Appunti di viaggio

Il crowdfunding è un percorso che, partendo da un’idea, conduce al successo.

Verso l’infinito e oltre

Spostarsi da un ipotetico punto “A” a un punto “B”, programmare un cambiamento spaziotemporale che comporta tanti rischi quante scoperte: questo è ciò che, comunemente, è considerato viaggiare. Alcuni viaggi nascono per caso, altri sono programmati da tempo e con scrupolo, altri ancora sono dovuti al forte desiderio d’interrompere una fase di stallo che si protrae da parecchio. Ma le sfumature del termine viaggio non si esauriscono qui: “Qual è il vero significato della parola viaggiare? Cambiare località? Assolutamente no! Viaggiare è cambiare opinioni e pregiudizi” (Anatole France). In questo caso viaggiare vuol dire cambiare, rivedere le proprie posizioni e idee, vuol dire realizzare un percorso interiore utile a rafforzare convinzioni che, da tempo, portiamo con noi, o ribaltare completamente il modo di interfacciarsi alle cose e/o persone che ci circondano. Viaggiare diviene, quindi, qualcosa di imprescindibile, proprio di ogni persona capace di coltivare sogni e speranze. Come detto da Marguerite Yourcenar “Sembra esserci nell’uomo, come negli uccelli, un bisogno di migrazione, una vitale necessità di sentirsi altrove”. I progetti della settimana sono tutti viaggi, nel loro essere campagne di crowdfunding, oppure sono finalizzati al viaggio, alla voglia di sorprendere e di sorprendersi.



Foto progetto Delacroix


I progetti della settimana

Road to Utrecht è il progetto dell’Italian Brass Band, una band nata dalla passione di quattro amici musicisti, desiderosi di cimentarsi con le migliori brass band europee al concorso europeo che si terrà ad Utrecht. Un viaggio alla riscoperta del cibo e al riavvicinamento a esso, dedicato a persone con Disturbi del Comportamento Alimentare, è l’evento Back to Food che si terrà a Milano, un laboratorio assistito con l’insegnamento culinario affidato all’esperto chef Tommaso Fara. Gli studenti della classe 3°B dell’Istituto Cairoli di Milano, con il loro La scuola che non rifiuta, desiderano sensibilizzare adulti e non al tema del riciclo e della raccolta differenziata. Un viaggio fantastico, invece, è quello del mago Delacroix,  personaggio creato dal omonimo progettista: riuscirà a portare a termine la sua missione?

Condividi questo articolo