Dillo con... la carta! Perché l'involucro conta, eccome

Con papername.com l'idea di personalizzare la carta da regalo è realta

Pensieri di carta, pensieri d'amore

Riguardo ai regali, si dice spesso che è il pensiero che conta

Vero, verissimo: ma se a contare fosse anche... la carta che contiene il regalo?

Basta un piccolo accorgimento per rendere un dono indimenticabile.

Immagina di trovare un pacco con il tuo nome sopra, direttamente sulla carta da regalo, arricchita da immagini artistiche che riflettono la tua personalità o i tuoi gusti.

Un piccolo, ma grande, gesto da parte di chi ti vuole bene e ha deciso di dare ancora più valore al dono!

Ecco cosa fa papername: permetterti di personalizzare un "pensiero", sorprendere chi lo riceve e creare un'esperienza memorabile per tutti.

Adesso il progetto è in crowdfunding su Eppela, per permettere ai suoi realizzatori di aggiornare il sito web, in particolare nel suo aspetto "mobile", così che tutti possano con un semplice clic dal telefono scegliere il prodotto preferito.

Ne abbiamo parlato con Andrea Vitrotti.



Papername: un nome/un destino, la carta: come nasce questo progetto?

Eravamo nello studio del Dott. Bruno Soresina, era il periodo di Natale, ad un certo punto prende un regalo, appena ricevuto, e ci dice “e adesso chissà di chi è questo, non c’è più il biglietto, cavolo, nessuno che ha ancora inventato la possibilità di personalizzare la carta magari mettendo il messaggio o lo stemma araldico…”. 

In quel momento mi si è accesa una lampadina e la sera stessa sono andato a fare un check online. 

Nessuno offriva un servizio simile a partire da 1 foglio, poi mi è venuto in mente "papername", era libero il dominio .com e... dopo poco eravamo online con la prima versione del sito, solo testo. 

Quanto è importante, al giorno d’oggi, il “fattore personalizzazione” negli oggetti?

Basta vedere quello che hanno fatto, e stanno facendo, colossi come Coca Cola, Ferrero, M&M’s e la lista è lunga. 

La personalizzazione è per molti, ma non per tutti

Ad esempio, nel nostro caso, pochissimi si rendono conto quanto lavoro c’è dietro ad un singolo foglio di carta da regalo personalizzato 100x70 cm. 

La personalizzazione fa la differenza, per chi la fa e per chi la riceve. 

È  quel tocco di classe, di attenzione in più, che fa la differenza, in ogni cosa e in qualsiasi occasione. E’ un successo garantito.

Perché avete deciso di utilizzare il crowdfunding per la vostra attività?

È venuto naturale, durante un brainstorming, i tempi erano giusti, inoltre avevamo avuto esperienza come sostenitori di iniziative simili, proprio su Eppela.

Inoltre abbiamo pensato fosse un modo efficace ed efficiente per raccontare la nostra voglia di portare papername.com anche su mobile. 

Di fatto è come fare una campagna pubblicitaria

Anche se non immaginavamo la mole di lavoro che c’è dietro. 

Come tutte le cose, se vuoi farla bene, devi metterci tanto impegno e risorse. 

La carta da regalo diventa un’arte: raccontateci come si sviluppa la vostra collaborazione con gli artisti.

Idea nata internamente, non ci aveva ancora pensato nessuno, allora perché non provare? 

Abbiamo la fortuna di conoscere personalmente diversi artisti, tra Designer, Grafici, Pittori, Fotografi, così abbiamo provato. 

L’idea è comunque sempre quella della limited edition, copie numerate, edizioni uniche. 

Non è certo un’idea nuova, ma nessuno aveva mai provato con una carta da regalo personalizzabile online.

Come sostenere Papername: il progetto

Trovi tutte le informazioni sulla pagina dedicata, qui su Eppela. 

Puoi contribuire alla copertura dell’investimento per ridisegnare completamente l’attuale sito integrandolo con l’App per mobile in versione iOS e Android e inserendo nuovi template per rendere ancora più facile e veloce l’utilizzo. 

Oggi più che mai è importante avere una "casa" web compatibile con gli smartphone: al momento se provi a navigare su papername.com da telefonino vedi una pagina che avvisa della temporanea mancanza di compatibilità, arricchita dalla possibilità di lasciare l’email specificando se si tratta di uno smartphone Android o iOS per essere avvisati quando sarà disponibile la versione mobile. 

Curiosità: tra i sistemi operativi prevale Android con il 57% seguito a ruota da iOS 37%, mentre il sistema Microsoft è marginale, intorno al 5%.

Condividi questo articolo