Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Dante, crowd e rock and roll

Intervista ai ragazzi di Dante Inferno, il musical sperimentale dal cuore rock.

Prendete ogni speranza, o voi ch’entrate

Quello di Dante Inferno è un viaggio che inizia da molto lontano. Nel 1999 un giovane e coraggioso Francesco Ricci scrive la prima bozza e inizia a cercare un compositore. L’idea è geniale quanto complessa: attualizzare l’inferno dantesco creando un musical dal cuore rock, capace di unire le anime musicali più disparate. Dalla dimensione ludica a quella educativa, Dante Inferno vuole sorprendere, incuriosire ed educare. Entra nelle scuole in punto di piedi, sconvolgendo l’immaginario che gli studenti hanno dei personaggi che caratterizzano la Divina Commedia. C’è del lavoro dietro questo  progetto, della meticolosità e, soprattutto, molta creatività. Abbiamo provato a scoprire qualcosa di più, ce l’avremo fatta? A voi l’ardua sentenza.



Quando nasce la passione per la Divina Commedia?

La passione per la Divina Commedia la devo in parte alla mia insegnante di italiano delle superiori che, grazie alla sua maniera di raccontare e spiegare letture, poesie, riuscì ad infondere quella passione per la letteratura della quale lei stessa era inondata! Dopo, la curiosità di scoprire cosa volesse dire Dante dietro ad ogni frase, il vero significato dietro ad ogni metafora o altra figura retorica, la capacità che dimostra nell'uso della lingua italiana, hanno fatto il resto!

Associa alcuni personaggi dell’Inferno a famosi cantanti

Domanda di riserva? A parte gli scherzi, se parliamo di voce, risponderemmo così:

  • Dante = Marco Mengoni
  • Virgilio = Roberto Vecchioni
  • Francesca = Anna Oxa
  • Caronte = Steve Taylor.
  • Beatrice = Celine Dion
  • Pier Della vigna = Alex Baroni
  • Ugolino = Riccardo Cocciante 

Quale girone dantesco preferisci nel musical e perché?

Forse intendi i cerchi: i gironi infatti ci sono solo nel settimo cerchio. Tra i nove cerchi dell'Inferno scegliamo Ulisse, ma con difficoltà, perché ce n'è così tanti di meravigliosi che è ardua la decisione. Un personaggio che trascende i secoli, che ha catturato l'attenzione di Omero e Virgilio, Dante, Tennyson, Doré, persino Joyce!

Secondo te quale genere musicale avrebbe preferito Dante?

Considerando il suo amore per la varietà stilistica, se fosse un nostro contemporaneo Dante sarebbe un tuttologo, che ascolta qualsiasi cosa. Dante avrebbe apprezzato la bellezza di ogni genere.

Perché la scelta del crowdfunding?

La scelta del crowdfunding ci è sembrata la migliore per varie ragioni. In primo luogo, abbatte il rischio d'impresa. Se la campagna va in porto infatti avremo il denaro sufficiente per partire. Se altrimenti le cose non andranno come sperato, non avremo costi da sostenere. Se avessimo chiesto un prestito in banca invece ci saremmo trovati con un debito sulle spalle ancor prima di partire. In secondo luogo, il crowdfunding è un ottimo strumento per entrare in contatto con il proprio pubblico. In questo senso, la campagna risulta il miglior modo per rivolgerci a coloro che hanno apprezzato il musical a suo tempo, così come a nuovi potenziali fan. 

Elenca tre motivi per sostenere Dante Inferno.

  1. La musica: DANTE INFERNO è ricco di spunti musicali. C'è una grande di varietà di generi, secondo la falsariga per cui ci vuole la giusta musica per il giusto pezzo. La forma è sostanza! 
  2. La cultura: DANTE INFERNO è un'opportunità educativa per i ragazzi che oggi studiano la Commedia a scuola, perché è molto fedele al poema ma allo stesso tempo lo racconta con forme e modalità espressive più vicine a noi - come la musica moderna e contemporanea. Abbiamo già in cantiere un tour specificamente per le scuole. Questa è un'ottima occasione per sostenere la cultura nel nostro paese.
  3. L'avventura. DANTE INFERNO vi condurrà attraverso il viaggio più incredibile che l'uomo abbia mai affrontato: quello di Dante attraverso l'Inferno. Niente è al contempo comico, drammatico e avventuroso come l'Inferno di Dante. 
Condividi questo articolo