Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

40 giorni per scaldare il Polo Logistico

L'inverno si sta avvicinando, riscaldiamo il Polo Logistico, non facciamoci cogliere impreparati.

2.545€
101% di 2.500€
24 dic 2017
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

40 giorni per scaldare il Polo Logistico

L'inverno si sta avvicinando, riscaldiamo il Polo Logistico, non facciamoci cogliere impreparati.

2.545€
101% di 2.500€
24 dic 2017
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Di cosa si tratta

Sorge a Bussoleno, al centro della Valle di Susa, il Polo Logistico di Protezione Civile.

Una ex scuola superiore abbandonata che su impulso dell’amministrazione Comunale di Bussoleno diventerà punto di riferimento per la risposta alle emergenze dell’intera Valle.
All’interno dello stabile già da due anni trovano posto mezzi, materiali e attrezzature della Croce Rossa Italiana che saranno presto accompagnati da quelli della locale squadra Antincendi Boschivi, del Soccorso Alpino, dell'Associazione Nazionale Alpini - Protezione Civile e Associazione Radioamatori.

E’ molto importante, in caso di emergenza, poter contare su una struttura di questo genere; durante il recente incendio boschivo che ha devastato le montagne di Bussoleno e dei comuni limitrofi il Polo Logistico è stato centro nevralgico di tutte le operazioni di soccorso ospitando il Centro Operativo Comunale, fornendo pasti e supporto logistico agli operatori e attraverso l’allestimento di un dormitorio di emergenza per la popolazione evacuata.

Nel corso dei mesi i Volontari di Croce Rossa Italiana hanno bonificato lo stabile, sistemato gli spazi esterni e ristrutturato una parte dei locali; ora l’attenzione è dedicata all’adeguamento del magazzino e alla cucina da utilizzare in caso di necessità.

Per poter proseguire con questi lavori abbiamo bisogno di un aiuto; in attesa che arrivino i fondi centrali e regionali per le opere strutturali vogliamo proseguire i lavori durante l’inverno così da essere davvero pronti per le future emergenze.

Sono sufficienti 2.500 euro per un sistema di riscaldamento provvisorio, tramite un generatore di aria calda, che una volta installato l’impianto di riscaldamento definitivo sarà riconvertito per riscaldare la nostra tenda refettorio e il nostro posto mobile di primo soccorso.

Chiediamo aiuto a tutti voi per raggiungere questo importante risultato:  abbiamo 40 giorni per riscaldare il Polo Logistico !
Ogni singolo € donato sarà utilizzato per questo obiettivo, il risultato sarà concreto e tangibile ! Il Natale si sta avvicinando e tra le ricompense della nostra campagna potete trovare degli spunti interessanti per un piccolo pensiero natalizio, confidiamo nel vostro prezioso supporto. 

Come verranno utilizzati i fondi

I 2500,00 € raccolti saranno destinati ad acquistare un generatore di aria calda a gasolio che sarà utilizzato per riscaldare il piano terra del Polo Logistico (sala formazione, centralino, dormitorio, servizi igienici, ecc...).
In caso di necessità il generatore può essere spostato per garantire il riscaldamento del locale magazzino/refettorio e quando la struttura sarà dotata di un impianto di riscaldamento centralizzato il riscaldatore potrà essere destinato al riscaldamento delle strutture mobili di cui disponiamo (tenda mensa, posto mobile di primo soccorso).

Non appena raggiunto l'obiettivo il generatore di aria calda sarà immediatamente acquistato e installato rendendolo operativo per la stagione invernale alle porte.

Nel caso in cui si superasse con la raccolta fondi l'obiettivo prefissato le ulteriori risorse saranno impegnate per interventi nell'ambito del Polo Logistico.

Chi c'è dietro al progetto

Il progetto è sviluppato da Croce Rossa Italiana - Comitato di Susa con la collaborazione delle Istituzioni del territorio. Croce Rossa Italiana è attiva a Susa dal 1998 e sin da allora si è attivamente impegnata in attività di Protezione Civile.
Durante tutte le emergenze, piccole o grandi, che hanno colpito la Valle di Susa i Volontari di Croce Rossa Italiana sono sempre stati al fianco della comunità.

Sul sito internet www.cri-susa.it o sui nostri canali social si possono scoprire nel dettaglio tutte le attività e i servizi svolti sul territorio.

Il Polo Logistico durante l'emergenza Incendio Boschivo

Nel mese di Ottobre 2017 la media Valle di Susa è stata interessata da una grave emergenza legata ad un incendio boschivo di proporzioni storiche che ha coinvolto, in 9 giorni, ben 6 comuni (Bussoleno, Chianocco, Susa, Mompantero, Venaus e Novalesa), 4500 ha di superficie bruciata e 600 evacuati.

A Bussoleno il Polo Logistico è stato quartier generale delle operazioni di soccorso; all'interno della struttura si è insediato il Centro Operativo Comunale, sono stati forniti i pasti alle squadre di Vigili del Fuoco e AIB, è stato allestito un dormitorio di emergenza e nel prato antistante il Polo Logistico hanno fatto scalo i mezzi aerei di spegnimento.

L'emergenza incendio boschivo ci ha confermato quanto sia importante e strategica una struttura di questo genere in caso di emergenza.

1510151418030918 logotipo susa 1

Un progetto a cura di

Croce Rossa Italiana - Susa

Il progetto è sviluppato da Croce Rossa Italiana - Comitato di Susa, Associazione attiva dal 1998 nell'ambito delle attività sanitarie, sociali e di risposta alle emergenze.
Durante tutte le emergenze, piccole o grandi, che hanno colpito la Valle di Susa i Volontari di Croce Rossa Italiana sono sempre stati al fianco della comunità.