Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

10 in pagella

Il nostro voto, più che meritato, ai primi progetti di FastUP School

La scuola italiana 50 giorni dopo

Dalla presentazione dell'iniziativa del 14 gennaio molte cose sono cambiate e, siamo convinti, molte cose cambieranno. Da quel giorno, da quel preciso istante, l'istruzione italiana ha una speranza in più di risorgere dalle proprie ceneri. Quest'affermazione non vuole essere uno spot di FastUP School, bensì la constatazione della bontà di un'idea lungimirante che ha visto protagonisti un ente pubblico e uno privato: MIUR e Fastweb. Il primo ha rafforzato una credibilità che, nonostante i propri sforzi, era claudicante, tornando alla ribalta nazionale per il proprio operato. Il secondo ha dimostrato come sia possibile il connubio privato ­impegno sociale, dando valore alla propria immagine e investendo nelle generazioni future.


I veri studenti modello

Tutti contenti? No, c'è chi c'è addirittura entusiasta di FastUP School. Sono le scuole che sin qui sono state sulla nostra piattaforma e che non hanno fallito l'obiettivo. Scuole che, grazie alla solerzia dei propri insegnanti e all'entusiasmo degli studenti, hanno reso possibile la realizzazione dei propri "sogni educativi". Andiamo per gradi... anzi, per numeri. Dal 14 gennaio i primi due progetti Lo sai che scuola! e Facciamo Lip Dub ad Ercolano hanno raggiunto il traguardo, con un cofinanziamento totale, grazie al sostegno di Fastweb, di più di 15mila euro. Questo vuol dire la possibilità di dar vita a una piattaforma di learning object per gli studenti dell'Istituto Comprensivo di Perugia 11 e la realizzazione di un videoclip musicale per valorizzare il fascino di Ercolano.


C'è ancora da imparare e finanziare

Per due progetti andati a buon, ne esiste un altro che sta compiendo il suo percorso verso la "gloria". Si tratta di Theatre 2.0 della scuola Santa Caterina da Siena di Sesto San Giovanni, i protagonisti dell'idea hanno un obiettivo: raccontare il dietro le quinte di uno spettacolo teatrale con il supporto di uno Youtuber e riprese aeree con droni. Dimenticate le recite con scenografie datate e costumi di scena rattoppati, il futuro delle recite è tech. Il quarto progetto FastUP School sarà sulla nostra piattaforma la prossima settimana, per chi non riesce a mettere in un angolo la curiosità ecco alcune parole che costituiscono più di un semplice indizio indizio: sicurezza, legalità, strada, edutainment, gioco. Stay tuned!

Condividi questo articolo