Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Nulla è perduto!

Progetti itineranti, racconti di viaggi creativi, cambi di direzione.

Una seconda possibilità

Asserire che “sbagliare è umano” è riduttivo: in verità è necessario. Per tutti è fondamentale imparare dai propri errori e ripartire con maggiore slancio e consapevolezza verso il raggiungimento dei propri obiettivi. Si può sbagliare scelta, comportamento, modo di rapportarsi agli altri, nulla però è da considerarsi irreversibile. Nel crowdfunding, come nella vita, il discorso è il medesimo: una campagna fallimentare non è una bocciatura completa del progetto proposto (salvo eccezioni…), bensì un invito implicito della rete a riprovarci, a definire meglio la propria idea e a confrontarsi nuovamente con il pubblico di riferimento. L’errore è una possibilità, per alcuni quasi auspicabile in quanto fonte di nuova ispirazione o insegnamento (“Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore” Bertold Brecht). Tante sono le potenzialità di ognuno quante solo le ipotesi di successo o insuccesso. Conta, comunque, non fermarsi dinanzi al fallimento, reinterpretare gli spazi e le persone che ci circondano ed essere proiettati verso il futuro, perché “…tu sei vivo. Questo significa che hai potenzialità infinite. Puoi fare qualsiasi cosa, realizzare qualsiasi cosa, sognare qualsiasi cosa” (Neil Gaiman).

I progetti della settimana

In questa direzione opera Paolo Strano, progettista di Recuperale, prodotto artigianale realizzato con eccedenze destinate a essere sprecate, fatta con detenuti che stanno svolgendo un percorso di reinserimento. Volto a dare possibilità a chi non ha nessuna colpa ma solo una gran dose di sfortuna è Transit-House Sostenibile, il progetto ideato dai futuri architetti dell’Università di Roma Tor Vergata, che ha come obiettivo la realizzazione del primo prototipo di transit house sostenibile per i senzatetto. Per superare paure e difficoltà nasce, invece, Empowering Young Woman dell’associazione Young Women Network, dove donne aiutano altre donne a intraprendere con coraggio un percorso personale e professionale soddisfacente. Infine, per “far girare” la cultura anche nelle scuole, nasce Biblio-Carrello, una biblioteca itinerante per promuovere la lettura.

Condividi questo articolo