MSD CrowdCaring, per migliorare la quotidianità

Al via i nuovi sei progetti promossi da MSD Italia

29 set 2020
0%

Non finisce mai di sorprenderci MSD Crowdcaring, l’iniziativa di MSD Italia che ha a cuore la salute e la vita delle persone.

Sono online sei nuovi progetti, pronti a rendere il Mondo un posto migliore!

C’è Milla, il fumetto rivoluzionario per esplorare il mondo della disabilità, la Casa di Alice, che accoglie e sostiene le famiglie dei piccoli pazienti malati di tumore, Safe Love, il laboratorio per educare i giovani alla sessualità sicura.
E molto, molto altro ancora.

Ve li raccontiamo qua in anteprima, ma potete scoprirne tutti i dettagli nella pagina ufficiale di MSD CrowdCaring:
https://www.eppela.com/it/ment...

Arriva Milla!

Milla è una bambina di cinque anni e mezzo che ha subito l’amputazione della gamba sinistra e porta una piccola protesi: la sua "gamba robot". Vive la “disabilità” come una condizione di “supernormalità” e lotta per il diritto a fare tutto quello che le passa per la mente, contro i luoghi comuni.

Ha una fantasia sfrenata, è simpatica, ironica e lotta per un mondo in cui avranno la meglio la cura dell’ambiente, l’inclusione sociale, la giustizia. 

Ideato dalla Fondazione Sportfund e Davide Baldoni, illustratore di Walt Disney, "Arriva Milla!" è un fumetto e un progetto di comunicazione ideato per esplorare il mondo della disabilità attraverso gli occhi di una bimba. 

Un modo per ascoltare i bambini che ci parlano in modo diretto, semplice e sapiente.


L’obiettivo è  far conoscere più da vicino il mondo del gioco libero e dell’attività sportiva dei bambini disabili: opportunità uniche per sviluppare il talento dei più piccoli e occasioni insostituibili di inclusione sociale.


Unisciti alla battaglia di Milla, preordina il fumetto qui:
https://www.eppela.com/it/proj...

La Casa di Alice, proprio come a casa!

A Napoli c'era una casa che aveva pareti più vecchie delle altre, un tavolo, qualche mobile e un paio di letti. Una casa dimenticata, con odore di muffa all'ingresso e luce scarna alle finestre, ma non era questo a renderla triste. Erano tristi i pensieri di chi ci abitava, erano cattive le azioni.
Poi, un giorno, la casa fu data a dei genitori che avevano un sogno e si unirono per realizzare un progetto speciale. 

Avvenne un piccolo grande miracolo:  grazie alla generosità di tanti, la casa fu ristrutturata ed arredata diventando una casa dai mille colori, una casa felice: la "Casa di Alice".


Oggi nella casa di Alice abita chi una casa non ce l'ha perché vive lontano,  ma che ha bisogno di stare a Napoli a lungo per curare il proprio figlio da una brutta malattia che si chiama cancro. La casa è diventata un posto speciale dove chi è costretto a fare i conti con la malattia ha la possibilità di sentirsi accolto ed alleviato nelle difficoltà materiali che il percorso di cura comporta.


È grazie all’aiuto di tutti che questo posto del cuore potrà continuare a essere felice! 


Continua a far sorridere la Casa di Alice qui:
https://www.eppela.com/it/proj...

Riapriamo Casa delle Idee

Associazione D'Idee è una bellissima realtà bolognese che da anni porta avanti attività inclusive creando percorsi di autonomia volti a rendere indipendenti ragazzi con sindrome di Down. Grazie ad un appartamento che gestisce, l’Associazione permette a 15 giovani adulti di potersi impegnare per affrontare le autonomie di base fino ad arrivare ad un’autonoma gestione della vita quotidiana.


Piccoli grandi passi importantissimi per raggiungere una normalità che non è scontata.


Purtroppo il lockdown ha bloccato tutte le attività e adesso per ripartire abbiamo bisogno del sostegno di tutti voi per permettere che questa storia torni ad essere scritta.


Riapriamo insieme Casa delle iDee:
https://www.eppela.com/it/proj...


LABO BIMBI 8-11

Che cosa succede quando un bambino si trova ad affrontare la malattia grave di uno dei suoi genitori?
Siamo tutti d’accordo nel crede che la necessità di non sentirsi da solo nel far fronte alle angosce che questa situazione genera sia fortissima!
Un supporto in queste situazioni critiche è fondamentale.

Attivecomeprima Onlus, associazione milanese che opera per dare sostegno alle persone colpite dal cancro, ha ideato il Laboratorio Bimbi 8-11 con l’obiettivo di aiutare il bambino a rappresentare e condividere le proprie emozioni.

Il laboratorio, condotto da psicoterapeuti e figure esperte nel settore, permetterà ai bambini di esprimere le proprie emozioni attraverso il disegno e la scrittura. La dinamica narrativa, e quindi l’evolversi dei personaggi inventati, sarà lo strumento guida delle discussioni con i partecipanti.

Tuteliamo la salute affettiva dei bambini, organizziamo insieme il Laboratorio Bimbi 8-11:
https://www.eppela.com/it/proj...

Safe Love

Nessuno parla con serenità ai giovani di sessualità senza pregiudizi o censure. E i giovani rimangono soli a costruirsi una propria cultura della sessualità spesso cercando risposte in rete, trovandone solo di parziali e molte volte fuorvianti, false o pericolose.
C’è da dire inoltre che oggi si sente parlare sempre meno di Hiv o AIDS. Questo non vuol dire che il dato della sua diffusione non sia rilevante. Pensate che, nell’ultimo anno, solo a Milano si sono registrati ben 430 nuovi casi. Più di uno al giorno!


Ala Milano, associazione che dal 1996 si occupa di interventi sociali sia sul territorio nazionale che internazionale, vuole invece educare ragazzi e ragazze a vivere serenamente e con rispetto la propria sessualità.

Come? L’idea del progetto Safe Love è quella di coinvolgere 4 scuole secondarie di secondo grado sul territorio di Milano per realizzare 12 laboratori con classi quarte e quinte coinvolgendo circa 300 studenti e studentesse.

Quindi basta con i silenzi e i tabù, accendiamo i riflettori e impegnamoci per promuovere la cultura della salute e del rispetto reciproco!

Sostieni il progetto Safe Love qui:
https://www.eppela.com/it/proj...

Crescere attraverso le arti marziali

Nella città di Modena manca una palestra di arti marziali dedicata a persone cieche e ipovedenti?
Ci pensa la sezione l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti APS a crearla, con il progetto Crescere Attraverso le Arti Marziali


L’idea è quella di dare vita a uno spazio vivo in cui ciechi, ipovedenti, altri disabili e normodotati possano trovarsi a proprio agio e svolgere attività sportive/riabilitative.
Sono state scelte le arti marziali in quanto esse permettono una partecipazione completa ai disabili visivi garantendo quindi un completo sviluppo personale.

Scendi anche tu in campo sui tatami della nuova palestra dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Modena!

Scopri il progetto qui:
https://www.eppela.com/it/proj...

Articoli correlati

Facciamo un salto tra le notizie più cliccate.