Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Salviamo la Valle del Marro

Contribuisci
Icon close white 3f944adb9c9650063a8c1683e1d9c8ddfee10ac09af1a1b67c773197c39393aa
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Salviamo la Valle del Marro

Le mafie vogliono togliere l'acqua alle piante e la vita al territorio. Dobbiamo subito correre ai ripari!

8.935€
raccolti
-33 giorni
Contribuisci

Salviamo la Valle del Marro

Le mafie vogliono togliere l'acqua alle piante e la vita al territorio. Dobbiamo subito correre ai ripari!

8.935€
raccolti
-33 giorni
Contribuisci

Una cooperativa di uomini liberi

“Coltiviamo la terra degna di uomini liberi, che con i suoi frutti di giustizia dà il sapore di uno sviluppo sano ed equo”

La cooperativa sociale di lavoro e produzione "Valle del Marro-Libera Terra" nasce nel dicembre 2004 da un progetto di Libera, con l'obiettivo di combattere la mentalità mafiosa coltivando nella Piana di Gioia Tauro 120 ettari di terreni confiscati alla 'ndrangheta.  

I soci fondatori sono un gruppo di giovani che con la loro scelta etica e imprenditoriale, netta e inequivocabile, hanno deciso da quale parte stare, rifiutando la logica del compromesso, l'apatia del quieto vivere e la rassegnazione culturale all'onnipotenza mafiosa.

Nel cammino segnato da difficoltà ed ostacoli, la cooperativa trova il supporto di Istituzioni, enti ed associazioni che aiutano la buona economia e la speranza in un territorio difficile.
Sfidando le ritorsioni della mafia, che in più di un'occasione colpiscono mezzi agricoli e coltivazioni, la Valle del Marro riesce a segnare in pochi anni importanti traguardi nel settore agro-biologico, consolidati nel tempo anche da incoraggianti segnali di cambiamento culturale nella comunità.  

Oggi il tenace lavoro della cooperativa sui beni confiscati alla mafia è fonte di prodotti biologici e di servizi turistici etici, ed è di forte stimolo per uno sviluppo economico sano del territorio, che coinvolga i cittadini anche tramite scelte di consumo responsabile.

Perché abbiamo bisogno del tuo aiuto

La Valle del Marro è sotto attacco. Un’escalation di atti intimidatori negli ultimi giorni sta mettendo a dura prova la cooperativa.

I furti e i danneggiamenti hanno prima riguardato gli impianti di irrigazione nei terreni di Oppido e Gioia Tauro, rischiando di compromettere definitivamente le coltivazioni di clementine e kiwi. 
Dopo i sabotaggi agli impianti irrigui, è stato colpito anche uno splendido uliveto nel comune di San Procopio dove sono stati distrutti oltre 50 uliveti secolari.

Questa lunga serie di intimidazioni rappreesenta l’ennesimo tentativo, pianificato, di compromettere il raccolto e scoraggiare l’impegno per il riutilizzo sociale dei beni confiscati.

"Le mafie vogliono togliere l'acqua alle piante, e la vita al territorio. Dobbiamo subito correre ai ripari”. E' questa la vibrante denuncia di Domenico Fazzari, del presidente della Valle del Marro, dopo gli ultimi fatti criminosi.
Una richiesta d’aiuto che non può lasciare indifferente nessuno di noi.

Contribuendo a questa campagna ci aiuterai a dare un segnale di speranza, e un aiuto concreto a chi quotidianamente si batte con coraggio e sacrificio a difesa della legalità.

Tutto il ricavato andrà a sostegno della Valle del Marro, per far ripartire le attività nei terreni danneggiati.

Chi c'è dietro al progetto

Questa campagna a sostegno della Valle del Marro è promossa dalla Fondazione il Cuore si scioglie onlus, sulla scia di un legame che nasce nel 2007 e affonda le sue radici nella condivisione dell’impegno quotidiano a favore della legalità. Una collaborazione che nel corso degli anni ha avuto l’obiettivo di offrire alla Valle del Marro un aiuto concreto nel portare avanti il cambiamento in atto nella Piana di Gioia Tauro.

Attraverso numerosi progetti sociali, la Fondazione Il Cuore si scioglie onlus ha favorito in questi anni la crescita della cooperativa calabrese. Un cammino fatto insieme per aiutare la Valle del Marro a costruire dentro la propria storia un futuro di libertà e dignità, dando un segnale di speranza a un intero territorio.

1499177253124989 logo

Un progetto a cura di

Fondazione Il Cuore si scioglie onlus

La Fondazione Il Cuore si scioglie è una onlus nata nel 2010 in continuità con l'impegno delle sezioni soci di Unicoop Firenze, che da anni portavano avanti iniziative di solidarietà e raccolta fondi legate soprattutto alle adozioni a distanza.

Nel tempo ha allargato il proprio raggio d'azione, con il fine ultimo di rafforzare e diffondere la cultura della solidarietà, facendo rete sul territorio e arrivando a realizzare oltre seimila adozioni a distanza e più di cento interventi di cooperazione in Italia e all’estero.