Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Rieducazione civica

Il crowdfunding civico è pronto a entrare nei libri scolastici

Il Comune di Milano fa il pieno di successi

Nel corso della carriera scolastica di ognuno di noi, tra le materie più ostiche, ne figurava una “cuscinetto”, molto spesso relegata a qualche minuto prima del suono della campanella, secondaria rispetto alle canoniche materie. L’educazione civica per quanto obbligatoria (lo è ancora?) nel programma didattico non ha lo spazio che merita: prima di essere professionisti, la scuola deve formare uomini, quelli che saranno i cittadini di domani. Questa considerazione si arricchisce di un altro tassello: parlando di crowdfunding civico, non sarebbe giusto integrare i testi scolastici con un capitolo su di esso? Perché quella che prima era una scommessa del Comune di Milano, dinanzi alla quale qualche burocrate poteva storcere il naso, è diventato un vero e proprio successo.

La seconda call, che ha visto la presenza sulla nostra piattaforma di 4 nuovi progetti, è stata molto apprezzata dai milanesi e dai copiosi sostenitori che credono in una Milano migliore con il crowdfunding. Se prima si trattava solo di sogno nel cassetto, ora queste idee saranno realizzate, anche grazie al cofinanziamento di un’istituzione vicina alle istanze del proprio territorio. Il Parco Trenno avrà la propria Casa sull’albero; il Gallaratese avrà il suo Gallab, uno spazio utile e aperto a tutti dove costruire oggetti e socialità; Quarto Oggiaro sarà arricchito dai PomodOrti Urbani, un orto-giardino, e non solo, accessibile alla comunità; l’intera Milano con Sicurezza d’Argento godrà di un servizio professionale di assistenza agli anziani. Infine? Tutti i cittadini avranno 4 buoni motivi in più per sorridere

Condividi questo articolo