Apriti al mondo

Condividere idee ed emozioni: questo è il sale della vita

Sinonimo di libertà

Esistono valori, modi di vivere e di esprimersi molto correlati fra loro. Non di rado un concetto richiama un altro e così via, come in una naturale corrispondenza e miscellanea di significati complementari. Pensiamo alla parola “apertura” è senza dubbio legata al concetto di “libertà” o, ancora, “possibilità”.  Aprirsi al mondo sperimentare, conoscere nuove persone e idee dà la possibilità di esplorare e ampliare il proprio ventaglio di opportunità. È un modo di pensare diverso, una tipologia di approccio nei confronti della vita che può regalare soddisfazioni. L’apertura porta al confronto con la diversità e allo sviluppo di  un pensiero alternativo, secondo il giornalista statunitense Walter LippmannQuando tutti pensano nella stessa maniera, allora nessuno pensa veramente”. È una peculiarità umana quella del pensiero, che precede l’importanza del confronto e del comunicare. A rafforzare questa tesi contribuisce, fra i tanti, lo psicologo Stefano Greco nel suo libro La psicologia del cambiamento. Riflessioni, risorse e strategie per governare gli eventi della vita: “Gli esseri umani possiedono, da tempo immemorabile, peculiari capacità sociali che ci hanno consentito di evolvere come collettività: la cura die figli e degli altri, la comunicazione e la collaborazione, il senso di appartenenza, la disponibilità a condividere, l’empatia. Nel momento in cui recuperiamo ed utilizziamo tali risorse, la percezione che abbiamo di noi stessi e degli altri cambia perché ognuno scopre che è parte di un tutto ed ha il tutto dentro di sé.”

Progetti che uniscono

I progetti della settimana, in un modo o nell’altro, parlano tutti di apertura. Sono piccoli contenitori emozionali di condivisione di esperienze, modi di essere e vivere. Sicuramente, non sempre la libertà d’espressione e pensiero fanno rima con tranquillità. Occorre una certa dose di coraggio, soprattutto in presenza di anacronistiche sovrastrutture mentali, per poter esprimere senza remore le proprie idee. Ma la “chiusura” di pochi non può fermare l’energia di tanti, la voglia di libertà e di rivalsa può vincere ogni diffidenza con il crowdfunding. Un esempio lampante di libertà è il REmilia Pride, il primo Pride dell’area mediopadana che si terrà il 3 giugno a Reggio Emilia e che  vedrà la partecipazione di sei città differenti: Reggio Emilia, Modena, Parma, Piacenza, Mantova e Bologna. Aprirsi al mondo e raccontare le proprie esperienze è l’obiettivo di #solocosebelle, un blog scolastico che vuole andare oltre i confini del proprio istituto. Geeko Editor, invece, è un salotto letterario 2.0, una casa editrice digitale e interattiva dove il confronto e la condivisione sono all’ordine del giorno. Dell’esatto opposto (“chiusura”) parla il progetto Domani usciamo, il cortometraggio sulla storia di una coppia imprigionata nel silenzio della propria solitudine. Degni di nota, infine, sono i 5 progetti dalla Fondazione il cuore si scioglie Onlus in collaborazione con Unicoop Firenze, idee che propongono una nuova forma di solidarietà collaborativa. 

Condividi questo articolo