Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Editoria, Arte, Viaggi

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

Cuba, quel sogno insensato che si accorda al desiderio

Un libro fotografico su Cuba che mostra ciò che ho visto di quel sogno insensato che l'alba accorda al desiderio.

6.125€
102% di 6.000€
11 nov 2017
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Cuba, quel sogno insensato che si accorda al desiderio

Un libro fotografico su Cuba che mostra ciò che ho visto di quel sogno insensato che l'alba accorda al desiderio.

6.125€
102% di 6.000€
11 nov 2017
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Cuba, quel sogno insensato che l'alba accorda al desiderio.

La Habana é abitata incessantemente senza orari ed età nella rete delle strade. 

Il viaggio è su quelle strade.

Il mio sguardo vaga  sorpreso come un  sogno giovanile svanito  con l’età. 

Ciò che vedo di quel sogno voglio mostrare con questo libro fotografico. 

Le strade disegnano un melanconico e nobile teatro, come polverosi nastri e ter­rosi vani,  quinte di sontuosi palazzi coloniali  sventrati dall’incuria della povertà. Quelle  strade  hanno una passione, si diramano in androni oscuri, si inerpicano in scale indefinite, si affacciano a fine­stre livide come occhi vuoti. Si mostrano nelle pareti scrosta­te, dipinte da mani mosse da sguardi e colori  antichi.

Tutto così povero, così reale, così abbandonato, cosi appassionato.

L’alba è improvvisa, totale. Colora i palazzi di intense ombre, estese lame di luce disegnano persone indaffarate. I rumori rimandano ai ricordi lontani. Si chiudono i portoni delle scuo­le dietro innocenti sorrisi  agghindati con linde divise.

Cubani e visitatori si intrecciano come luci e ombre separate da origini e destini diversi. Affollano le strade, addensano i crocicchi, gesticolano parole e attese. Stanchi si mostrano nelle botteghe, dietro  carretti spinti a mano. Vagano in ingombri laboratori, nei mer­cati vuoti, nelle macellerie all’aria aperta. Fanno la fila nelle caffetterie protette da inferriate. Annebbiati nei bar fumosi, già languidi dal rum e avidi di occasionali amori. Qualcuno prega  in una chiesa silenziosa e vuota.  Scompaiono nei grandi viali aperti agli orizzonti della nostalgia, arredati al gusto della dipendenza spagnola, americana e sovietica. Si volgono al mare, fieri nelle vecchie auto ricostruite  infinite volte. Vengono da lonta­no e si perdono in fondo alla strada, oltre la piazza, fino allo orizzonte che  confonde con antica  tenerezza. Cade improvviso il tramonto tinto d’arancio e invita i violetti profondi della notte. Vagano i loro sguardi malinconici e persi, felici e sfrontati. Strugge il sorriso irresistibile dei bambini, gli occhi affaticati degli anziani, l’eleganza semplice dei giovani, l’affanno del vivere  vestendo la povertà di dignità e la miseria di felicità.

A Cuba si rinnova incerto quel sogno insensato che l’alba accorda al desiderio, fino a che non sprofonderà nella nebbia della globalizzazione.

Come verranno utilizzati i fondi

Le foto realizzate da Gabriele Calvisi raccontano il sogno; grazie alla campagna di crowdfunding saranno raccolte in un libro ed i fondi saranno  utilizzati per sostenere  i costi di stampa. 

Chi c'è dietro al progetto

L'iniziativa é promossa dall'autore delle fotografie, Gabriele Calvisi. Al libro hanno collaborato Maria  Franca Perra e Sergio Melani per la scelta delle foto, la post produzione, l'editing e il progetto grafico, mentre  Antonio Corvino  ha  curato la postfazione. Antonello Carboni ha curato la regia dei trailers del progetto. 

1504787094080322 12009578 10206307392358200 6171774542496489873 n

Un progetto a cura di

Gabriele Calvisi

Nato a Bitti (Nu)  65 anni fa, ingegnere minerario, dirigente d'azienda, giornalista e appassionato di fotografia. 

Ha frequentato a Cagliari due workshop curati dai fotografi Antonio Saba e Massimo Mastrorillo

Ha tenuto, nel 2017, una mostra fotografica con 24 foto "La luce delle Clarisse" nel Monastero Santa Chiara di Oristano  www.lalucedelleclarisse.monast... con rilevanza nazionale ed internazionale.