Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Prime Donne

Donne sull'orlo di un primo appuntamento

10.395€
104% di 10.000€
10 dic 2016
Data chiusura
Infinity Crowdemand
Finanziato

Prime Donne

Donne sull'orlo di un primo appuntamento

10.395€
104% di 10.000€
10 dic 2016
Data chiusura
Infinity Crowdemand
Finanziato

Di cosa si tratta?

Una donna. Poi un'altra. Ancora una donna e di nuovo una donna. Tutte alle prese con un primo appuntamento.

Ogni episodio di Prime Donne sarà incentrato su un singolo personaggio femminile (e sull'attrice che lo interpreterà) alle prese con il suo primo appuntamento.

Ogni incontro sarà il pretesto per esibire se stesse, un banco di prova tra ansie e frustrazioni, il tentativo di mostrare la parte migliore di sé, arrabattandosi tra ricerca di perfezione e scivoloni clamorosi.

Il progetto nasce da una esigenza personale e professionale di giovani attrici e artiste desiderose di mettere a frutto le loro prime esperienze sul campo in qualcosa in cui essere davvero, finalmente, protagoniste dell'azione scenica. Troppo a lungo siamo state escluse dalla filiera dell’intrattenimento o relegate in un ruolo passivo.

Prime Donne si rivolge alla nuove generazioni proponendo un intrattenimento intelligente e autoironico che ha come obiettivo quello di esorcizzare la paura di parlare si sé, di ridere di sé, andando oltre la volgarità e gli stereotipi in cui, ancora troppo spesso, ci imbattiamo nel web e in tv. Senza ghettizzarci o isolarci rispetto al mondo.

Sarà un viaggio nel pregiudizio delle donne sulle donne, di noi stesse su noi stesse, attraverso una comicità e un lavoro di scrittura che ha come riferimento l'umorismo tagliente di Serena Dandini, Cinzia Leone ma soprattutto, a livello internazionale, Amy Schumer.

Vogliamo dimostrare che è possibile far ridere con autoironia, senza rivendicazioni e senza volgarità. E’ possibile essere Donne, prima donne, Prime Donne!

Come verranno utilizzati i fondi?

La prima stagione di Prime Donne è stata pensata come una web series di 4 episodi.

Abbiamo scelto il web perché siamo convinte che, se usato con intelligenza e professionalità, possa essere una potente piattaforma espressiva, ma vogliamo che Prime Donne sia un progetto con una qualità cinematografica e con una attenzione a ogni dettaglio grazie alla collaborazione con professionisti del settore.

Particolare cura sarà riservata all'estetica fotografica degli episodi. Con il direttore della fotografia stiamo ricercando la migliore composizione dell’immagine e il ventaglio cromatico che meglio si adatti agli episodi e ai personaggi. In quest'ottica si inserirà anche il lavoro scenografico, di costumi e di trucco, uniti e concordi per conferire un’estetica unica e originale al nostro prodotto.

Prime Donne è anche attenzione al mondo che ci circonda, abbiamo scelto di collaborare con partner sensibili e attenti ai temi dell'ecologia, per questo per il trucco abbiamo scelto Couleur Caramel, linea cosmetica biologica e 100% cruelty free. Per i costumi, invece, stiamo collaborando con il marketplace italiano ToDoBrand.

In attesa degli episodi ufficiali della serie tanti saranno i contenuti collaterali che comporranno l'universo di Prime Donne attraverso alla ricerca di un dialogo e un confronto continuo con il pubblico sia sui social media sia con eventi live.

Noi siamo già a lavoro sugli episodi successivi e alle tante declinazioni che il format potrebbe assumere, ma tutto questo potrà essere possibile solo grazie al vostro aiuto.

Chi c'è dietro al progetto?

Prime Donne, scritto e ideato da Liliana Fiorelli, ha da subito trovato l'adesione di un gruppo di giovani attrici che hanno deciso di collaborare per realizzare un prodotto che racconti le mille sfumature delle donne, le loro imperfezioni e le loro qualità attraverso l’ironia.

Liliana Fiorelli debutta al cinema con Confusi e Felici di Massimiliano Bruno. Partecipa alla serie tv internazionale I Medici e nel 2015 debutta a teatro come autrice con lo spettacolo Come se mangiassi il pane al TeatroCometa Off.

Alla prima stagione parteciperanno le attrici emergenti: Gloria Radulescu, Adele Piras e Irene Splendorini.

La produzione esecutiva degli episodi sarà curata da dispàrte, giovane produzione cinematografica con sede a Roma.

Grazie alla sua struttura adattabile e alle tematiche affrontate, Prime Donne vuole essere molto di più: un collettivo di giovani attrici pronte a sperimentare e a mettersi in gioco, con se stesse e con gli altri. Sarà un ambiente sempre aperto e pronto ad accogliere nuove attrici che vorranno partecipare al progetto.

1476392740211504 img 4154

Un progetto a cura di

Liliana Fiorelli

Liliana Fiorelli (Roma, 26 anni) esordisce al cinema con Confusi e Felici di Massimiliano Bruno. In seguito partecipa alla serie tv internazionale I Medici accanto a Dustin Hoffman e nel 2015 debutta a teatro come autrice con lo spettacolo Come se mangiassi il pane al TeatroCometa Off.

Sperimenta inoltre il canto, la sceneggiatura e la video arte, per esplorare e rendere più completa la propria formazione professionale.