Un quartier generale... per chi ha stoffa

La passione del tessuto trova una nuova casa con il crowdfunding

Se hai stoffa, ecco il posto giusto!

Uno spazio per connettere le persone che hanno passione per i tessuti

Una piattaforma aperta e fruibile a tutti dove il mondo del tessile è vissuto a 360 gradi.

Textile crossing è un progetto che vuole offrire ad adulti e bambini uno spazio dove il tessuto è materia prima e prodotto. 

Vestiti, libri, mappe, arazzi, arredi, giochi... realizzare quello che la creatività suggerisce sarà un piacere.

Protagonisti e forme artistiche che hanno esaltato il tessuto come espressione di sviluppo e sperimentazione saranno al centro di un hub multimediale che sarà un centro nevralgico vivo e pulsante.

Ce ne parla l'ideatrice Alessandra Ochetti.



Quando le persone sentono la parola "tessuto", generalmente pensano solo alla stoffa. Per te cosa significa la parola "tessuto"?

Mi piace pensare alle cose estrapolandole dal loro contesto più “comune”: è un gioco interessante che ne fa scoprire caratteristiche e applicazioni del tutto inusuali. 

In questo senso, mi sono interrogata rispetto alla “parola” tessuto (per il cui aspetto materico ho una vera e propria passione). 

Tessuto è un materiale (stoffa), è un significato (intreccio), è un metodo (ricerca), è un’esperienza (relazioni), è un risultato (competenza).

Quale miglior “struttura” per rappresentare così tanti aspetti in un’unica parola!

Parlaci di duepigrecoerre.

Duepigrecoerre è, prima di tutto, un progetto di metodo: come nella formula matematica che rappresenta, costanti e variabili si intrecciano per generare risultati certi, ma specifici e diversificati a seconda degli ambiti di applicazione. 

In questi dieci anni, il metodo, è stato utilizzato per progettare architetture, percorsi di riabilitazione sociale, collezioni di moda… come è stato possibile ottenere risultati riconosciuti in ambiti tanto diversi? 

Perseguendo coerenza di approccio, cooperazione sociale, qualità di prodotto. 

Duepigrecoerre è: progettazione di attività per lo sviluppo di gesti e abilità manuali, prodotti tessili, promozione artigianale, didattica, cultura sostenibile.

A chi si rivolge il progetto Textile Crossing?

Il progetto TC si rivolge a chiunque voglia sperimentare tecniche e strumenti legati all’artigianato tessile ed alla Fiber Art. 

Percorsi specifici riguardano il “Progetto scuola” (Non perdere il filo) per una rilettura inusuale di materie curriculari quali arte e immagine, geometria, italiano; il “Progetto aziende” (Attaccar bottone) per creare una rete etica di cooperazione; il “Progetto disabilità” (Tessere competenze) per praticare abilità e artigianato a sostegno di percorsi riabilitativi e di sviluppo delle competenze.

Perché la scelta di utilizzare lo strumento del Crowdfunding?

Perché sono una libera professionista ed il crowdfunding è l’unica strada percorribile.

Che cosa avranno in esclusiva i sostenitori della campagna?

I sostenitori della campagna potranno scegliere fra diversi Rewards: partecipare ad un’esperienza tessile, presso la nuova sede Duepigrecoerre, progettando personalmente un accessorio o un capo d’abbigliamento (scelta del tessuto, modello, prova); ricevere un capo unico della collezione Duepigrecoerre in confezione regalo; partecipare ad un workshop, da scegliere fra quelli proposti dal percorso “Avere stoffa!”.

Condividi questo articolo