Le pacche sulle spalle non aiutano a crescere

Crowdfunder35, una concreta opportunità per le organizzazioni culturali italiane

22 set 2020
0%

Nel 2012, ben 19 fondazioni italiane si sono unite per dare vita a Funder35, un progetto rivolto alle imprese culturali non profit italiane composte da giovani under 35.

Un’iniziativa bellissima che ha l’obiettivo di premiare l’innovatività di queste realtà, rafforzandole sul piano organizzativo e gestionale.

Noi di Eppela ne siamo stati fan dal primo momento: conosciamo bene l’importanza dell’imprenditoria creativa nel proprio territorio di appartenenza.

Da questa premessa, con il supporto della Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, è nata Crowdfunder35, la call di crowdfunding con cui Funder35 allarga il proprio raggio di azione coinvolgendo il pubblico, in rete.

Dal 14 settembre, l’iniziativa è online con le prime cinque campagne che siamo orgogliosi di raccontarvi.

Lo scopo è uno solo: dare ulteriore spazio e sostegno alle migliori organizzazioni nella produzione delle loro attività artistiche e culturali.


Unisciti a noi, diventa un mezzo per costruire una società più inclusiva, più partecipata, più bella.

DACCI UNA SPINTA

Questa raccolta è promossa da un gruppo di giovani artisti ed educatori fiesolani, il collettivo Teatro Solare. Che sono artisti lo si capisce subito, basta guardare il video della campagna.

In un territorio di periferia, l'offerta culturale e quella aggregativa possono essere discontinue, inefficaci, soprattutto per i giovani che, non sentendo un legame verso il posto dove vivono, si allontanano dalle persone e dalle realtà che altrimenti potrebbero renderlo più vitale.

Il Teatro Solare ha in mente un’idea bellissima per combattere tutto questo: Le Domeniche del Generale. Una volta a settimana, laboratori di danza, canto e musica aperti a tutti i cittadini per dare libero sfogo alla propria creatività e tornare ad amare la propria città.

Se si ama il proprio territorio, è importante credere nel valore della comunità come dimensione di vita ideale per una crescita individuale e collettiva.
Se anche tu la pensi come i ragazzi del Teatro Solare, beh, allora è il caso di unirsi a loro:
https://www.eppela.com/it/proj...

LA SCUOLA DEI SAPERI DI COMUNITA’

A Matera, dal 2012, è attiva un’Associazione che si chiama Casa Netural. Nasce come co-working rurale ma negli anni si è trasformata in uno spazio co-living dove ospitare innovatori da tutto il mondo che portano sul territorio materano i loro progetti.

Il team di Casa Netural ha uno sguardo aperto e internazionale ma crede fortemente nel valore del patrimonio culturale del proprio territorio. È per questo che ha deciso di creare La Scuola dei Saperi di Comunità, nel cuore del quartiere San Pardo di Matera, un luogo per tramandare e custodire saperi e mestieri. Un ambiente di conoscenza che, grazie all’organizzazione di workshop esperienziali, promuoverà lo scambio e la crescita collettiva tra i cittadini materani, quelli che arrivano da fuori, i maestri artigiani locali e stranieri. 

L’obiettivo finale è quello di mappare i saperi della comunità per valorizzare il patrimonio della memoria custodito dagli anziani e il patrimonio di innovazione in mano ai giovani.

Perché la memoria non venga persa, sostieni La Scuola dei Saperi di Comunità:
https://www.eppela.com/it/proj...

ABBOCCAPERTA

Bergamo è una città bellissima ma, come molte altre città, ha dei quartieri completamente dimenticati. Uno di questi si chiama Grumello ed è noto ai bergamaschi per il forte disagio sociale che lo abita.

Il Teatro Caverna, associazione culturale e compagnia teatrale, ha deciso di inaugurare un teatro proprio in questo quartiere. Un teatro destinato a diventare centro vitale non solo per Grumello, ma per l’intera città e anche per chi proviene da fuori provincia.

Grumello, nuovo centro di stimolo e cultura. Questo è l’obiettivo. Come raggiungerlo? Attraverso una serie di attività culturali (spettacoli, percorsi di animazione teatrale e di formazione) che lasceranno tutti Abboccaperta.

Insieme è possibile! Ci credi? Clicca qua:
https://www.eppela.com/it/proj...

Rimarrai Abboccaperta!

QUEER PICTURE SHOW

Conosci il New Queer Cinema? No?!
Si tratta di una corrente cinematografica che tra gli anni ’80 e ’90 del Novecento ha mobilitato la comunità LGBTQI+ attorno a una serie di titoli e di autori, produzioni indipendenti e festival, cementandone l’identità. L’urgenza di autodeterminarsi ha portato le persone queer a rivendicare il diritto all'esistenza di differenti soggettività, il New Queer Cinema, per anni, ne è stato il mezzo.

Altera APS è un’associazione culturale torinese che ha molto a cuore questa tematica. Dal 2001 promuove infatti produzioni artistiche con un’attenzione particolare alla tutela dei diritti, specialmente quelli della comunità LGBTQI+.

Che ci propongono di fare insieme? L’idea è quella di realizzare una performance multimediale e interattiva che racconta l’onda del New Queer Cinema attraverso i linguaggi del digitale, si chiamerà Queer Picture Show e coinvolgerà il pubblico in tempo reale, in un dialogo tra spettatori e palcoscenico, che avverrà grazie a un sistema di storytelling interattivo.

L’obiettivo? Penetrare nel pubblico per entrare nel mondo della comunità LGBTQI+. Insieme possiamo sensibilizzare la cittadinanza sui temi delle pari opportunità, qui:
https://www.eppela.com/it/proj...

REVELIA - L’ARTE SVELATA

I beni culturali in Italia sono oltre 200.000. Il nostro Paese è punteggiato di luoghi e monumenti di straordinario valore, capaci di regalare al pubblico esperienze esclusive, ricche di scoperte, lontane dal turismo di massa. Siamo il Bel Paese, non per nulla.

Oggi, purtroppo, gli Enti che hanno in custodia questi preziosi tasselli del nostro patrimonio faticano a definire piani di gestione effettivamente sostenibili. Il team di Kalatà, impresa che opera nel settore della valorizzazione del patrimonio culturale con progetti innovativi e sostenibili, ha la soluzione: Revelia. Digitale, semplice e sostenibile, Revelia consente di attuare un modello di gestione "on demand” delle opere d’arte, erogando servizi al pubblico solo al raggiungimento di determinate soglie di partecipazione.

In questo modo, da un lato si potranno ottimizzare i costi di gestione, dall’altro si favoriranno meccanismi virali di promozione. Noi di Eppela la troviamo un’idea geniale!

Revelia è online da pochi mesi. C’è bisogno dell’aiuto di tutti per perfezionare la piattaforma web e di estenderla su scala nazionale: solo in questo modo riusciremo ad accompagnare le persone a godere delle tante meraviglie italiane, un tesoro collettivo che aspetta solo di essere svelato!

Unisciti al team di Kalatà, scopri il progetto qui:
https://www.eppela.com/it/proj...

Articoli correlati

Facciamo un salto tra le notizie più cliccate.