Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Arte, Civico, Formazione

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

Nuragic Park

Il viaggio che ti porterà indietro nel tempo, fino all'Età del Bronzo. Alla scoperta della Civiltà Nuragica.

7.535€
18% di 40.000€
10 lug 2017
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Nuragic Park

Il viaggio che ti porterà indietro nel tempo, fino all'Età del Bronzo. Alla scoperta della Civiltà Nuragica.

7.535€
18% di 40.000€
10 lug 2017
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Il progetto: un parco a tema sulla civiltà Nuragica

Eraclidi, Shardana, Popoli del Mare, Nuragici.  Questi sono i nomi attribuiti alle popolazioni che, migliaia di anni fa, hanno dominato il Mediterraneo e vissuto in Sardegna, plasmandone la storia. Ci narrano le loro gesta gli Egizi e gli antichi Greci. 

Le tracce che ci hanno lasciato sono segni tangibili della loro storia: dai Nuraghes alle Tombe dei Giganti, dalle Domus de Janas ai Bronzetti Sardi. Malgrado siano stati protagonisti indiscussi dell'Età del Bronzo e per quanto ci sia ancora tanto da scoprire su di loro, ad oggi se ne parla troppo poco spesso: sono la quinta popolazione più sconosciuta al mondo!

È proprio per questo motivo che noi de Gli ultimi NURAGICI abbiamo deciso di chiedere il tuo aiuto. Insieme a te vogliamo realizzazione Nuragic Parkun museo, a cielo aperto e multisensoriale, che sorgerà in una porzione del parco La Sughereta (Tortolì, Ogliastra, Sardegna) e grazie al quale si potrà condividere e divulgare la conoscenza e la storia della Civiltà Prenuragica e Nuragica. 

AIUTACI A REALIZZARE IL PRIMO PARCO ESPERIENZIALE SULLA CIVILTÀ NURAGICA

Perché nessun Popolo merita di essere dimenticato. 

Cosa è Nuragic Park?

Ecco, appunto, ora ti starai proprio chiedendo: ma cosa è esattamente Nuragic Park? È un parco-museo che sarà realizzato all'interno de La Sughereta, area verde nel Comune di Tortolì, in Ogliastra (Sardegna).
Il fulcro centrale del progetto è l'esposizione di manufatti distintivi dell’Età del Bronzo. Ad oggi, Gli ultimi NURAGICI conta una collezione unica nel suo genere: circa 150 pezzi di bronzo, altrettanti di argilla e 10 armature complete. Tutto creato grazie a tecniche e strumenti arcaici, quelli che presumibilmente utilizzarono gli Antichi.

Nuragic Park: la struttura
Il parco sarà composto da una hall e da una capanna museo, la stanza più importante dove verranno esposte tutte le riproduzioni; nelle capanne-laboratorio potrai assistere dal vivo alla lavorazione dei metalli e dell’argilla, e vivere innumerevoli esperienze legate alla Civiltà Nuragica. 

All'interno di Nuragic Park, più precisamente, potrai trovare: la reception; la capanna riunioni, luogo di incontri e condivisione;  la capanna museo, dove saranno esposti i bronzetti, le armi e le armature e i manufatti in argilla; l'anfiteatro, nel quale potrai assistere a rappresentazioni musicali e folkloristiche; la capanna del bronzo, dove si potrà assistere alla creazione dei bronzetti; due fornaci, una per l’estrazione del minerale (rame) e una per la lavorazione del bronzo; la capanna per la lavorazione dell’argilla; la capanna per la panificazione; il forno del pane e dell'argilla; la fattoria didattica; l'orticello di grano; l'area balistica; la capanna multifunzionale, dove saranno svolte attività pastorali, la concia delle pelli, la lavorazione del corno e dell’osso, e la tessitura del lino.

Perché un parco?

Il parco, una struttura all'aperto, ci consentirà di trasmettere chiaramente chi furono le antichissime popolazioni che navigarono per millenni le acque del Mediterraneo. Nuragic Park non sarà una semplice esposizione. Accedendovi dovrai provare il piacere di tornare indietro nel tempo; tutto sarà predisposto a tal fine, saranno presenti modelli che vestiranno le armature dell’epoca e sarà ammessa una sola moneta: l'ox-hide, la piastrina di rame che gli antenati utilizzavano per i loro scambi commerciali.

Un esposizione esperienziale a tutti gli effetti che si stacca dalla tradizionale concezione di museo. Potrai prendere coscienza di chi furono realmente le popolazioni che hanno influenzato la storia, osservando e analizzando da vicino i reperti che ci han lasciato. 
I bambini saranno coinvolti col metodo learning by doing, grazie ad attività che saranno organizzate periodicamente all'interno del parco-museo i più piccoli potranno, per esempio, lavorare l’argilla e allo stesso tempo studiare in maniera più partecipativa la Civiltà Nuragica.

Esposizione multisensoriale per non vedenti.
Il parco è una tipologia di struttura che ci permetterà di creare un’esposizione multisensoriale per i non vedenti. Sarà un complesso all'aria aperta e questo aiuterà i visitatori ad abbandonarsi agli odori e ai rumori che li circonderanno. L'esperienza verrà resa ancora più immersiva da un impianto audio wireless.

Nessuna barriera infrastrutturale. I manufatti non verranno chiusi in teche ma saranno adagiati su basi girevoli che li renderanno, per la prima volta nella storia museale Sarda, disponibili a tutti. In particolar modo all'ospite non vedente, il quale li potrà toccare con mano così da percepirne il materiale e soprattutto le forme.

​Ripartizione dei fondi

40.000€ è il budget obiettivo che abbiamo stimato per l'avvio dei lavori. Solo se raggiungiamo questa cifra potremo accedere ai fondi raccolti, e dunque iniziare a costruire Nuragic Park. Per il completamento dell'intero progetto sarà invece indispensabile una cifra uguale a 80.000€.     

I fondi saranno ripartiti in questo modo:

  • 40.000€: recinzione e sistemazione terreno; costruzione struttura principale (hall); realizzazione capanna-museo;
  • + 20.000€: realizzazione capanna-laboratorio per la produzione/lavorazione dei metalli;  predisposizione dell’area balistica;
  • + 10.000€: realizzazione capanna-laboratorio per la produzione/lavorazione dell’argilla;
  • + 10.000€: completamento del progetto: realizzazione anfiteatro; impianto audio wireless; forno per panificazione e produzione alimentare, capanna multifunzionale. 

Le ricompense

Ogni ricompensa è legata ad un termine (o ad un luogo) che ha come unico filo conduttore... la Civiltà Nuragica. 

Sono tutte importanti e per noi hanno un significato particolare, dalla prima all'ultima, e ti saremo infinitamente grati a prescindere dal tipo di donazione tu decida di fare. 

Vai alle ricompense >>

Gli ultimi NURAGICI: chi siamo?

Gli ultimi NURAGICI è la cooperativa Sarda che si occupa della promozione della cultura Nuragica per mezzo dell’Archeologia Sperimentale. Io sono Andrea Loddo - Presidente e fondatore della cooperativa - e negli ultimi 7 anni ho riprodotto, rigorosamente attraverso tecniche e metodi arcaici, numerosi manufatti di argilla (statuette, vasi ecc.), di bronzo (Bronzetti Sardi, armi, armature ecc.) e di altri materiali di derivazione naturale. Grazie a questa intensa attività di ricerca ho potuto raccontare chi erano i Popoli del Mare: gli usi e costumi, le imprese militari e i culti religiosi.

Attualmente sono coinvolto in un altro progetto: Nuraghes (di Mauro Aragoni), il film che reinterpreta la storia degli Shardana in chiave fantasy. Oltre a svolgere il ruolo di attore sono costumista, consulente storico e artefice delle armi, delle armature e di tutti gli altri oggetti presenti nel film.
Nuragic Park sarà utilizzato come set del film di Mauro Aragoni e potrà essere riadoperato per future iniziative cinematografiche.

1492188472158205 andrealoddo eppela

Un progetto a cura di

Andrea Loddo

Sono Andrea e dal 2010 mi occupo di Archeologia Sperimentale: realizzo Bronzetti e altri oggetti legati alla Civiltà Nuragica. Questo mi ha permesso di approfondire le mie ricerche e di alimentare l’amore per la mia terra: la Sardegna. 

Negli ultimi anni ho iniziato la mia attività di divulgazione e ora voglio costruire Nuragic Park, un progetto nato dalla mia voglia di lasciare qualcosa di veramente importante ai posteri: riportare in auge la Civiltà Nuragica.