, sopravvissuto di Gibellina all'età di tre anni. Il giornalista de "La Sicilia" Tony Zermo che era sul versante agrigentino. Lo storico dell'arte Tanino Bonifacio che ci illustra il senso del Museo della Memoria di Santa Margherita Belice e parla di rinascita delle città allora distrutte.

Come verranno utilizzati i fondi

Per compensare le spese di produzione, promozione e distribuzione (soprattutto nelle scuole). 

Chi c'è dietro al progetto

Il progetto gode del patrocinio gratuito della Fondazione Cannavò ed è interamente auto-prodotto dall'agenzia ragusana Studio 44

1513015374249315 blog fatto

Un progetto a cura di

Domenico Occhipinti

Sono un giornalista ragusano di 38 anni che collabora con la sezione video dell'Agenzia Ansa e fa il blogger per il FattoQuotidiano.it. Ho scritto per la Gazzetta dello Sport, lavorato nella redazione di ClassTv Msnbc e Video Regione Sicilia e pubblicato un libro, "In bici per l'Europa, 8000 km con i ragazzi di Don Mazzi" in cui racconta i sei mesi vissuti in sella attraverso 10 stati europei al seguito di questa comunità itinerante. 

Seguici su