Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

C'era una volta in cascina

Laboratorio artistico-cinematografico per ragazzi di frontiera. Contrastiamo la dispersione scolastica e ampliamo i nostri orizzonti.

10.010€
100% di 10.000€
20 mag 2017
Data chiusura
Fondazione Sviluppo e Crescita CRT
Finanziato

C'era una volta in cascina

Laboratorio artistico-cinematografico per ragazzi di frontiera. Contrastiamo la dispersione scolastica e ampliamo i nostri orizzonti.

10.010€
100% di 10.000€
20 mag 2017
Data chiusura
Fondazione Sviluppo e Crescita CRT
Finanziato

C'era una volta in cascina - per ragazzi di frontiera

C'era una volta una cascina nella periferia di Torino, dove un gruppo di giovani dagli 11 ai 16 anni e un pugno di animatori si trovavano due volte a settimana per fare i compiti e stare assieme.
Comincia così comincia la storia del progetto "Incontriamoci in cascina", nato nel 2015 dalla collaborazione di alcune associazioni torinesi attive nel campo dell'Educazione alla Cittadinanza Mondiale (CIFA, MAIS e TAMPEP) con la Casa del Quartiere di Mirafiori Nord (Cascina Roccafranca).
E' una storia ricca di risate, chiacchiere e confidenze, giochi improbabili inventati con materiali di fortuna, qualche ramanzina, tanta amicizia, merende da condividere, esperimenti cinematografici, valanghe di compiti, lacrimucce, brutti voti recuperati, una serata a teatro, docce di gavettoni, qualche ginocchio sbucciato... una storia la cui trama si infittisce ogni giorno con l'arrivo di nuovi personaggi: esattamente un anno fa eravamo 2 ragazzi assieme agli animatori, oggi siamo 20! E' stato un anno incredibile, durante il quale ci siamo annusati, conosciuti e siamo diventati amici. Il "doposcuola" si è trasformato in un rifugio dove trovare un aiuto per i compiti, passare con gli amici o i compagni di scuola per fare due chiacchiere, trovare "fratelli e sorelle maggiori" ai quali confidare un dubbio o chiedere un consiglio, avere la soddisfazione di dare una mano ad un amico più piccolo e sentirti "grande". Finalmente il nostro quartiere ci sembra più accogliente e ci offre la possibilità di fare esperienze che non avremmo mai immaginato! Grazie ad una squadra di cameramen, abbiamo fatto una bellissima esperienza di educazione cinematografica: siamo stati attori, sceneggiatori e registi. Abbiamo maneggiato cineprese, ciak e... spade laser! Nel video seguente potete ammirarci in azione e farvi due risate per quanto siamo buffi. 
Adesso i finanziamenti stanno finendo e noi siamo proprio sul più bello. Ora siamo in tanti (e continuiamo ad aumentare!), abbiamo fatto amicizia ed imparato a conoscerci, abbiamo cominciato a sentirci a casa e più partecipi della vita del nostro quartiere. Abbiamo scoperto come dar voce ad alcuni dei nostri sogni e abbiamo tantissime idee per il futuro che vogliamo realizzare assieme.
Ci stiamo impegnando al massimo affinché questa bellissima storia continui, dacci una mano anche tu!
Come dicono i nostri insegnanti di cinema..."The show must go on!".

Come verranno utilizzati i fondi

Il progetto si svolgerà indicativamente da  giugno a novembre 2017.

Due volte a settimana, il martedì e il venerdì pomeriggio, la Cascina Roccafranca metterà a disposizione un salone polifunzionale per le attività del progetto, che si svolgeranno sotto la supervisione di 4 animatori delle associazioni CIFA e MAIS.

Un pomeriggio al mese sarà dedicato a laboratori ludico-didattici sui diritti umani, le discriminazioni, il bullismo, l'educazione cinematografica: attraverso brainstorming, giochi e l'utilizzo di vari mezzi espressivi (cinema, musica, disegno), i ragazzi impareranno a conoscere che cos'è un diritto, la Convenzione sui Diritti dell'Infanzia, le 6 discriminazioni (etnia, età, genere, orientamento sessuale, religione, disabilità).

Ci saranno poi due "percorsi" specifici: uno dedicato al contrasto e alla prevenzione dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo, che verrà condotto da una psicologa esperta del tema e sviluppato su 6 incontri, e uno di educazione cinematografica, durante il quale i ragazzi potranno approfondire l'esperienza dell'anno passato e realizzare un piccolo film, con tanto di regista, tecnici delle riprese e attori, a partire da una sceneggiatura autoprodotta.

I ragazzi verranno accompagnati alla scoperta del quartiere e dei suoi servizi per i giovani (la Biblioteca Civica Villa Amoretti, i campetti sportivi di Via Rubino, il giardino Kimberly), e saranno organizzate delle gite didattiche sul territorio della città di Torino, in base alla possibilità di utilizzare i mezzi pubblici, a diversi musei cittadini, come  il museo dei "Xchè? - Laboratorio della curiosità", il Museo Lombroso, il Museo del Cinema.

La fine della scuola offrirà lo spunto per un laboratorio di "partecipazione giovanile": i ragazzi progetteranno (scegliendo data, attività e programma) ed organizzeranno una festa in Cascina aperta ad amici, parenti e compagni di scuola.Con le stesse modalità saranno organizzate altre due feste, una di "Addio all'estate", per ritrovarsi prima dell'inizio della scuola e un'altra al termine del percorso, per presentare il film realizzato.

Nei mesi estivi, le attività saranno mirate al supporto nello svolgimento dei compiti delle vacanze e alle attività ludiche all'aria aperta negli spazi verdi del quartiere.Vogliamo andare incontro all'esigenza dei ragazzi di avere stimoli ed opportunità anche in questo periodo, durante il quale i momenti di intrattenimento ed aggregazione diventano ancora più scarsi.

Chi c'è dietro al progetto

CIFA e MAIS, già partner in molti progetti, sono due ONG torinesi che lavorano da anni nel campo dell’educazione alla cittadinanza mondiale. Entrambe fanno parte del coordinamento PIDIDA – Per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, che opera per la promozione dei diritti dell’infanzia in Italia e nel mondo, e del gruppo CGE (Campaign for Global Education) Italia, di cui CIFA è coordinatore nazionale, un movimento che ha l’obiettivo fare pressione sulla comunità internazionale e sui governi affinché si impegnino per il raggiungimento degli obiettivi sullo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

CIFA è un’organizzazione non governativa nata nel 1980 a Torino, impegnata a migliorare le condizioni di vita dei bambini in situazione di bisogno o in stato di abbandono e a tutelare i loro diritti fondamentali. L’impegno pluriennale di CIFA si caratterizza attraverso l’adozione internazionale, strumento con cui viene garantita una famiglia a quei bambini cui non è data la possibilità di crescere in un ambiente familiare adeguato all’interno del proprio Paese. Affianca gli aspiranti genitori adottivi nel processo di accrescimento delle proprie capacità genitoriali durante il percorso adottivo e durante l’inserimento del bambino in famiglia. Attraverso progetti di cooperazione internazionale a favore dell’infanzia, realizzati con il pieno coinvolgimento di partner locali, CIFA previene il fenomeno dell’abbandono e promuove i diritti dei bambini. I progetti di CIFA favoriscono il miglioramento delle condizioni di vita dei bambini e delle comunità in cui vivono, il soddisfacimento dei loro bisogni primari quali acqua, cibo, assistenza sanitaria, istruzione e protezione, il rispetto dei loro diritti. CIFA attribuisce un’importanza primaria all’Educazione alla Cittadinanza Mondiale(ECM) quale strumento per promuovere una moderna cultura dei diritti dell’infanzia. Per questo realizza percorsi didattici rivolti sia agli insegnanti che agli alunni delle scuole primarie e secondarie, promuovendo l’impiego di metodologie creative.

MAIS, inoltre, fa parte del Gruppo di CRC, che si occupa garantire un sistema di monitoraggio indipendente, permanente, condiviso ed aggiornato sull’applicazione della CRC – Children Rights Convention in Italia, ed è iscritto ai registri del Ministero delle Pari Opportunità e dell’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) delle associazioni che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni.

1488962329732326 cifa

Un progetto a cura di

CIFA Onlus

CIFA Onlus nasce nel 1980, e da allora si occupa di diritti dei bambini, a tutto tondo. A partire dal 2015 collabora con Cascina Roccafranca e uno dei suoi partner storici, MAIS Ong, per creare opportunità culturali nel quartiere di Mirafiori Nord, a Torino, rivolte ai ragazzi dagli 11 ai 17 anni. Nel corso del primo anno e mezzo di attività, ha avuto modo di constatare come, attraverso il cinema, sia molto più semplice veicolare concetti importanti quali i diritti e la cura dell'ambiente.