Una app per la Comprensione, contro l'isolamento

WaWord combatte l'isolamento dei pazienti oncologici e promuove il dialogo

Abbatere i muri e combattere l'isolamento, con una app

Il cancro è un nemico reale nella vita delle persone che non annichilisce solamente il corpo, ma spesso annichilisce anche la persona stessa.

Comprendere la condizione dei pazienti oncologici è difficile e a causa di questo tendono ad isolarsi e non interagire più con gli altri.

WaWord App vuole abbattere questo muro di solitudine, creando una rete di contatti tra pazienti oncologici così da permettere loro di riprendere in mano la loro vita.

Abbiamo deciso di rivolgere alcune domande all'autrice di questo progetto così importante per la vita di molte persone.

Perché è così difficile per i pazienti oncologici interagire con gli altri?

L'interazione tra pazienti oncologici adulti può avvenire all'interno delle strutture ospedaliere e nelle associazioni che gestiscono gruppi di auto-aiuto.

Ma non tutti i pazienti desiderano partecipare ad incontri di gruppo.

Esistono poi blog dove le varie persone possono raccontare di sé, ma questi luoghi spesso risultano dispersivi e dispendiosi per la ricerca di specifiche informazioni

Per questo ho pensato a questa App per smartphone, al fine di favorire un contatto diretto tra singole persone in un ambiente dedicato e
protetto.

Come potrà cambiare la vita di queste persone grazie a WaWord App?

Questa App rappresenta un aiuto in più per quelle persone che hanno il desiderio di contattare altri pazienti oncologici

L'obiettivo è quello di favorire la comunicazione e la connessione tra persone che si trovano a vivere il duro percorso della malattia oncologica, e ridurre così il senso di solitudine, trovando anche supporto nel dialogo con altri che stanno vivendo la stessa od una simile situazione.

Raccontaci come funziona l’app...

La scelta di un App sta nel fatto che oggi sempre più utenti utilizzano i servizi di rete mobile, più rapidi ed accessibili da qualsiasi luogo. 

La App funziona come un social network con la persona al centro della sua rete di contatti. 

La persona può scegliere di comunicare direttamente con altri utenti con lo stesso profilo diagnostico grazie ad un filtro che permette di selezionare i profili simili a quello desiderato. L'interfaccia è semplice ed intuitiva. 

L' App ha una schermata utente con le informazioni e  le funzionalità essenziali :accesso alla chat, alla bacheca e alla ricerca utenti. 

Perché hai deciso di utilizzare il crowdfunding per la realizzazione di questo progetto?

Lo sviluppo di una App ha un peso economico non indifferente. 

Dietro ogni App c'è il lavoro integrato di persone con competenze diverse, dal programmatore, al web designer, al sistemista. 

Inoltre ci sono tanti aspetti da considerare ed ognuno di questi ha un peso sul preventivo finale. 

Per avviare questo progetto avevo bisogno di trovare fondi

Ho deciso di utilizzare il crowdfunding perché é un metodo efficiente e veloce per ottenere un supporto economico ma è soprattutto anche un modo per validare da subito le proprie idee tramite il giudizio delle persone.

Cosa riceveranno in cambio i sostenitori del progetto?

Ho cercato di dare un valore di continuità e coerenza tra i contributi e le ricompense scambiati. 

Così il sostenitore, a seconda del contributo che versa, può decidere di passare una giornata all'aria aperta in compagnia di altri sostenitori, così come apportare il proprio nome o il proprio logo (se è un'associazione, un'azienda) su una wall della App.

Condividi questo articolo