Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Veri vincenti

Intervista a Daniele Recchia, progettista di MiAmi?Sì

Oltre la paura

Ci sono cose che non dovrebbero fare più notizia, eppure, nel nostro Paese, come al di fuori dei confini nazionali, continuano a fare scalpore. Una di queste è l’omosessualità nello sport. Dalla polemica tra Mancini (all’epoca allenatore dell’Inter) e Sarri (attuale allenatore del Napoli), quest’ultimo reo di aver rivolto “qualche parola di troppo” nei confronti del suo avversario, sino alle esternazioni, non molto recenti, del calciatore Francesco Coco: “I calciatori gay esistono, ma se fanno outing gli ultrà li massacrano”, non nascondiamoci: il problema c’è. Eppure è possibile trovare degli esempi virtuosi da seguire, che possano essere da stimolo perché ci sia un’apertura mentale degna di un Paese civile. MiAmi? Sì è un progetto coraggioso, libero, autentico. Come il suo progettista Daniele Recchia.


Quando e perché è nata la vostra squadra?

L’ASD Fortitudo Calcio 81 nasce nel 2015 a Roma grazie a me e a Luca Genovesi, i fondatori della squadra e dell'associazione. Tutto ha inizio nel lontano 2008 quando giocavo in una squadra gay friendly in occasione degli EuroGames di Barcellona, rimanendo profondamente colpito da questa esperienza. Mi sono unito a loro e piano piano, accanto all’attività di giocatore, ho assunto anche il ruolo di organizzatore e promotore. Nasce così, nel 2015, l’ L’ASD Fortitudo Calcio 81, che si caratterizza per la voglia di giocare, il piacere di stare insieme - etero e gay - e la determinazione nel battersi per i diritti di tutti e tutte.

Quanto l’omosessualità è discriminata nello sport?

Da sempre pratico sport a livello agonistico e devo dire che, differentemente dall’estero, nell’ambiente calcistico italiano ancora molti hanno paura a dichiararsi. Nonostante non abbia mai assistito ad episodi espliciti di discriminazione, è chiaro che la paura di essere rifiutati dalla propria squadra o dai tifosi è sempre molto viva: in tal senso, una squadra come la nostra, dove la differenza di sessualità è apertamente la benvenuta, può dare un forte contributo all’abbattimento di queste barriere, che sono soprattutto mentali.

In tutta onestà, come se la passa un omosessuale in Italia ad oggi?

Difficile dare un giudizio sulla condizione delle persone omosessuali in Italia. Molto dipende dai contesti specifici: non credo che chi nasce in un piccolo centro abbia modo di esprimere la propria diversità rispetto a chi vive a Milano o a Roma. Sicuramente molti passi avanti sono stati fatti, soprattutto con le recenti leggi che hanno riconosciuto le unioni omosessuali, ma ancora credo siamo lontani da una piena eguaglianza. D’altra parte, se così non fosse non ci sarebbe bisogno di organizzare eventi dedicati a queste problematiche.

Sei mai stato, come spettatore, ai WorldOutGames? Se no, cosa ti aspetti?

Non ho mai partecipato come spettatore ai WordOutGames ma vi ho gia partecipato come giocatore. Avendolo vissuto in prima persona so credo di sapere quello che troverò: migliaia di persone in festa, diverse tra di loro, ma tutte unite dall’amore per lo sport e per l’uguaglianza fra le persone; tanti colori, musica, allegria e ma anche… competizione!

Perché la scelta del crowdfunding? Quali sono le prime sensazioni?

Abbiamo scelto di finanziarci con il crowdfunding perché è un mezzo che dà la possibilità sia ai grandi sponsor (che sono comunque i benvenuti!) ma anche a tanta gente comune di sostenere le cause e le idee in cui credono anche senza grossi capitali da investire. D’altra parte quello di Fortitudo 81 è un messaggio di eguaglianza e di libertà: rivolgersi al grande pubblico, chiedendone il sostegno, è la scelta che fin da subito è apparsa più naturale.

E le attese non sono state deluse: già dal primo giorno abbiamo ottenuto più del 10% della somma necessaria, segno che nella società civile certe battaglie di giustizia sono davvero sentite. Sono sicuro che, anche al vostro contributo, questo slancio continuerà.

Elenca tre motivi per i quali il progetto merita di essere sostenuto.

1) E' un progetto che favorisce l'uguaglianza di orientamento sessuale

2) E' un'occasione di prestigio per l'Italia.

3) Favorisce lo scambio ed il confronto fra popoli e culture diverse.

Condividi questo articolo