Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

CON QUESTE MANI - Teatro Scuola Resistenza

6 giugno Teatro Elfo Puccini ore 17 e 20.45 - spettacolo evento con 70 studenti in scena

2.503€
100% di 2.500€
01 giu 2017
Data chiusura
Finanziato

CON QUESTE MANI - Teatro Scuola Resistenza

6 giugno Teatro Elfo Puccini ore 17 e 20.45 - spettacolo evento con 70 studenti in scena

2.503€
100% di 2.500€
01 giu 2017
Data chiusura
Finanziato

Di cosa si tratta

Trilogia di Milano e, in particolare Con queste mani, è un progetto formativo, di ricerca storica, teatrale e di impatto civile con la partecipazione attiva di 70 studenti di 3 scuole superiori di Milano (Liceo Classico G.Carducci, Liceo Classico A. Manzoni, Scuola professionale Galdus).

I ragazzi condivideranno la scena in un unico spettacolo evento aperto a tutti il 6 giugno, al Teatro Elfo Puccini di MIlano in doppia replica, alle 17 e alle 20.45.

Nello spettacolo i 70 ragazzi  sono i protagonisti di un viaggio nel tempo.

Sempre in bilico tra il passato e il presente, tra la nostra quotidianità e i giorni bui della guerra a Milano, lo spettacolo ci fa incontrare i fantasmi di chi quel tempo l’ha vissuto davvero. Altri fantasmi, quelli di oggi, quelli che scappano dalle guerre o ai quali vengono sottratti i propri diritti, ci raccontano storie altrettanto incredibili e insieme ci rammentano che solo commemorare non serve, servono invece un attento studio della storia e una profonda riflessione per iniziare a cambiare, per smettere di ripetere gli stessi errori.

Tra l’8 settembre 1943 e il 25 aprile 1945 Milano divenne infatti, suo malgrado, l’estremo baluardo dell’ormai moribondo regime nazifascista. La città pullulava di luoghi nei quali le torture e le fucilazioni erano la norma. San Vittore, Hotel Regina, Villa Triste sono alcuni di quei luoghi, dove gli uomini delle cosiddette “polizie speciali”, in combutta con le SS, commisero un’infinita serie di atrocità rimaste in gran parte impunite.

Ma oggi nel mondo si pratica ancora la tortura, ancora si uccide?

Avvenimenti recenti sembrano mostrare che nulla è davvero cambiato: i crimini sono gli stessi, hanno solo cambiato vestito, talvolta il  nome, sono diventati più… “democratici”. Come se bombardare indiscriminatamente la popolazione civile oppure compiere un attentato fosse un atto democratico!

Ma il futuro è tutto da scrivere e saranno proprio i ragazzi sul palco, simbolo del possibile cambiamento, ad indicarci forse una possibile strada che ci allontani dall’ipocrisia.

Come verranno utilizzati i fondi

Il Comune di Milano, che collabora al progetto, mette a disposizione la sala Shekespeare del Teatro Elfo Puccini rendendoci possibile presentare questo complesso lavoro  in una cornice adeguata. Rimangono però scoperti i costi del noleggio del materiale tecnico (luci, fonica video) e del personale tecnico necessario. I fondi raccolti verranno quindi utilizzati per sostenere queste indispensabili spese.

La locandina

CON QUESTE MANI                       

I diritti negati nella Resistenza e oggi

un progetto di Andrea Facciocchi - regia Michela Blasi

drammaturgia  Michela Blasi e Andrea Facciocchi

consulenza storica Antonio Quatela e Giorgio Giovannetti

contributi e riprese video  Giacomo Occhi

foto Beatrice Penzo, Bianca Carnesale

con gli studenti del Liceo Classico G. Carducci

Gaia Cantone, Sergio Candreva, Lorenzo Colombo, Alice Di Gennaro,Gaja Ikeagwana, Giulia Martinez, Lucia Martinez, Pietro Noceti, Sofia Rantas  e  Marta Bidinotto, Virginia Boni, Giulia Bongiovanni, Beatrice Cuccia, Sofia Brambilla, Costante Copes, Costanza Caponetto, Laura Coniglio, Andrea De Curtis, Giulia De Filippis, Susanna Fronterrè, Adelchi Galbiati, Massimo de Laurentiis, Francesca Mazzella, Rebecca Pannozzo, Giulia Pederielli, Beatrice Penna,Federico Pugliese, Matilde Rasori, Veronica Rinanopoli, Francesca Sbrescia - docemte referente Roberta Romussi

gli studenti della 1A del Liceo Classico A. Manzoni

Roberto Andreoni, Sofia Brizigotti, Vittorio Castoro, Viola Craig, Silvia Dagna,Sofia Dal Bianco, Eugenia Dalla Costa, Giulia De Paoli, Filippo Di Valentin,Irene Dolfini, Luca Ferrari, Lisa Fiorina, Lorenzo Fortunato, Viola Fubini,Alice Lacerenza, Marta Malinverni, Benedetta Mojoli, Matilde Nosei,Rossella Parisi, Carolina Pavletic, Tancredi Roncadin, Pietro Tobagi, Carlotta Tosato, Antonia Totti, Ludovica Viganò, Sara Zann - docente referente  Alessandra Sernagiotto 

gli studenti di 1a del corso di lavorazioni artistiche e oreficeria della Scuola Professionale Galdus

Aurelia Braido, Giorgia Canova, Giuseppe Costanzo, Alessio Marcone, Elena Meuli,Rei Rapisarda, Allan Salazar, Amira Tohami, Chiara Varini, Samantha Gisimundo,  e   Raul Aldovrandi, Matteo Alejo Garcia, Micaela Baffico, Giulia Bastoni, DavideCecchellero, Brian Cossu, Alejandra Merida Ximena, Daria Naso, Luca Paradiso,Alice Peluzzi, Maria Laura Picciuto, Angel Virrueta Gutierrez, Maria Luiza Kaptar - docenti referenti Nicoletta Stefanelli, Giorgio Di Pierno, Giovanna Rivela

20 anni di Teatro nelle scuole

Il progetto è stato creato da Andrea Facciocchi e Michela Blasi dell'Associazione Extramondo, che dal 2011 lavorano su queste tematiche, e che da vent'anni collaborano con diverse scuole milanesi.

Trilogia di Milano è infatti alla sua seconda edizione: nel triennio 2012-2015 Extramondo ha ideato e realizzato la Trilogia della Resistenza. Caratteristica del lavoro è  l’ideazione e la conduzione di laboratori teatrali specifici in alcune scuole superiori e la conseguente confluenza del materiale performativo prodotto in spettacoli-evento realizzati con gli studenti di tutte le scuole. Sul palco decine e decine di studenti insieme!

Un’operazione complessa, che nei tre anni di lavoro ha coinvolto attivamente in scena circa 200 studenti di 7 Istituti Superiori di Milano e Comuni limitrofi , diversi Enti e Associazioni, storici, professori, studiosi, artisti.  

Il coinvolgimento di studenti di scuole di indirizzi diversi, e di diverse provenienze geografiche, permette loro di uscire dalle normali frequentazioni e di imparare a rapportarsi con persone differenti attraverso qualcosa che li unisce più profondamente, l’essere parte di un gruppo più ampio, quello di cittadini con valori e senso civico.

Hanno collaborato con noi e patrocinato l’iniziativa i Comuni di Milano, Sesto San Giovanni e Cologno Monzese, l’A.N.P.I. della Provincia di Milano, l’A.N.E.D. Nazionale, Fondazione I.S.E.C., l’Associazione “Le radici della pace”, l’Associazione Ventimilaleghe, la Fondazione Roberto Francesco Onlus, la Camera del Lavoro e altri.

Ogni anno è stato prodotto uno spettacolo: nel 2013 “Tre giorni e poi l’inferno” sull’eccidio di Piazzale Loreto; nel 2014 “Pane e pace”, sugli scioperi nelle fabbriche nel 1944, nel 2015 “Liber#azione – dal 25 aprile 1945 verso un futuro possibile”, andato in scena alla presenza del Sindaco Giuliano Pisapia. Grazie all'invito a partecipare alle celebrazioni del 70° anniversario della Liberazione al Piccolo Teatro di Milano, i ragazzi hanno potuto incontrare il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Attraverso il nostro lavoro teatrale ed artistico nelle scuole sentiamo il bisogno di stimolare gli insegnanti verso forme di didattica alternative alle lezioni frontali, che vengono vissute dagli studenti sempre più come passive e noiose. Oltre all’esito artistico, cerchiamo di proporre un modo innovativo e attivo di studiare e di appassionarsi agli argomenti considerati complessi e meno stimolanti.

Il progetto è apolitico, apartitico, laico.

1492273926833626 regia

Un progetto a cura di

Extramondo

Extramondo è una Compagnia fondata da Michela Blasi (regista, architetto) e Andrea Facciocchi (attore) nel 1993. Abbiamo messo in scena testi di autori contemporanei tra i quali tra cui Bernhard, Mueller, Testori, Asmussen, Tarantino; presentati in molti  teatri tra cui il Elfo Puccini, Litta, Out Off, Franco Parenti, Piccolo Teatro. Conduciamo un'intensa attività pedagogica e divulgativa, in particolare in collaborazione scuole superiori dell'area milanese.