Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Abbi fede!

Intervista a Vincenzo Sannipoli, internet marketer e progettista di "Un centro per Betzadi".

Chi si accontenta non gode

Si può essere più o meno credenti, guidati da una spiritualità indotta o maturata nel corso degli anni, di certo l’obiettivo di ognuno è inseguire e trovare una serenità sempre crescente. “C’è gente che eredita la fede, come eredita i terreni, il casato, i titoli nobiliari, il denaro, una biblioteca e il castello. Fede per censo, ereditaria” (Ennio Flaiano). Nel caso di Vincenzo Sannipoli la frase dello scrittore abruzzese non può valere,.Betzadi è continua ricerca, analisi interiore, condivisione esperienziale con le persone che ci circondano. La fede fa parte del suo progetto, ma il percorso da lui intrapreso, affascinante quanto diverso, va al di là della dottrina religiosa. Scopri di più in questa intervista.



Quando nasce Betzadi e quanto si collega alla fede cattolica?

Betzadi è un progetto che nasce nel 2013, come comunità che accoglie chiunque voglia fare un percorso di consapevolezza interiore per dare nuovo respiro ai due ambiti di espressione umana: realizzazione personale e relazione.  Il 18 aprile 2017 si costituisce come associazione per svolgere in modo ordinato il proprio compito.

Betzadi si lascia ispirare dalle indicazioni di vita di Gesù rivelate nel Vangelo: da qui il collegamento con la fede cattolica, dove cattolica va letta a partire dall’etimo, ovvero universale… la fede di tutti, in Dio, nella vita e in se stessi. 

Quali dottrine o filosofie sono alla base dell’associazione?

Alla base c’è il Vangelo, il gioioso annuncio di Gesù e la lettura del libro già scritto da sempre dalla vita, la realtà. La corrispondenza tra questi due testi, vita e Scrittura, diventa fonte di meraviglia e di crescita.

Quanto è conosciuta Betzadi e quante persone coinvolge?

Betzadi è seguita da circa 300 associati, è conosciuta e apprezzata da oltre 500 persone.

Come Betzadi ha cambiato la tua vita?

Prima di entrare in contatto con la realtà e gli insegnamenti di Betzadi, pensavo di sapere cosa volesse dire condurre una vita piena di gioia e benessere (almeno sulla carta), ma mi sbagliavo.

Infatti, la mia vita era completamente dominata dall’Ego ed ogni decisione che prendevo non era frutto del mio vero sentire interiore, ma aveva sempre una connotazione egoica. Questo mi portava a non ascoltare mai il mio spirito, e quindi a vivere continuamente in uno stato di insoddisfazione, sia nell’ambito personale che in quello relazionale.

Grazie alle procedure proposte da Betzadi, ispirate dal Vangelo, sto pian piano acquisendo maggiore consapevolezza personale e questo si sta traducendo in pensieri, parole ed azioni che portano più gioia e benessere, prima di tutto a me stesso e poi anche alle persone con cui entro in relazione.

Cosa sono per te l’equilibrio e la felicità?

Per me, sia l’equilibro, che la felicità, sono frutto di pensieri, parole ed azioni che rispecchiano e sono allineati con il proprio sentire interiore. Quando una persona pensa, dice e fa ciò che realmente sente dentro di sé, senza farsi influenzare dall’opinione altrui o dal proprio ego, allora quella persona vive felicemente in equilibrio.

Quali sono le tue prime impressioni sul crowdfunding?

Sono positivamente sorpreso dalla massiccia risposta da parte dei sostenitori. Desidero fortemente che si riesca a raggiungere l’obiettivo stabilito, così che Betzadi possa continuare ad impattare positivamente la vita di più e più persone.

Elenca tre motivi per sostenere il tuo progetto.

Una volta che il nuovo centro sarà operativo, tutte le persone che verranno, potranno:

1.      Imparare a desiderare in grande per se stessi, a beneficio degli altri.

2.      Tornare a sentire il proprio spirito, ormai troppo offuscato dall’Ego. 

3.      Conoscere tutte le procedure che conducono ad una vita piena di gioia e benessere

Condividi questo articolo