Come va La Situa?

Il disagio dell'Italia in lockdown scritto in Helvetica!

24 set 2020
0%

Dal disagio al successo!

"Fare di necessità virtù" è uno dei tanti modi di dire che si usano nella nostra lingua per esprimere il concetto che da una situazione di disagio se ne può trarre un qualche vantaggio, ribaltando gli eventi che ci sono capitati. 

Siamo convinti che molti degli italiani che leggeranno questa frase potranno ricollegarla al tempo passato in casa durante il lockdown in cui nell'isolamento e nel disagio, appunto, sono riusciti a crearne un qualche beneficio per se stessi o per gli altri. 

Beh sicuramente ci è riuscito Andrea Antoni in arte Style1, o Stailuan, se vi piace la sua versione più "verace", che grazie alla sua pagina Instagram "Cose Brutte Impaginate Belle" ha riunito intorno a se una community di oltre 80 mila follower che ogni sera alle 18:00 interagivano tra loro per tenersi compagnia e raccontare il proprio disagio, però con eleganza!

Come ci è riuscito?! 

Per scoprirlo leggete l'impresa dell'uomo che ha raggiunto il successo in crowdfunding in sole due ore.

Chi è Stailuan, quali imprese lo hanno reso famoso nel web e fuori?

Stailuan è la trasposizione ignorante di Style1, la tag che ho scelto come graffiti-writer nel 1997, quando iniziai appunto a dipingere su parete.

Ho da subito visto nel web un interessante veicolo per far conoscere i miei lavori, ho iniziato a fare i miei primi siti, da qui mi sono appassionato alla grafica che è diventata il mio lavoro (dopo un percorso di studi adeguato). Su Instagram ho trovato la piattaforma più adatta al mio modo di pormi e anni fa ero già balzato agli onori della cronaca con il mio progetto #STAILtone (@stailuan), dandomi una grande visibilità a livello mondiale e portandomi a collaborare con brand internazionali quali Lamborghini, Swatch e Gopro (solo per citarne alcuni) e a scrivere il mio primo libro "Trova la tua identità su Instagram e condividi foto uniche" per Dario Flaccovio editore. In pratica, negli anni, sono riuscito a convertire tutte le mie passioni in lavoro e quindi, come dicono molti, ti sembra di non lavorare mai. Ma in realtà lavori sempre.

Come nasce la pagina Cose Brutte Impaginate Belle e più nello specifico il format La Situa?

CBIB (acronimo) nasce casualmente, da un mio periodo di forte disagio che decisi di esprimere tramite una grafica dove giocavo con la frase fatta "come va?" rispondendo "male" ed aggiungendo "però in Helvetica". Da qui iniziai a farne altre e, dato che piacquero, decisi di rendere il progetto più coeso aprendogli un profilo instagram dedicato. La prima frase resta comunque il mantra, nonché il fondamento del progetto: cerchiamo di ironizzare anche sul disagio, però con stile e cercando di non cadere nel volgare. Ecco perché "però in Helvetica", font amatissima dai grafici, che va un poco a diventare il simbolo dell'eleganza.

La Situa è nata molto a posteriori invece, nel momento in cui l'Italia entra il lockdown. Ero già solito fare delle stories su Instagram, ma molte meno, però quando ci dissero che saremmo dovuti rimanere in casa percepii che il disagio delle persone stava aumentando. Così feci una cosa molto semplice, spesso banalizzata, ma allo stesso tempo molto importante per chi si trova in difficoltà. Chiesi alle persone che mi seguivano come stessero, chiesi loro La Situa(zione). Ne nacque un appuntamento quotidiano, sfogatoio dei disagi, ma allegro e non pesante in quanto affrontati con il giusto spirito di chi non si vuole abbattere.

Come è stato il tuo lockdown? Ci racconti un paio di momenti che ti sono rimasti particolarmente impressi?

Il mio lockdown è stato tendenzialmente positivo, rispetto anche a molte altre situazioni che ho percepito.

La mia casa ha il giardino e dietro ho un ufficio in una costruzione a se stante, inoltre ho anche uno spazio con alcuni macchinari da palestra (che non usavo mai solitamente). Di conseguenza non mi sono trovato costretto in 45 metri quadrati, senza un balcone, come è capitato a molti italiani. 

Aggiungo che non ho questa vita sociale e da aperitivi così intensa, di conseguenza la cosa che principalmente è venuta a mancarmi è stato poter andare in mare a pagaiare con lo Stand Up Paddle.

Qui in Friuli Venezia Giulia la situazione a livello di contagi è sempre stata piuttosto contenuta, quindi non siamo mai stati sopraffatti più di tanto dall'angoscia (come invece in altre zone d'Italia è purtroppo avvenuto), di conseguenza le immagini che mi vengono in mente sono: i miei genitori che fanno ginnastica alle 10 di mattina con un programma televisivo di un emittente locale e il momento in cui dovetti fare la tinta a mia madre (e venne anche bene).

La tua campagna è la dimostrazione di quanto una community possa essere decisiva per le sorti di un progetto, ti aspettavi questo successo?

Onestamente mi aspettavo venisse finanziata, ma non riuscivo a prevedere con quali risultati.

Internet è quel non-luogo in cui finché le cose sono gratuite vengono percepite come bellissime, al momento in cui si chiede un contributo diventano inutili o di poco conto.

Per questo motivo poteva succedere di tutto ma, certamente, non credevo di raggiungere i 5mila euro in due giorni. Non a caso avevo messo come target 1200.

È una cosa che fa molto piacere ovviamente, ma è il frutto di un gruppo molto forte forgiatosi nel disagio e verso il quale io ho dato tantissime attenzioni. E loro a me. Siamo amici senza conoscerci. Sono quelle cose da internet.

Cosa farai con i fondi raccolti in overfunding?

Ho deciso di migliorare la qualità di stampa: sto vedendo quali siano gli aspetti migliorabili per impreziosire la copertina, in modo tale che il prodotto finale risulti ancora di più un bel ricordo da tenere in casa, di un periodo non proprio bellissimo. Shopper per tutti: chi ha fatto un'offerta da 20 euro in su, riceverà anche la borsa shopper coordinata.

Infine una donazione all'azienda sanitaria, per ringraziare per quanto fatto per noi e per i nostri concittadini, e per quello che faranno nel futuro prossimo (e non sto ipotizzando un'ondata di ritorno di covid-19, dico in generale). 

Articoli correlati

Facciamo un salto tra le notizie più cliccate.