Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Borsa italiana nello spazio

Per la prima volta in Italia, si quota una società di lanciatori spaziali

Star in volo

Avio debutta a Piazza Affari e la società aerospaziale, quotata sul segmento Star, è la prima società di lanciatori spaziali ad approdare sul mercato dei capitali. La società ha volato fin da subito segnando già in partenza un progresso del 9,07% a 13,71 euro. La società aerospaziale debuttava in Borsa, lunedì 10 aprile, con un prezzo di riferimento di 12,57 euro. "Da oggi lo spazio è più vicino" ha salutato dal suo sito Avio. A tenere l'azienda a battesimo a Palazzo Mezzanotte è stata la prima donna astronauta italiana Samantha Cristoforetti.

"È una giornata molto importante per noi voglio innanzitutto ringraziare le istituzioni italiane, l'Asi, qua rappresentata dal presidente Battiston, a testimonianza della nostra collaborazione molto proficua". E' stato l'Ad di Avio, Giulio Ranzo, a salutare così l'esordio in Borsa di Avio, in uno statement riportato dall'Agenzia Spaziale Italiana su asi.it. "E poi sono poi molto onorato della presenza di Samantha Cristoforetti, entrambi simbolo dell'eccellenza italiana nello spazio" ha aggiunto l'ad di Avio. "Il decollo sul mercato dei capitali ha un significato particolare ed è il frutto - ha proseguito Ranzo - di anni e anni di lavoro che ci hanno permesso di conseguire una leadership tecnologica".

L' Italia guarda in cielo

"Accanto all'ad di Avio anche una folta delegazione di dipendenti della società in qualità di azionisti e l’editore Urbano Cairo, intervenuto a titolo personale come investitore della Spac Space2, il veicolo di investimento con cui Avio si è fusa per procedere alla quotazione" segnala l'Asi sottolineando che "la quotazione di Avio permetterà di accelerare gli investimenti per la crescita e lo sviluppo di nuovi prodotti".

"La Spac ha scommesso sul successo di Avio rilevandone il controllo dai fondi di Cinven con un investimento realizzato assieme all'allora Finmeccanica, oggi Leonardo, lo scorso ottobre, cui è seguita una operazione in tre step simultanei: scissione parziale, incorporazione della società spaziale e cambio di denominazione in Avio Spa, che oggi ha portato la sua quotazione nel segmento Star, dedicato alle medie imprese con capitalizzazione compresa tra 40 milioni e 1 miliardo di euro, che si impegnano a rispettare requisiti di eccellenza in termini di trasparenza, corporate governance e liquidità" indica Giuseppina Piccirilli nel post su asi.it. "La Post-quotazione ha visto il gruppo Leonardo salire nella sua quota dal 14% precedentemente detenuta al 28% di Avio, mentre circa il 4% sarà in capo ai manager, il resto è flottante (compresa la quota di Space2)" aggiunge.

Fonte Adnkronos

Condividi questo articolo