Segui

Inserisci la tua email
per ricevere un reminder.

LA BESTIA D’OMBRA

Ricostruire una o più scatole dei bambini in scala 1:1 in cui è possibile entrare realmente. Uno spazio abitato da attori, che interagiscono con il pubblico.

0
traguardo: € 3000
0
giorni restanti
0
sostenitori

Quelli che da anni seguono il lavoro di Artisti Drama soprattutto sul territorio di Modena e provincia, sanno che quest’estate dovevamo inaugurare la nostra nuova sede. Poi il terremoto. Oltre al disastro di vite ed economico, questo evento ha creato, a catena, piccoli e grandi danni e disagi.

Così, la nostra nuova sede è stata destinata ad un liceo” terremotato”.

Ci sono saltate molte iniziative, ma nel nuovo spazio, se pur ridotto, che ci verrà assegnato dal Comune, vorremmo ricominciare con un progetto a cui non vogliamo rinunciare perché per noi rappresenta la nostra visione del rapporto teatro-scuola : un ascolto reciproco, dove le competenze artistiche devono cercare di restituire alla città un prodotto che valorizza i pensieri e l’immaginario dei bambini.

Il progetto “LA BESTIA D’OMBRA “ ha preso spunto dall’omonimo testo di Uri Orlev. La bestia, raccontata dal bambino protagonista del testo, non è solo la sua personale paura, ma il riflesso di una tensione che, nella terra d'Israele, continua a farsi sentire, nonostante i tentativi di pace. Quando c'è la guerra la paura dei bambini aumenta e può accadere che sotto il letto ci sia davvero una bestia, una bestia d'ombra che, spenta l'ultima luce esce dal suo nascondiglio, invade ogni angolo. L'importante è farsi amica la bestia, parlarle, raccontarle la propria vita, i propri affanni.

Il protagonista del testo di U. Orlev costruisce per lei una scatola dove poterla rinchiudere per proteggersi ma anche proteggerla. Questo il pretesto per riflettere sulle paure dentro e fuori dalla casa. Partire dalle paure vicine a noi, per arrivare a parlare delle paure collettive come le guerre.

Ognuno dei ragazzi coinvolti nel progetto, svolto due anni fa in tre scuole primarie di Modena, ha iniziato a costruire la scatola per la sua bestia all’inizio del percorso, e l’ha mostrata a tutti solo alla fine descrivendoci la sua bestia, le caratteristiche della sua casa e raccontandoci della sua "amicizia“. A noi sono rimaste alcune di queste scatole donateci dai ragazzi ai quali avevamo promesso che sicuramente le avremmo "utilizzate".

Osservando queste straordinarie scatole in cui vivono le paure dei bambini, ci è venuta l’idea di creare un’installazione “abitata”: in collaborazione con Nicoletta Giberti, esperta di teatro sensoriale che ha realizzato già in passato diversi "labirinti", abbiamo pensato ad una ricostruzione di una o più scatole in scala 1:1 in cui è possibile entrare realmente. All'interno di queste "stanze" troveremo attori, che interagiranno con il pubblico, portando lo spettatore in una dimensione onirica, per perdersi ed incontrare la propria bestia d’ombra.

Perchè la richiesta di un sostegno economico

La realizzazione di questi diversi spazi o "stanze" che riproducono le scatole fatte dai bambini, richiede una notevole spesa per i materiali e, oltre al lavoro di quattro attori presenti all'interno di ogni stanza, va considerato l'impegno delle molte persone (scenotecnici, tecnici luci e del suono) che sarà necessario coinvolgere.

Links:
http://www.artistidrama.net http://www.youtube.com/watch?v=jVNs8vF2xuA&feature=share http://books.google.it/books/about/La_bestia_d_ombra.html?id=Mdx_NAAACAAJ&redir_esc=y http://www.zam.it/biografia_Uri_Orlev

Ricompense

  • € 10 o più

    cartolina con riprodotta la "bestia d'ombra" disegnata da un bambino.

    3 Sostenitori

  • € 20 o più

    Come sopra + posteremo un ringraziamento personale su facebook

    1 Sostenitori

  • € 30 o più

    come sopra + un ingresso gratuito allo spettacolo

    2 Sostenitori

  • € 60 o più

    come sopra + 2 ingressi gratuiti

    0 Sostenitori

  • € 100 o più

    come sopra + una maglietta con stampata la bestia disegnata da un bambino

    1 Sostenitori

comments powered by Disqus