I Prodotti della Terra fanno bene. A tutti!

Vieni a conoscere "La Conserveria" e la sua attività unica e gustosa

Tutto il buono che c'è... e ci sarà

Un sorprendente laboratorio di trasformazione alimentare che produce confetture, marmellate, succhi di frutta, creme di verdura, ragù, sottoli e piatti pronti della tradizione toscana.

Un innovativo sistema di distribuzione con il “Take away vai e scalda”.

Una grande attenzione all’utilizzo esclusivo di frutta e verdura fresca di stagione a Km 0, vere eccellenze italiane.

Tutto questo è “La Conserveria” che ha anche una caratteristica in più: dare lavoro a ragazze e ragazzi con disabilità intellettiva, in particolar modo con disturbo dello spettro autistico.

Sono loro ad utilizzare attrezzature professionali che permettono di ottenere prodotti di grande qualità alimentare con la massima sicurezza e igiene.

Ma adesso c’è bisogno di te: con la loro campagna di crowdfunding, i giovani lavoratori possono avere un nuovo sterilizzatore, più grande, grazie al quale risparmiare energia elettrica e ridurre i consumi idrici.

La Conserveria è un luogo aperto a chi vuole realizzare e confezionare alimenti, e si auto-sostiene con il ricavato della vendita dei suoi prodotti.
Ne abbiamo parlato direttamente con l’associazione “Ragazzi Speciali Onlus”.



Dateci dei dettagli in più sulla missione del progetto "La Conserveria"

Questo progetto è stato ideato dalla presidente Sara Rapini con obiettivi precisi, occupare i ragazzi con disabilità intellettiva e al tempo stesso valorizzare i prodotti gastronomici del territorio.

Un progetto che oggi può come un albero cambiare foglie e fiori perché le radici sono profonde. I prodotti infatti sono ottimi e i ragazzi hanno conquistato autonomia importante.

Questo successo attuale ci fa ben sperare di poter pensare al successivo progetto di vita autonoma "Anch'Io vado a vivere da Solo".

Descriveteci una giornata di lavoro e la magia di questo ambiente…

Può sembrare banale ma per noi è stata una grande conquista vedere che ogni giorno i ragazzi arrivano in laboratorio e con naturalezza sanno cosa fare.

Conoscono le norme igieniche HCCP e si organizzano, con il solo aiuto di Daniela, la volontaria. 

Iniziano le attività aprendo la cella frigo e la soddisfazione più grande è quando tutti, intorno ai tavoli, lavorano con il sottofondo della musica che arriva dalla radio.

Qual è l'obiettivo della vostra campagna su Eppela?

Il primo ed importante risultato è quello di avere le risorse per acquistare uno sterilizzatore, che ci permetterà un maggiore volume di produzione.

Poi c'è anche la possibilità di allargare il raggio di conoscenze della nostra iniziativa, e quindi aumentare le possibilità di conquiste di nuovi mercati e opportunità di crescita.

Perché avete deciso di affidarvi al crowdfunding come sistema di autofinanziamento?

Per noi il crowdfunding è una sfida inedita, innovativa e capace di generare "linfa fresca", per quanto riguarda contatti ed entusiasmo capace di arrivere a tutti, per raggiungere il nostro traguardo.

Cosa riceveranno in esclusiva i vostri sostenitori?

Chi decide di sostenere La Conserveria riceve una selezione unica dei nostri prodotti, dalle confetture alle marmellate, ai nettari di frutta e alle creme salate (sughi e salse), fino ai piatti pronti della tradizione toscana. 

Per chi lo desidera, c'è modo di ottenere anche la Tessera Amica, che offre sconti e tante altre promozioni sui prodotti.

Infine, si può partecipare alla grande "Festa in Conserveria", per la consegna delle ricompense.

Condividi questo articolo