Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Abruzzo
Viaggi
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Iced Lands - Terre ghiacciate

Monitoraggio climatico sull'Altopiano di Campo Imperatore

350€
Chiuso il 08 set 2017
8%
4.000€
Concluso

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Iced Lands - Terre ghiacciate

Monitoraggio climatico sull'Altopiano di Campo Imperatore

350€
Chiuso il 08 set 2017
8%
4.000€
Concluso

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Il progetto

L' Altopiano di Campo Imperatore (situato nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga) è il più esteso d'Europa con i suoi 18 km di estensione ed è anche uno dei territori più interessanti a livello climatico di tutto il Centro Italia, oltre che meraviglioso dal punto di vista paesaggistico. Le temperature su questa sconfinata piana e nelle sue zone circostanti potrebbero superare la soglia dei -30°C,  con potenziali picchi vicini ai -40°C

Installeremo una stazione meteorologica professionale, (completamente autonoma dal punto di vista energetico) in grado di inviare i dati rilevati dall'Altopiano di Campo Imperatore direttamente ad Internet ogni 15 minuti. In questo modo tutti potranno osservare le condizioni climatiche in diretta collegandosi semplicemente su smartphone o pc. Un vero punto di forza per il nostro progetto. 

La stazione meteo principale sarà posizionata nella zona centro-meridionale della Piana. Stiamo valutando con cura il sito per essere certi di scegliere la location migliore. L'installazione avrà luogo entro il prossimo autunno (Settembre-Novembre 2017).

Inoltre piazzeremo altre tre stazioni di monitoraggio composte da altrettanti datalogger capaci di registrare e conservare al loro interno i valori di temperatura per diversi mesi (saranno successivamente scaricati su pc e pubblicati on-line). Questa accortezza è necessaria visto che le zone sui cui indagheremo saranno inaccessibili e pericolose da raggiungere da fine Novembre a fine Aprile circa. I luoghi dove saranno posizionati i datalogger sono rispettivamente:

  • Una depressione glacio-carsica posta a 1.994 metri e profonda circa 10 metri, collocata sotto il Monte Scindarella.  
  • Campo Pericoli, conca glaciale posta a 2.000-2.200 metri di quota collocata ai piedi del Gran Sasso.
  • Il Pianoro del Voltigno, piana carsica acquitrinosa con fondo posto a 1.365 metri di quota.

Per qualsiasi informazione aggiuntiva di natura tecnica riguardante le zone scelte o l'attrezzatura che andremo ad utilizzare non esitate a contattarmi.


Gli obiettivi del progetto

L' obiettivo è quello di creare una piccola rete di monitoraggio per valutare fino a che punto possano spingersi le temperature sull'Altopiano di Campo Imperatore, vogliamo analizzare e comprendere ancora meglio i processi e le dinamiche così apparentemente inusuali alla base dei siti freddi. Nonostante le difficoltà legate ai remoti luoghi d'installazione ed ai possibili danni alla strumentazione causati da eventi esterni (come condizioni climatiche spesso avverse, possibili valanghe nella stagione invernale ecc.), siamo comunque molto fiduciosi sull'attuabilità del progetto.

Come verranno utilizzati i fondi

  • Stazione meteo professionale + apparato per alimentazione ed invio dei dati da remoto = 1.527,44€
  • Piano tariffario per l'invio dei dati da linea cellulare ad Internet (valido per due anni) = 463,60€
  • Schermi solari Davis + datalogger di temperatura = 378,40€

Altre spese:

  • Installazione della stazione meteo e messa in sicurezza dell'attrezzatura (paleria, cavi, ecc.)
  • Ricompense ai nostri contributori!
  • Spese di commissione
  • Manutenzione

Eventuali rimanenze saranno utilizzate per il rinnovo del piano tariffario (231.80€/anno)

Per qualsiasi informazione aggiuntiva sull'utilizzo dei fondi non esitate a contattarmi!

Chi c'è dietro al progetto

Sono Marco Pierotti ho 24 anni e vivo a Roma, sin da piccolo nutro un grande interesse per la meteorologia, più specificatamente verso la climatologia/microclimatologia ed i fenomeni atmosferici estremi. Il progetto Iced Lands è maturato nel corso degli anni grazie ad un lavoro di osservazione e conoscenza del territorio, la sua realizzazione sarebbe una grande soddisfazione a livello personale ed un opportunità per far scoprire un lato (gelido!) nascosto di questo meraviglioso territorio.

Le affermate realtà che supportano il progetto

L' associazione MeteoAquilano, il partner principale del progetto, è una piccola ma importante realtà nel settore dell'informazione. Fornisce quotidianamente dettagliati bollettini previsionali a breve e lungo termine per la regione Abruzzo, su quotidiani online e radio (oltre che sul loro sito Web e la loro pagina Facebook che conta quasi 7.000 utenti attivi). Con impegno hanno costruito una rete di 18 stazioni meteo sparse su tutta la provincia dell'Aquila che nel futuro sarà destinata a crescere ulteriormente. Grazie alla loro esperienza saremo in grado di installare sul posto efficacemente tutta l'attrezzatura richiesta dalla campagna.

                                 MeteoAquilano

L' associazione Onlus Meteonetwork è un organizzazione senza scopo di lucro con il compito di diffondere la conoscenza nel campo della meteorologia e della climatologia. L' associazione possiede la più grande rete italiana di rilevamento (oltre 2.300 stazioni meteo certificate), inoltre offre un fondamentale servizio composto da dati Livemap e Modelli Matematici costantemente aggiornati. Vanta numerose collaborazioni con importanti enti di ricerca (fra i quali il Politecnico di Milano, l'Università di  Milano, il Centro Meteo Epson, Meteo.it) ed il suo forum di discussione (MNW Forum) con oltre 9.000 iscritti è il maggiore punto di riferimento per qualsiasi appassionato di meteorologia.

Meteonetwork

L' associazione Meteotriveneto cerca di diffondere un nuovo concetto di utilizzo della meteorologia: un completo e preciso servizio di studio e divulgazione delle scienze dell’atmosfera e del clima del Triveneto, tramite anche un più capillare rilevamento e monitoraggio dei dati sul territorio, volto e indirizzato all’attività revisionale, di sorveglianza e controllo di eventuali situazioni di rischio meteorologico per cose e persone. Il loro progetto " Doline Trivenete ", con la partnership de L'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima / CNR-ISAC / ed altri importanti enti, ha il compito di osservare i microclimi freddi per comprenderne dinamiche e comportamenti; nel Febbraio 2013 un loro sito di monitoraggio posto sulle Pale di San Martino ha toccato l'incredibile valore di -49.6° settando così il nuovo record di freddo in Italia.

            Meteotriveneto

1499098984329532 10428224 10204317707693098 7596144341793576134 o 1

Un progetto a cura di

Marco Pierotti

Da sempre coltivo una grande passione per la scienza, la montagna, l'ambiente e la fotografia. Mi ritengo un autodidatta e devo la maggior parte delle conoscenze apprese grazie al prezioso materiale letto nel corso del tempo su numerosi network scientifici ed Internet. Sono affascinato dalle stranezze meteorologiche e negli ultimi anni ho concentrato le mie attenzioni verso la ricerca di nuovi interessanti luoghi dal punto di vista climatico nel Centro Italia.

Seguici su

Abruzzo