Non dimenticare mai le tue origini

Lasciare casa a Salerno e trasferirsi a Milano per scoprirsi più "terrone" di prima!

31 lug 2020
0%

Stefano ha 26 anni, viene da Salerno, e quattro anni fa si è trasferito a Milano per specializzarsi in Psicologia Sociale.

Lasciare la propria terra per vivere in una città migliaia di chilometri e migliaia di mondi lontana dalla propria non è mai semplice. Fa male, fa rabbia.

Stefano si è trasferito a Milano deciso a non tornare mai più al Sud. Il suo amato Sud, che lo ha cresciuto, ma dal quale, a un certo punto, non si è più sentito capito.

Ed è proprio lontano dal suo Sud che è nata la magia: negli anni, la vita milanese ha reso Stefano più "terrone" di prima! Così tanto da decidere di creare Unterroneamilano, una pagina in cui raccontare la vita di un fuori sede pronto a lasciare tutto per inseguire i propri sogni.
Col tempo la pagina si è trasformata in molto di più, un progetto vincente che ha dato vita a tantissime iniziative che hanno unito tutte le migliaia di persone che vivono lontano da casa.

L’ultima idea folle di Stefano si chiama Rotolando verso sud, una docu-serie in cui il Sud sarà il vero protagonista!

Ma facciamo due chiacchiere con lui e lasciamo che ci racconti la sua nuova avventura, da realizzare tutti insieme in crowdfunding.

Chi è Unterroneamilano?

Unterroneamilano è nient'altro che me, Stefano Maiolica, un semplicissimo ragazzo di 26 anni che quattro anni fa ha deciso di lasciare la sua Salerno per uscire dalla propria zona di comfort e provare a realizzare i propri sogni. Durante i primi periodi a Milano mi sono reso conto che c'erano tutta una serie di difficoltà comuni alle persone che venivano dal sud, così ho pensato di metterci la faccia e creare una community disposta a supportarsi attraverso consigli, feste e tanto altro.

Ripercorrendo la storia del progetto, ti va di raccontarci alcuni avvenimenti che sono stati per te particolarmente importanti e che ti hanno fatto capire che stavi andando nella direzione giusta?

Ho scoperto di capire che stavo andando nella direzione giusta in maniera molto semplice: succede quando ti accorgi che le cose si incastrano perfettamente tra loro, quasi in maniera naturale. 

Questo mi è successo?! Quando ho deciso di affittare un pullman per riportare i fuorisede a casa per Natale, è successo quando ho deciso di donare 200 pacchi della felicità ai fuorisede durante la quarantena e questo sta succedendo ora, con Rotolando verso Sud.
Sono tutte delle idee spontanee che mi vengono in mente (di notte) e che trovano una loro strada quasi magicamente.

La docuserie “Rotolando verso Sud” possiamo definirla come la massima espressione di Unterroneamilano, finalmente torni a casa per raccontare a modo tuo l’amato Sud. Che cosa dobbiamo aspettarci?

Tra il 2019 e il 2020 ne ho combinate di cose, ma "Rotolando verso Sud" vuole essere qualcosa di più. Ho sempre sognato di poter fare qualcosa di concreto per poter aiutare la mia terra e poter valorizzare il nostro Meridione e questa per me può essere l'occasione giusta. 

Per questo ci sto mettendo tutto quello che ho (anima e cuore) per realizzarlo. 

Sono convinto che il futuro è nelle mani di noi giovani e dobbiamo fare il possibile per renderlo migliore del presente.

Ci hai detto che al road trip parteciperanno dei VIP. Chi sono e che ruolo avranno nella serie?

Come sapete, la docu-serie si baserà sulla narrazione delle storie degli ospiti che andremo a visitare. Tra questi ho pensato di inserire degli ospiti speciali, i VIP, che avranno il compito di raccontarci il ruolo delle loro origini e tradizioni nel raggiungimento del successo.

Non posso ancora fare tanti nomi, ma posso anticiparvi che andremo a trovare gli amici di Casa Surace e pranzeremo con la mitica Nonna Rosetta. Posso anche anticiparvi che uno dei nostri Ambassador sarà il sicilianissimo e grandissimo Mario Biondi!

Perché la scelta del crowdfunding e in che modo i sostenitori parteciperanno al viaggio?

Ogni attività che ho portato avanti è nata da zero e si è sviluppata grazie al supporto attivo della community. Il crowdfunding per me è stata la soluzione più naturale per coinvolgere i miei follower nella realizzazione di questo progetto e far sentire questo viaggio il viaggio di tutti. Infatti, la nostra sfida più grande sarà quella di riuscire a coinvolgere attivamente i follower durante tutto il viaggio producendo contenuti real time e chiedendo il loro aiuto/consigli per portare al termine il viaggio. 

Inoltre, la maggior parte degli ospiti che avremo durante il viaggio verrà selezionata tra le richieste arrivate proprio dai nostri sostenitori. Insomma, quest'estate rotoleremo tutti verso sud!

Articoli correlati

Facciamo un salto tra le notizie più cliccate.