Sharing creativity

Progetti di crowdfunding da scoprire e condividere sotto l’ombrellone

Arrivano i nostri

Il celebre film di Mario Mattioli? La trasmissione televisiva di qualche decennio fa sulle reti Mediaset? Nulla di tutto ciò. Con Arrivano i nostri non cavalchiamo improbabili fenomeni nazionalpopolari, né evochiamo sanguinosi scontri a fuoco in perfetto stile western, bensì ci riferiamo all’ondata (non di caldo) di progettisti in gamba e delle loro campagne su Eppela. Considerata la quantità di progetti, ma soprattutto la loro qualità, è difficile poter parlare di tutti in maniera dettagliata. Consideriamo i nostri progettisti parte integrante di una comunità: tutti coloro che sono presenti su Eppela, ma anche coloro che lo sono stati con più o meno fortuna, sono a tutti gli effetti eppeliani. In un periodo dove si parla maggiormente di disgregazione che di integrazione (il caso Brexit può essere un riferimento semplicistico ma, tuttavia, esplicativo) la rete sopperisce al crescente individualismo, il crowd diviene sempre più compatto e vota unito a favore della condivisione, di quella che si può definire la nuova idea di sharing creativity.

Condivide et impera

Rubiamo questa espressione al blogger Rudy Bandiera, perché in essa ritroviamo il senso del nostro lavoro, del crowdfunding e, nello specifico, di ogni ambito della nostra vita che sia degno di essere vissuto. Spesso ci ricordiamo di far parte di un’unica comunità dinanzi a grandi manifestazioni sportive (il riferimento agli Europei di Calcio in corso è tutt’altro che celato), dimenticandoci che la condivisione costituisce un’importante upgrade per la nostra quotidianità. Per questo ci ritroviamo completamente nelle parole dello scrittore francese Emmanuel Carrère nel libro Limonov: “Appartengo a quella categoria di persone che non si sentono perdute in nessun luogo. Vado verso gli altri, gli altri vengono verso di me. Le cose si aggiustano naturalmente”. E allora andiamo incontro agli ultimi progettisti che sono su Eppela, non ci deluderanno

Stringiamoci forte

A proposito di condivisione, non passano di certo inosservati gli ultimi progetti Postepay Crowd come #Fuori: No profit, yes party!, l’app per promuovere gli eventi delle associazioni no profit italiane, oppure Traslochino, la sharing economy dei traslochi che semplifica la vita. Senza dimenticare L’eterna lotta, una commedia muta per raccontare la battaglia ancestrale tra uomo e natura e, ancora, Ma Basta! l'iniziativa contro il bullismo e il cyberbullismo del movimento studentesco di una scuola di Lecce, legato all’iniziativa FastUP School. Continuando il viaggio fra le novità, spiccano Lindy on the road 2016 (jazz), Alpe Musrai (salvaguardia della natura), Officina Reporter 2016 (fotografia), Museo Madre Teresa, Edizioni Manyoshu (poesia e letteratura), Impossible Naples (happening partecipativo), Sea Sound Festival (musica carnevale), Cartasia - Paper Chess (scacchiera dei record).

Condividi questo articolo