Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Kairos. Regala un sogno!

I nostri ragazzi hanno un gran bisogno di bei ricordi e di esperienze che lascino un segno...un bel segno! Aiutaci a realizzare questo sogno!

7.953€
133% di 6.000€
25 feb 2017
Data chiusura
Fondazione Il Cuore si Scioglie
Finanziato

Kairos. Regala un sogno!

I nostri ragazzi hanno un gran bisogno di bei ricordi e di esperienze che lascino un segno...un bel segno! Aiutaci a realizzare questo sogno!

7.953€
133% di 6.000€
25 feb 2017
Data chiusura
Fondazione Il Cuore si Scioglie
Finanziato

Di cosa si tratta

Quante volte ci è capitato di parlare con un ragazzino e dirgli "magari potessi ritornare ad avere la tua età!".
Perché quando parliamo con un adolescente, spesso pensiamo che la sua vita sia tutta in discesa e che i suoi siano piccoli problemi, cose da niente che passano con l'età.

I nostri ragazzi hanno alle spalle storie di deprivazione e mancanza affettiva, relazionale e spesso culturale. Spesso non hanno potuto vivere le tappe giuste per la loro età, sperimentando invece contesti di disagio e mancanza.

Quando arrivano in comunità i ragazzi sono impauriti e un po' spaesati. Magari hanno fatto la borsa di corsa e hanno dimenticato uno dei loro compagni di viaggio preferiti sul comodino della loro camera, che chissà se e quando rivedranno.

Nella nostra 'grande casa' condivisa ospitiamo oggi 7 ragazze e ragazzi. Il più piccolo ha 12 anni e il più grande, il nostro gigante buono, ne ha appena compiuti 18. A tutti loro cerchiamo di trasmettere il calore, l'affetto e il riconoscimento che gli sono mancati, ma anche regole educative e rispetto per gli altri.
La mattina vanno a scuola, come tutti i loro coetanei. Nella loro cameretta condivisa c'è il disordine tipico degli adolescenti, con le pareti tappezzate di passioni forse temporanee e qualche fotografia a cui tengono accanto al letto, a creare quell'angolo di intimità di cui tutti sentiamo il bisogno. E poi ci sono gli incontri con la psicologa, i compiti da fare, i piatti da lavare, le feste di compleanno, il cinema e qualche uscita tutti insieme.

Ma veniamo al dunque. PERCHE' SIAMO QUI?

I nostri ragazzi hanno un gran bisogno di bei ricordi, di quelli che quando ci pensi dopo anni ti fanno ancora sorridere.
Per farli felici basterebbe forse regalar loro qualcosa che desiderano, ma sarebbe un piacere momentaneo.
Quello che vogliamo è invece regalargli esperienze che li emozionino, che possano arricchirli dal punto di vista umano, relazionale e culturale, che li incuriosiscano e gli facciano vedere che della vita esiste anche la parte bella.

Ci aiuti a far sì che questo non resti soltanto un sogno?

Declinazione di un sogno

Davide e Silvio sono grandi appassionati di calcio, mentre Marco ama smodatamente tutto ciò che riguarda i motori e la robotica, e come lui inizia a fare anche Omar. Luana ama il viaggio ed ha il grande sogno di andare in Giamaica, un giorno. E poi ci sono Serena e Giulia, la prima con doti artistiche eccezionali, caparbia nel suo desiderio di diventare un'illustratrice di successo, e la seconda grande amante della musica, del sax e della tromba in particolare.

Quali esperienze far vivere ai ragazzi?

Ci piacerebbe soddisfare i loro desideri ma anche fargli vivere esperienze che li arricchiscano e li facciano sentire speciali, alternando visite di interesse ad attività più concrete, che richiamino la cura e l'attenzione per l'altro, ma anche la costruzione di sé stessi attraverso la sperimentazione.

'Kairos.Regala un sogno' sarà distinto in due fasi:

  • itinerari di qualità legati all'arte, alla cultura, allo sport, alla cura e alla scoperta, durante i quali i ragazzi entreranno in contatto con esperti del settore;
  • la seconda fase, più concreta, prevede un laboratorio artistico-creativo, in cui i ragazzi potranno esprimere se stessi.

Qualche esempio su dove ci piacebbe portarli?
A vedere una partita di calcio importante
Alla sede della Ferrari
Alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze
Al Museo del Cinema ed a quello Egizio, a Torino
A vedere come nasce il Parmigiano Reggiano
Alla Scuola di Barbiana
A fare un percorso di ippoterapia a 'Il Nuovo Fontanile'
...e in molti altri posti!

PERCHE' SOSTENERE QUESTO PROGETTO?

Perché un giorno loro si ricorderanno di te, che gli hai regalato bellissime emozioni!

Perché si impara da ciò che si vive, e si meritano di vivere bene!

Perché ti racconteremo cosa ci hai aiutato a realizzare!

Perché se ci aiuti tu, al raggiungimento del 50% la Fondazione Il Cuore si scioglie ci accompagnerà sino all'obiettivo finale!


COME PUOI AIUTARCI?

  • Con un semplice gesto puoi dare un aiuto concreto. Dona ora su Eppela e regala ai ragazzi un'esperienza indimenticabile!
    Per ringraziarti anche noi ti faremo un regalo che racconti questo sogno!
  • Hai vissuto un'esperienza e ce la vuoi consigliare come tappa di Kairos? Condividila con noi scrivendo a [email protected]
  • Racconta questo progetto e condividilo con i tuoi amici, parenti, colleghi e conoscenti utilizzando facebook, whatsapp, passaparola, piccioni viaggiatori (!) e dai a tutti la possibilità di trasformare un sogno in realtà!

Come utilizzeremo i fondi raccolti

Più raccoglieremo grazie al tuo aiuto, più sogni riusciremo a realizzare!

Per accompagnare i ragazzi in questo viaggio alla scoperta di se stessi abbiamo bisogno di due operatori che li tengano d'occhio (eh si, son pur sempre 7 adolescenti!), biglietti del treno o carburante, hotel quando necessario, biglietti per musei/teatro, percorsi (es.ippoterapia), materiale per il laboratorio artistico-creativo.

Chi c'è dietro questo progetto?

Ci sei tu, che credi che anche dietro piccole opportunità si nasconda spesso l'inizio di grandi imprese.

C'è la FONDAZIONE IL CUORE SI SCIOGLIE, che ha creduto in questo progetto e ha deciso di aiutarci a realizzare il nostro sogno contribuendo al 50% al raggiungimento della metà del nostro obiettivo finale.

C'è un professore dell'Istituto d'Arte di Pisa, che ci accompagnerà nei laboratori e farà entrare i ragazzi nel mondo dell'arte.

Ci siamo noi, operatori della Comunità a Dimensione Familiare “Il Simbolo”, che viviamo ogni giorno insieme a loro e a cui vogliamo regalare quel ‘di più’ che si meritano tutti i ragazzini della loro età.

E ci siamo noi, Cooperativa Sociale Il Simbolo, che siamo nati e cresciuti a Pisa dal 1994, e di cui la comunità fa parte.

Cosa abbiamo pensato per ringraziarti...!

Abbiamo pensato a qualcosa che potesse essere più di un semplice ringraziamento, ma che coinvolgesse anche te nel nostro progetto!

1484555163589729 simbolo

Un progetto a cura di

Il Simbolo

Siamo una comunità a dimensione familiare che accoglie ragazze e ragazzi che hanno alle spalle storie di deprivazione e mancanza affettiva, relazionale e spesso culturale.
I 'ragazzi di comunità' spesso non hanno potuto vivere le tappe giuste per la loro età, sperimentando invece contesti di disagio e bruttezza.
Per loro cerchiamo di essere "casa", di dargli affetto, calore e il riconoscimento che gli è mancato.

La nostra comunità fa parte di Coop. Sociale Il Simbolo.