Apicoltori fantastici e dove trovarli

Scopri Bee2Bee, il movimento di tutela ambientale che sostiene le api e gli apicoltori.

04 giu 2020
0%

Bee2Bee.it

Le api sono animali staordinari che esistono da 4 milioni di anni.

Non tutti sanno che le api sono un elemento fondamentale del nostro ecosistema: impollinando i fiori consentono la nascita dei frutti.

Oggi le api sono fortemente a rischio per via dei cambiamenti climatici e per l’enorme impatto dell’uomo sull’ambiente. 

Partendo dalla consapevolezza del momento che stiamo vivendo, prende così vita Bee2Bee, un movimento che mira a tutelare le api e chi da sempre si occupa di loro: gli apicoltori.

Come? Facciamocelo spiegare da Francesca, una delle persone che stanno dietro il progetto Bee2Bee.

Da dove nasce il vostro progetto?

Edmondo ha una vera e propria passione per le api e per il miele. 

Fin da piccolino curava le api che suo nonno aveva in campagna in Val d'Ossola, e in quel tempo, proprio perché ci si proteggeva solo con un cappello a rete, ha imparato ad avvicinarsi alle api senza timore. 

Bisogna dire subito che le api, a differenza delle vespe e calabroni, pungono solo si sentono minacciate e quindi se si viene avvicinati da un'ape non bisogna agitarsi.
Io, Francesca, sono stata subito entusiasta del progetto! Sono una copywriter e mi occupo di strategie digitali per aiutare i miei clienti a raccontarsi online. Ho colto subito l'occasione di declinare le mie marketing skills in un progetto nonprofit di tutela ambientale come Bee2Bee. 

E poi con Edmondo ci conosciamo bene, siamo qualcosa di più che colleghi e amici: diciamo... Bee-Partners!
Infatti, abbiamo sempre attivato collaborazioni con l'obiettivo comune della sostenibilità ambientale: qualsiasi nostra attività è sempre attenta alla natura.

Le api vivono un momento storico difficile, ma anche gli umani non se la sono passata bene ultimamente. Il blocco delle attività causa Covid-19 ha migliorato la condizione di vita delle api?

Il blocco degli spostamenti ha creato un grande problema per chi si doveva muovere per accudire le amiche alate. 

Le api sono insetti domestici che vanno curati e non possono essere abbandonate. Le api sono da secoli amiche dell'uomo e dell'uomo hanno bisogno. 

Elevando il nostro messaggio, con Bee2Bee.it vogliamo ricordare sempre quanto l'impatto umano sia determinante per la salute di tutti gli esseri viventi. Pesticidi, allevamento intensivo, chimica e "strane operazioni" a volte fanno sobbalzare la Natura.

 L'Uomo è tanto superbo da non sentire la sua voce e si accorge della sua Azione solo quando accadono catastrofi e - come in questo caso - pandemie. 

A questo punto è facile ricordarci quale posto dobbiamo tornare ad occupare: ma al quel punto è tardi.

In questi mesi abbiamo visto immagini dei canali di Venezia puliti, delfini che tornano selvaggi nei nostri porti e animali che, in assenza di disturbi umani, si riprendono i loro spazi. Ma non basta. 

Perché nemmeno questi mesi “di respiro” che abbiamo concesso alla natura fermando le nostre iper produzioni sono bastati a proteggere la biodiversità, né tantomeno hanno epurato come per magia i nostri mari dall’inquinamento della plastica. 

Anzi! Lo scorretto smaltimento dei dispositivi di sicurezza - mascherine e guanti - rappresenta una nuova minaccia per l'ambiente! 

Purtroppo la maggior parte della comunicazione che si fa intorno alle emergenze ambientali, fra le quali di certo occupa un posto sul podio la tutela delle api, è diventata retorica e negativa. Sembra che la salvaguardia dell'ambiente e natura stia all'opposto del lavoro e dello sviluppo economico. 

Con Bee2Bee vogliamo dimostrare, invece, che dove c'è lavoro e c'è anche Natura, in un legame imprescindibile per uno sviluppo economico sostenuto da un reale progresso. 

Per questo noi in Bee2Bee vogliamo superare il "messaggio/senso di colpa" di certe pubblicità progresso: siamo convinti che per sensibilizzare e portare gli utenti a fare un'azione concreta e a modificare le proprie abitudini (in meglio!) sia necessario proporre piccole azioni positive, come piantare dei fiori e comprare prodotti naturali da piccoli e medi produttori ragionando in modo innovativo e collaborativo.

La vostra è una rete nazionale: chi sono le persone che ne fanno parte?

Guardando il sito Bee2Bee.it si vede subito che ci rivolgiamo a tre tipi di persone: persone che possono ospitare le arnie, persone che possono
curare le arnie e persone che possono finanziare il mondo delle arnie.


Gli apicoltori spesso subiscono grandi danni economici per furto, sabotaggio, vandalismo e altri tipi di calamità più o meno naturali.

La rete Bee2Bee vuole essere una rete di salvataggio di prevenzione e cura per tutti gli apicoltori.

Infatti, vediamo personalmente l'entusiasmo dei piccoli proprietari che vedono il proprio terreno, prato e bosco prendere vita ospitando le piccole amiche alate: e poi chi non vorrebbe delle Regine come vicine di casa? 
Allo stesso modo vediamo l'entusiasmo degli imprenditori che mettono a disposizione chi il tetto del capannone, chi del terreno di proprietà per creare del Miele d'Impresa.

Il messaggio imprenditoriale diventa molto forte: non è più tempo di fare regali aziendali in plastica che in poco tempo finiscono in discarica.

La vita dell'Impresa deve creare valore e restituire valore.

Bee2Bee, incentivando il regalo del miele, vuole portare tutto il messaggio allegorico che rappresenta avvicinando il legame del valore di impresa e il valore della natura.

La metafora del lavoro dolce come il miele è la visione del lavoro che vediamo nel futuro dell'umanità.

Quanto sono "dolci" le ricompense che avete pensato per i sostenitori?

Ottima domanda. 

Le nostre ricompense sono dolci... come il miele, naturalmente! 

Abbiamo pensato a ricompense per tutte le tasche: da quelle dei singoli utenti a quelle, un po' più larghe, delle aziende che vorranno partecipare. 
Quante imprese dichiarano nella loro Carta dei Valori di avere un'attenzione particolare alla sostenibilità ambientale? 

Quante fanno davvero qualcosa di concreto? Bee2Bee dà loro l'occasione di far compiere il primo vero passo! 

Con la donazione da 1000 euro, per esempio, si possono trasformare i regali aziendali che si fanno a clienti e fornitori in prezioso e buonissimo miele, 30 kg in vasetti brandizzati e personalizzati che aiuteranno l'azienda a lasciare un dolcissimo ricordo di sé. 

E non solo! 

L'azienda sarà seguita da un videomaker professionista Bee2Bee che si occuperà di fare un video reportage completo nel momento della consegna dei vasetti: si tratta di una testimonianza tangibile che le aziende potranno utilizzare online per dimostrare concretamente la loro vicinanza al tema e di distinguersi da chi lo dichiara e basta. 

Oltre che nutrire il corpo, Bee2Bee vuole nutrire la mente coinvolgendo la responsabilità delle persone. 

Con 5 euro fai un gesto per te ricevendo la tua busta mellifera; con 20 euro ricevi 5 buste mellifere da condividere con i tuoi amici diventando un Gran Seminatore Mellifero certificato. 

E poi ci sono tutte le altre ricompense del crowdfunding anche nel piccolo gesto di vedere germogliare un seme si può dare un grande messaggio.

Quali sono i vantaggi che avete riscontrato nel crowdfunding?

Il crowdfunding porta in sei dei concetti meravigliosi per il nostro messaggio culturale. 

Infatti, prima di tutto noi vogliamo essere un messaggio culturale, perché solo con un cambio culturale potrà esservi una vera innovazione naturale. 

Con questa operazione siamo più interessati a coinvolgere più persone possibili che raccogliere più fondi possibile. 

Infatti, se è vero che con più fondi potremmo fare molte più cose, organizzare più corsi o comprare più miele agli apicoltori, o distribuire più semi per avere tantissimi fiori, è anche vero che preferiremmo raccogliere 10.000 euro da 2000 persone che 20.000 euro da venti singoli benefattori. 

Noi vogliamo un alveare di persone che amano la Natura come noi. 

In un alveare ci sono fino a 80.000 api, in un nido di vespe ci sono massimo 30 insetti....il messaggio è chiaro per noi.

Abbiamo valutato attentamente e Eppela è la piattaforma che può comunicare al meglio il nostro messaggio: straordinariamente efficace ed intuitiva. Esattamente ciò che cercavamo per aiutare la nostra rete di apicoltori e i nostri utenti. 

Nonostante i tempi strettissimi, siamo stati seguiti dal primo giorno e siamo riusciti ad andare online per il 20 maggio 2020, la seconda giornata mondiale delle api. 

Oggi ci stiamo impegnando online e offline a portare sempre più utenti sulla piattaforma utilizzando la nostra mailing list, WhatsApp, Telegram,
Facebook, Instagram e ovviamente il network business per eccellenza LinkedIn. 

Il più grande vantaggio di avere una campagna di crowdfunding è quello di avere un meta-messaggio da comunicare a tutti i nostri contatti. 

Per Bee2Bee l'unione fa la forza e con Eppela ci sentiamo più forti.

Articoli correlati

Facciamo un salto tra le notizie più cliccate.