Il laboratorio del gusto e della condivisione

FOOD LAB: laboratori sociali e corsi di cucine dal Mondo

Food Lab: un mondo di cucina

"Food Lab - Storie di Gusto" è un progetto della Cooperativa Animazione Valdocco di Torino, il quale mira ad utilizzare la cucina multietnica come strumento per creare opportunità di formazione, incontro e scambio per la comunità locale e le persone provenienti da tutto il mondo.

Il progetto è stato selezionato dalla Fondazione Sviluppo e Crescita CRT ed inserito all'interno dell'iniziativa "+RISORSE".

Ma come nasce tutto questo? 

Abbiamo chiesto alle persone che stanno dietro questo progetto di raccontarci qualcosa di più.

Parlateci del vostro progetto, di cosa si tratta?

Food Lab – Storie di Gusto è un progetto di cucina multietnica per creare opportunità di formazione, incontro e scambio nel settore della ristorazione per persone provenienti da tutto il mondo, in particolare rifugiati e richiedenti asilo, beneficiari dei Centri di Accoglienza Straordinaria e dei progetti SPRAR. 

Ma il Food Lab è anche un luogo di incontro, un atelier interattivo in cui nascono attività ideate con l’obiettivo di valorizzare e accrescere le conoscenze dei partecipanti in ambito culinario e non solo. 

Da dove nasce questa vostra passione per la cucina?

La nostra passione per la cucina nasce da un duplice intento sociale: il nostro obiettivo è dare vita a tante attività per valorizzare le competenze culinarie dei partecipanti, utilizzando al contempo le cucine del mondo come elemento di inclusione sociale e di stimolo culturale.  

Cosa rende unico questo progetto?

Al Food Lab nascono legami. 

È molto di più di un laboratorio di cucina, è un progetto della Cooperativa Animazione Valdocco ma anche un luogo di incontro, un laboratorio, un atelier interattivo per attività formative multietniche in cui valorizzare e accrescere le conoscenze dei partecipanti tramite corsi di cucina e di formazione, cooking show, cooking class, eventi multiculturali, attività per favorire l’apprendimento della lingua italiana e molto altro.

Siamo ormai sotto Natale e le persone si riuniscono intorno alla tavola per condividere dei momenti insieme. Il cibo è l'elemento che unisce di più le persone secondo voi?

Crediamo fortemente nella cucina come elemento di inclusione sociale. 

Food Lab – Storie di gusto promuove infatti eventi, aperitivi multi culturali e cene social per favorire la conoscenza delle culture del mondo, documentando e condividendo attraverso la pratica culinaria le ricette tradizionali e le abitudini dei diversi Paesi.   

Perché avete scelto il crowdfunding per finanziare il vostro progetto?

Attraverso il progetto Food Lab – Storie di Gusto, intendiamo anche sensibilizzare l'opinione pubblica, le istituzioni e i media sulle condizioni di vita dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale e sulla loro accoglienza. 

Il crowdfunding, in quanto strumento collaborativo in grado di mobilitare grandi e piccoli gruppi, ci consente di promuovere le nostre attività coinvolgendo più persone con unico intento sociale. 

Condividi questo articolo